23 Luglio Lug 2015 1425 one year ago

EYOF 2015: Tradizione favorevole del ciclismo azzurro

Cominciato il conto alla rovescia per gli azzurrini che sabato 25 luglio, dopo i campionati italiani a cronometro, voleranno a Tbilisi per la 13^ edizione del Festival Olimpico della Gioventù Europea - Le gare di ciclismo sono previste il 28 (crono) e 30 luglio (prova in linea)

Eyof Tbilisi Logo1 Copia

Il countdown segna -3 all'inizio del Festival Olimpico della Gioventù Europea, la manifestazione multisportiva organizzata dai Comitati Olimpici Europei. La 13^ edizione dell’EYOF partirà dal prossimo 26 luglio con la sua cerimonia inaugurale. La rassegna continentale a cinque cerchi riservata agli allievi - che ha cadenza biennale - quest'anno si terrà per la prima volta a Tbilisi, capitale della Georgia. Si tratta di uno degli eventi sportivi più importanti organizzati del paese caucasico, come ha anche ricordato il primo Ministro Irakli Garibashvili in occasione dell'inaugurazione del villaggio olimpico, lunedì scorso.

Saranno 48 i Paesi europei al via affiliati al COE (Comitati Olimpici Europei), associazione organizzatrice dell’evento tenutosi per la prima volta nel 1991. I loro atleti si sfideranno in nove discipline sportive. Tra queste non poteva mancare il ciclismo.

Sono 6 gli atleti che il 25 luglio, subito dopo il campionato italiano a cronometro, voleranno in Georgia. Edoardo Salvoldi ha selezionato i seguenti atleti: Michele Gazzoli, Andrea Innocenti, Samuele Manfredi, Vittoria Guazzini, Letizia Paternoster, Elena Pirrone. Una formazione da 30 vittorie complessive raggiunte solo nel 2015, già competitiva e con un'incredibile voglia di fare ancora meglio rispetto a 2 anni fa quando ad Utrecht Lisa Morzenti e Martina Alzini si aggiudicarono rispettivamente la prova a cronometro e in linea.

Il programma prevede l'esordio del ciclismo il 28 luglio, con le cronometro femminili, alle 11,00 ora locale(meno 2h in Italia) e maschile (16,00), mentre il 30 di scena le prove in linea (alle 11,00 le donne, alle 16,00 gli uomini).