19 Settembre Set 2015 1535 2 years ago

RICHMOND 2015: Oggi si alza il sipario

Su RaiSport 1 dalle 17,30 le cronosquadre: griglie di partenza e italiani in gara - In otto giorni si assegnano 12 titoli: 2 cronometro a squadre, 5 crono individuali e 5 gare in linea

Allenamento Richmond

Lo ha ricordato il presidente Di Rocco in occasione della presentazione delle Nazionali azzurre impegnate nei prossimi giorni a Richmond per i Mondiali strada: “L’unica volta che i mondiali si sono svolti negli USA abbiamo vinto con Argentin concretizzando un grande gioco di squadra, che ci ha permesso di conquistare anche il bronzo con Saronni. I tempi sono cambiati, ma la capacità di fare gruppo è la stessa…”.

Cominciano sotto questo auspicio i Campionati del Mondo strada, giunti alla 88° edizione, la seconda nella storia del nostro sport negli USA. Nel 1986, in occasione dei Mondiali di Colorado Springs, a complicare l’organizzazione di un evento dall’altra parte del mondo contribuì la quota (circa 2000 metri), costringendo le varie formazioni a periodi più o meno lunghi di acclimatamento. Quest’anno l’unico problema, dal punto di vista logistico, è legato al fuso orario, spostato di sei ore rispetto all’Italia. Questo vuol dire, per quanti vorranno seguire l’evento in diretta (tutte le gare su RaiSport 1), che la partenza, per esempio, della gara pro, prevista per le ore 9 ore locali, sarà verso le 15 ora italiana; la conclusione, prevista attorno alle 16 a Richmond avverrà in Italia alle 22 circa.

Il programma prevede, come accade ormai da tempo, l’esordio con la cronometro a squadre. Al via in campo femminile 13 team (nessuno italiano), di cui ben 6 statunitensi. Tatiana Guderzo figura nella start list della norvegese Hitec Products, Barbara Guarischi nella Velocio Sram (il team che con la denominazione Specialized Lululemon ha vinto gli ulti tre titoli), Elisa Longo Borghini nella Wiggle Honda. Nella gara maschile al via 28 squadre (con l'italiana Lampre Merida): 17 World Tour, a cui si aggiungono 11 squadre professional e continental (8 statunitensi e una sudamericana). Matteo Montaguti è iscritto nell'Ag2r La Mondiale, Daniel Oss e Manuel Quinziato nella favorita BMC Racing, Mattia Cattaneo e Roberto Ferrari nella Lampre Merida, Adriano Malori nella Movistar, Alan Marangoni e Moreno Moser nella Cannondale Garmin, Salvatore Puccio ed Elia Viviani nel Team Sky, Manuele Boaro nella Tinkoff Saxo, Marco Coledan e e Fabio Felline nella Trek Factory Racing.

Seguiranno lunedì le crono individuali Donne Juniores e Uomini U23, partenza rispettivamente alle ore 10 e 11,30 (16 e 17,30 ora italiana). Per l’Italia, come comunicato in occasione della presentazione, ci saranno al via Sofia Bertizzolo, Lisa Morzenti, Filippo Ganna e Davide Martinelli, già a Richmond da qualche giorno insieme a tutti gli altri cronoman (nella foto durante una sessione di allenamento nella cittadina americana). Per tre dei quattro azzurri non sarà un esordio mondiale. Ricordiamo, infatti, che Sofia Bertizzolo lo scorso anno ha vinto la medaglia d’argento nella gara in linea, chiudendo al 14° posto nella crono individuale mentre Filippo Ganna sfiorò il podio, tra gli juniores, proprio nella crono; Davide Martinelli, concluse la sua prova al 19° posto.

Il tracciato della prova a cronometro si snoda al centro di Richmond, a cavallo tra la riva destra e sinistra del James River (il fiume che taglia in due l’ex capitale degli stati confederati durante la guerra di indipendenza americana), per un totale di 15 chilometri. Le donne juniores dovranno percorrerlo una sola volta, mentre tutte le altre categorie (ad eccezione di professionisti e cronosquadre) due volte.

Martedì mattina sarà a volta di juniores e donne elite, partenze rispettivamente alle 9,30 e 13,30 ore locali. In gara, per quanto riguarda l’Italia gli juniores Conci e Sobrero e la campionessa italiana Silvia Valsecchi.

