25 Luglio Lug 2015 1943 one year ago

MONDIALI BMX: Kimmann e Hernandez si confermano i migliori

L'olandese e la venezuelana campioni iridati della categoria élite - Titoli juniores a Torres e Etienne - Verducci si ferma ai quarti, Zampese in semifinale, Riccardi agli ottavi e Furlan alle qualificazioni

Panoramicazolder

Sorridono il SudAmerica e l’Europa ai Mondiali BMX 2015 che si sono conclusi a Zolder in Belgio, meno l’Italia, che non è riuscita a centrare gli obiettivi minimi che si era posto Ludovic Laurent all’inizio della spedizione. Nessuno degli azzurri è riuscito ad approdare in semifinale, obiettivo che avrebbe permesso, per quanto riguarda gli élite, di portare a casa punti preziosi per il ranking. Romain Riccardi si è fermato agli ottavi, Mattia Furlan alle qualificazioni. Praticamente sulla stessa linea lo junior Diego Verducci, uscito ai quarti, e Camilla Zampese, sesta nella sua batteria di semifinale (per l’esiguo numero delle partecipanti si trattava della prima batteria di qualificazione).

Dicevamo che alla fine hanno festeggiato Sud America e Europa, che si sono divise equamente i titoli in palio. Argentina e Venezuela tornano a casa con un titolo a testa, rispettivamente grazie allo junior Exequiel Torres e alla elite Stefany Hernandez, che quest'anno ha praticamente vinto tutto quello che c'era da vincere. Francese è invece la nuova campionessa del mondo juniores, Axelle Etienne, mentre nella gara élite, quella sicuramente più attesa, gli olandesi hanno fatto la parte del leone, vincendo il titolo con Niek Kimmann (dominatore della stagione), davanti al connazionale Jelle Van Gorkom e portando in finale anche Raymon Van Der Biezen (terminato poi sesto). L’Australia si è consolata parzialmente con l’argento di Caroline Buchanan, alle spalle della venezuelana, mentre gli Usa tornato a casa con l’argento dello junior Hudson Collin e il bronzo della giovanissima Kelsey Van Ogle. La Francia, oltre al titolo di Axelle Etienne conquista anche il bronzo con lo junior Romain Racine, mentre entrano nel medagliere anche la Russia con l’argento della junior Svetlana Admakina e la Svizzera con il terzo posto (pesante) di David Graf tra gli élite.

RISULTATI

JUNIORES
1. Torres Exequiel (Arg); 2. Hudson Collin (Usa); 3. Racine Romain (Fra); 4. Te Hiko Brandon (Aus); 5. Merito Codi (Nzl); 6. Van Der Wijst Koen (Ned); 7. Ragot Richard Mathis (Fra); 8. Kimmann Justin (Ned).
Diego Verducci 6° nella batteria dei quarti.

DONNE JUNIORES
1. Etienne Axelle (Fra); 2. Admakina Svetlana (Rus); 3. Van Ogle Kelsey (Usa); 4. Tereshkina Alexandra (Rus); 5. Huisman Ruby (Ned); 6. Juillerat Louanne (Sui); 7. Vertessen Karo (Bel); 8. Balle Dorte (Den).
Camilla Zampese 6^ nella batteria di semifinale.

DONNE ELITE
1. Hernandez Stefany (Ven); 2. Buchanan Caroline (Aus); 3. Christensen Simone (Den); 4. Crain Brooke (Usa); 5. Smulders Laura (Ned); 6. Hladikova Aneta (Cze); 7. Stancil Felicia (Usa); 8. Post Alise (Usa)

ELITE
1. Kimmann Niek
(Ned); 2. Van Gorkom Jelle (Ned); 3. Graf David (Sui); 4. Oquendo Zabala Carlos (Col); 5. Phillips Liam (Gbr); 6. Van Der Biezen Raymon (Ned); 7. Willoughby Sam (Aus); 8. Dean Anthony (Aus).
Mattia Furlan, 6° nel turno di qualificazione; Romain Riccardi 6° nella batteria degli ottavi.