30 Luglio Lug 2015 1742 2 years ago

EYOF 2015: Anche Michele Gazzoli sfiora il podio nella corsa in linea

L’azzurrino, campione italiano dell’Americana, si piazza al quarto posto nella gara vinta dallo svizzero Steiger davanti allo slovacco Stocek e al britannico Wright

Gazzoli Tblisi

Tbilisi (GEO) (30/7) – Anche nella corsa in linea maschile dei Giochi Giovanili Europei di Tblisi gli azzurrini sfiorano il podio. Il bresciano Michele Gazzoli si piazza quarto, dopo il quinto posto di Samuele Manfredi nella cronometro, al termine di un’ottima gara che lo ha visto entrare nel lotto dei dieci che si sono disputati la vittoria. Lo svizzero Samuel Steiger (già secondo nella gara contro il tempo) ha giocato d'anticipo tagliando la linea con un secondo di vantaggio sugli altri che si sono disputati in volata i restanti due posti del podio. Per l'argento l’ha spuntata lo slovacco Matus Stocek davanti al britannico Alfred Brockell Wright, medaglia di bronzo, e a Gazzoli. Ventesimo posto per Andrea Innocenti, a 40” dal vincitore, 56° per Samuele Manfredi a 1’38”.

Il Ct Daniele Fiorin descrive così la fase decisiva: “Un po’ di rammarico per aver solo sfiorato la medaglia, ma sono soddisfatto. I ragazzi hanno corso bene. Subito dopo il via è partito a razzo il danese Johansen, vincitore della crono. Come da accordi si è agganciato alla fuga Manfredi. Nonostante le salite il primo giro è stato percorso a 46,5 km orari di media: una tattica suicida quella del danese, che invece di andare regolare ha seminato uno dopo l’altro i compagni di fuga fino a raggiungere 1’10” di vantaggio. Al suono della campana per l’ultimo dei tre giri il danese aveva ancora 30” sui primi cinque inseguitori e un minuto sul gruppo. Innocenti e Gazzoli si sono riportati insieme sui cinque proprio mentre raggiungevano il danese. Ai meno 15 dall’arrivo sono undici in testa, poi rientrano altri alla spicciolata. Nello strappo finale di un km al 5-6% Innocenti si sacrifica per tenere avanti Gazzoli, che resta leggermente chiuso nella volata e deve ripartire ai 100 metri. È secondo dietro lo svizzero, che ha preso qualche metro di vantaggio, ma poco prima della linea Michele è rimontato dallo slovacco e dal britannico, che vanno a prendersi il secondo e terzo posto del podio. Peccato!"

Gazzoli si è laureato di recente campione italiano dell’Americana su pista a Dalmine (nella foto Rodella sul podio). Il ciclismo italiano ha fatto comunque ancora una volta la sua parte alla grande all’Eyof. Torna da Tblisi con l’ottimo bottino di due medaglie d’oro (Elena Pirrone nella crono e Letizia Paternoster nella corsa in linea), due quarti (Vigilia e Gazzoli) e un quinto posto (Manfredi).

ORDINE D’ARRIVO

1 Steiger Til Samuel (Svi) Km. 71,100 In 1h39’57”, media 42.680

2 Stocek Matus (Svk) a 1”

3 Wright Alfred Brockwell (Gbr)

4 Gazzoli Michele (Ita)

5 Uz Arif Emre (Tur)

6 Eriksson Jacob Erik Vlademar (Sve(

7 Gamper Florian (Aut)

8 Johansen Graungaard Julius (Dan)

9 Karl Adam Kristof (Ung)

10 Stojnic Veljko (Srb)

20 Innocenti Andrea (Ita) a 40”

56. Manfredi Samuele a 1’38”