17 Giugno Giu 2015 1306 one year ago

CDM PARACICLISMO: Altre 10 medaglie per la Nazionale azzurra

A Yverdon les Bains, in Svizzera, conquistati tre ori (Podestà, Anobile e Team Relay), cinque argenti e due bronzi

Podesta Anobile

Yverdon les Bains (SVI) (13-14/6) - L’Italia del Ciclismo Paralimpico torna dalla Svizzera con 10 medaglie, di cui 3 del metallo più pregiato. Era ovvio che, per una serie di motivi e di indubitabili circostanze, ripetere la prestazione di Maniago fosse assolutamente impensabile.

L’assenza forzata di alcuni “big” , la condizione non proprio ottimale di altri, che non hanno avuto modo, visti i tempi ristretti tra la prima e seconda prova, di recuperare completamente gli acciacchi e le fatiche delle gare in Friuli, hanno limitato il bottino ma hanno anche ribadito la qualità e la consistenza internazionale degli azzurri di Valentini.

Ad Yverdon, oltre ad un clima completamente diverso da quello di Maniago, con la presenza costante della pioggia e del freddo, si è aggiunta la severità dei circuiti che presentavano salite impegnative e altimetria completamente diverse da quelli affrontati la scorsa settimana

Nonostante questo, il bilancio azzurro è da considerare assolutamente positivo, con tutta una serie di piazzamenti che, in aggiunta alle medaglie vinte, consolidano i punteggi di qualificazione olimpica per Rio de Janeiro 2016.

Nell’Handbike , Vittorio Podestà (MH3 ), con l’oro nella Crono e il quinto posto su strada si conferma leader di questa categoria. Luca Mazzone lo eguaglia nella MH2, andando a conquistare due argenti e maglia da leader di Coppa consolidata. Ottimo anche il comportamento di Paolo Cecchetto , sesto nella crono e ottavo su strada.

Francesca Porcellato (WH3) ha avuto un piccolo incidente nella Crono che ha pregiudicato un più che probabile podio, è finita al sesto posto, preceduta da Francesca Fenocchio, piazzatasi quarta. La veneta però si è riscattata con un bell’argento nella prova in linea battuta solo dalla statunitense Alicia Brelsford Dana.

Nella WH2 , una piacevole sorpresa dall’argento di Luisa Pasini, che ha corso con la maglia della propria Società.

Assente Zanardi, e tenuto a riposo per scelta tecnica Mazzone, L’Italia del Team Relay non ha risentito dell’assenza dei due campionissimi per andare a vincere con il trio Podestà/Cecchetto/Porcellato che per 3 secondi ha messo di nuovo in riga i fortissimi USA e il sorprendente Belgio.

Nel Ciclismo Paralimpico , iniziando dalla C1 , Giancarlo Masini conferma la sua costante crescita con un altro argento nella Crono ed un settimo posto in linea , dove ha preceduto Andrea Pusateri , ottavo

Sfortunatissimo ( nella MC2 Crono) Fabrizio Macchi, ai piedi del podio per 76 centesimi.

Il lombardo ha comunque fatto registrare un notevole progresso di forma che lo sta facendo tornare ai vertici della categoria.

Fabio Anobile ha sfoderato un’altra prepotente volata che gli ha assicurato il secondo oro consecutivo nella corsa in linea della MC3 mettendo in fila il tedesco Warias e l’irlandese Clifford. In questa stessa corsa nono l’altro azzurro Bargna ad una manciata di secondi dai primi.

Nella MC4 Pittacolo è giunto 12° nella crono e 8° in linea, corsa nella quale il suo compagno Gianluca Fantoni è caduto, fortunatamente senza gravi conseguenze

Andrea Tarlao (MC5) settimo nella prova contro il tempo ha poi conquistato un bel bronzo nella strada, in una volata nella quale ha pure subito qualche scorrettezza dal vincitore Donohe (Australia) e dal secondo arrivato, l’ucraino Dementyev. Al nono posto l’altro azzurro Pierpaolo Addesi.

Ancora una bella gara per il Tandem Bersini / Panizza ( oro a Maniago ). Sesto posto finale nella corsa in linea non distanti dai vincitori olandesi Ter Schure/Fransen

Assente Fabrizio Farroni, è Livio Raggino a brillare nella T2 con un bel bronzo nella crono ed un buon settimo posto in linea.

Nel medagliere, USA e Germania al vertice con 17 medaglie complessive. Gli statunitensi però chiudono con 9 ori rispetto ai 7 tedeschi.

Prossima Prova di Coppa del Mondo il 24-25 e 26 Luglio prossimi ad Elzach in Germania.

Ecco nel dettaglio le Medaglie italiane

ORO

Vittorio Podestà MH3 CRONO

Fabio Anobile MC3 STRADA

Team Relay Handbike Staffetta ( Podestà-Cecchetto- Porcellato )

ARGENTO

Luca Mazzone MH2 CRONO

Luca Mazzone MH2 STRADA

Francesca Porcellato WH3 STRADA

Giancarlo Masini MT2 CRONO

Luisa Pasini* WH2 CRONO

BRONZO

Livio Raggino MT2 CRONO

Andrea Tarlao MC5 STRADA

* Ha corso con la maglia della propria Società

Ufficio Comunicazione F.C.I.