18 Febbraio Feb 2015 1752 2 years ago

Le azzurre nella semifinale dell’inseguimento a squadre

Il pass è stato ottenuto con l’ultimo tempo utile, ma ora i giochi si riaprono per le posizioni dal terzo all’ottavo posto

Azzurre Mondialifrancia

Saint-Quentin-en-Yvelines (FRA) (18/2) – I Mondiali su pista al velodrono di Saint-Quentin-en-Yvelines in Francia si sono aperti oggi pomeriggio con le qualificazioni a tempo dell’inseguimento a squadre donne. Competizione attesissima dal clan azzurro, perché sono in palio punti pesanti per la qualificazione a Rio 2016. L’obiettivo dell’ingresso tra le otto semifinaliste è stato centrato dal quartetto italiano al termine di una prova molto sofferta a causa dello stato ancora convalescente di alcune atlete. Simona Frapporti, Beatrice Bartelloni, Tatiana Guderzo e Silvia Valsecchi hanno sfoderato tutta la grinta agguantando l’ottava posizione, l'ultima utile per il pass, con il tempo di 4’32”198 (foto Bettini). Ciò che più importa ai fini del punteggio è il terzo posto tra le nazioni europee ottenuto dietro l’irragiungibile Gran Bretagna (Katie Archibald, Laura Trott, Elinor Barker, Joanna Rowsell), secondo tempo in 4’18”207, e la Germania, settimo tempo in 4’31”078, poco più di un secondo meglio delle azzurre. La migliore prestazione è stata ottenuta dall’Australia (Annette Edmondson, Ashlee Ankudinoff, Amy Cure, Melissa Hoskins) in 4’18”135, non lontano dallo straordinario record stabilito dalla Gran Bretagna nel 2013 ad Aguascalentes (4’16”552).

Ora i giochi si riaprono, non tanto per la finale oro-argento, ipotecata dall’Australia e dalla Gran Bretagna, che dovranno vedersela in semifinale rispettivamente con la Nuova Zelanda, quarto tempo in 4’25”406, e con il Canada, terzo tempo in 4’20”699. Il regolamento prevede che le due vincitrici, a prescindere dal crono, passano direttamente alla finale per il titolo. La Gran Bretagna dovrà sudarsela, perché le canadesi non sono lontane, ma parte con il pronostico a favore. Per tutte le altre sei nazioni semifinaliste si riapre invece la corsa per le posizioni dal terzo all’ottavo posto: decideranno infatti i tempi ottenuti nelle semifinali.

La sfida per il bronzo e il quarto posto sarà tra le nazioni con le due migliori prestazioni tra le sei escluse dalla finale oro-argento. Per le azzurre il terzo gradino del podio appare missione impossibile, ma potrebbero guadagnare qualche posizione: sarebbe già un gran colpo scavalcare la Germania nella classifica finale.

“Il nostro obiettivo era di superare le qualificazioni per migliorare anche la nostra posizione nel ranking olimpico. Questo non è solo un mondiale, per noi è un’ulteriore verifica per realizzare un’impresa e cioè vedere Rio 2016 sempre più vicino – dice il Ct Salvoldi –. Non abbiamo corso sui nostri reali livelli, le azzurre sono state leggermente penalizzate dall'ordine di partenza al settimo posto su sedici nazioni, quindi, lontane dalle avversarie dirette. Poi gli equilibri in gara sono tornati ed il risultato lo dimostra. In questa disciplina, esistono squadre di prima fascia e altre di seconda, l’Italia è tra le nazioni migliori di seconda fascia e viaggia a pari passo con la Germania. Sono soddisfatto anche della prestazione cronometrica”.

INSEGUIMENTO A SQUADRE DONNE

QUALIFICAZIONI: 1. AUSTRALIA (Edmondson Annette, Ankudinoff Ashlee, Cure Amy, Hoskins Melissa) 4’18”135, media 55.784; 2. GRAN BRETAGNA (Archibald Katie, Trott Laura, Barker Elinor, Rowsell Joanna) 4’18”207; 3. CANADA (Beveridge Allison, Glaesser Jasmin, Lay Kirsti, Roorda Stephanie) 4’20”699; 4. NUOVA ZELANDA (Ellis Lauren, Buchanan Rushlee, Nielsen Jaime, Williams Georgia Amy) 4’25”406; 5. CINA (Huang Dongyan, Jiang Wenwen, Jing Yali, Zhao Baofang) 4’27”645; 6. USA (Hammer Sarah, Valente Jennifer, Tamayo Lauren, Winder Ruth) 4’28”302; 7. GERMANIA (Becker Charlotte, Pohl Stephanie, Kroeger Mieke, Stock Gudrun) 4’31”078; 8. ITALIA (Frapporti Simona, Bartelloni Beatrice, Guderzo Tatiana, Valsecchi Silvia) 4’32”198.

ESCLUSE DALLE SEMIFINALI: 9. RUSSIA 4’32”875; 10. POLONIA 4’34”620; 11. BIELORUSSIA 4’35”495; 12. GIAPPONE 4’35”92; 13. CUBA 4’36”100; 14. HONG KONG 4’37”79; 15. FRANCIA 4’37”808; 16. IRLANDA 4’40”388.

COMPOSIZIONE SEMIFINALI (in programma domani):

1^ sem: USA-GERMANIA

2^ sem: CINA-ITALIA

3^ sem: GRAN BRETAGNA-CANADA

4^ sem: AUSTRALIA-NUOVA ZELANDA

Le vincitrici della 3^ e 4^ semifinale disputeranno la finale oro-argento.

La finale per il 3° e 4° posto sarà disputata dalle nazioni che avranno fatto registrare i due migliori tempi tra le altre sei semifinaliste

La finale 5°-6° posto dalle nazioni con gli altri due migliori tempi tra le sei semifinaliste

La finale 7°-8° posto tra le nazioni con i due peggiori tempi tra le sei semifinaliste