Mercoledì sarà la volta della prova Uomini Elite, che prenderanno il via alle 13 (ora locale), le ultime partenze sono previste attorno alle 15,35. Il percorso extracittadino insiste per buona parte sulla 301, strada parallela alla più trafficata route 95 verso la zona nord del paese. Arrivati ai Kings Dominion si torna indietro per la stessa direttrice per un totale di 53 chilometri. E’ verosimile che per coprire la distanza i migliori impiegheranno qualcosa mendo di un’ora ed è pertanto ipotizzabile una conclusione attorno 22,30, ora italiana. Per quanto riguarda gli azzurri, ricordiamo quanto ha detto Davide Cassani in occasione della presentazione: “Adriano Malori quest’anno ha dimostrato di essere uno dei più forti nelle prove contro il tempo. Il tracciato si addice alle sue caratteristiche e sono certo che farà un bel mondiale. Moreno Moser si è conquistato il diritto ad un posto, grazie al secondo posto ai campionati italiani e ad un’ottima Vuelta…”

Dopo il tradizionale giorno di riposo di giovedì, venerdì scattano le prove in linea che si tengono su un circuito di 16 chilometri. Si comincia con le donne juniores (partenza alle 10, conclusione verso mezzogiorno) che ripeteranno il circuito 4 volte, per un totale di 64,9 chilometri. Seguirà prova degli Uomini Under 23 partenza alle ore 13 circa, per un totale di 162,2 chilometri. Entrambe le squadre azzurre partono con buone possibilità di ben figurare. Lo scorso anno, come già ricordato, Sofia Bertizzolo conquistò un argento al termine di una volata che la stessa definì “non perfetta”. Sofia torna con un anno di esperienza in più e la consapevolezza di un talento che l’ha portata a ben otto vittorie in questa stagione, tra cui lo splendido titolo europeo nell’inseguimento a squadre con relativo record del mondo. Della partita anche Nadia Quagliotto, campionessa europea in carica, e Elisa Balsamo, campionessa del mondo nello Scratch e componente del quartetto dell’inseguimento che ha sbalordito il mondo.

Per quanto riguarda invece la prova degli U23, valgono le parole di Marino Amadori, in occasione della presentazione: “Siamo consapevoli che la conquista della Coppa delle Nazioni ci mette nelle condizioni di essere identificati come la Nazionale da battere. Siamo pronti per questa responsabilità…”.

Sabato scendono in campo Juniores e Donne Elite con partenza rispettivamente alle 9 e alle 13. La formazione di Rino De Candido allinea al via alcuni dei protagonisti della stagione internazionale, come Conci (Trofeo Paganessi), Savini (Lunigiana) e Fiaschi (Trofeo Buffoni), per citare solo i vincitori delle gare di questo mese. Insomma ragazzi vincenti, che non avranno paura del confronto con i pari età degli altri paesi. Per quanto riguarda le Donne Elite, l’Olanda resta la formazione da battere, ma le azzurre sono le “antagoniste” per eccellenza. C’è da credere che Dino Salvoldi imbastisca la gara tatticamente in modo da cercare di imbrigliare le tante punte “orange”. Vale, anche in questo caso, quanto detto da Elena Cecchini: “Si tratta di un gruppo con un equilibrato mix di esperienza e gioventù.”

Domenica 27 settembre, infine, il gran finale con l’attesa prova dei professionisti. La partenza è prevista per le 9,00, l’arrivo attorno alle 15,30/16, ovvero le 22 in Italia. Gli azzurri di Davide Cassani approdano all’appuntamento con fondate speranze di ben figurare su un percorso “facile” e per questo di difficile lettura. Tra queste speranze, che rispondo ai nomi dei nostri uomini “veloci” (tra cui un Viviani particolarmente in condizione) aggiungiamo anche Nibali, che ha conquistato un posto in squadra alla Bernocchi e che lo stesso Cassani ritiene: “pedina fondamentale per movimentare la nostra gara…”.

LE DIRETTE SUI CANALI RAI
Domenica 20 settembre: cronosquadre donne 17.30 – 18.55
Domenica 20 settembre: cronosquadre uomini 19.30 – 21.35
Lunedì 21 settembre: crono juniores donne 16 – 17.10
Lunedì 21 settembre: crono under 23 uomini 17.30 – 21.50
Martedì 22 settembre: crono juniores uomini 15.30 – 19.05
Martedì 22 settembre: crono elite donne 19.30 – 22.45
Mercoledì 23 settembre: crono elite uomini 19 – 21.35
Venerdì 25 settembre: gara in linea donne juniores 16 – 17.50
Venerdì 25 settembre: gara in linea uomini under 23 18.45 – 22.50
Sabato 26 settembre: gara in linea uomini juniores 15 – 18.15
Sabato 26 settembre: gara in linea donne elite 19 – 22.25
Domenica 27 settembre: gara in linea uomini elite 15 – 21.40

OGGI I PRIMI DUE TITOLI IRIDATI

LE GRIGLIE DI PARTENZA E GLI ITALIANI IN GARA

CRONOSQUADRE DONNE

17.30 Pepper Palace Pro (Usa)
17.33 Bmw Happy Tooth Dental (Usa)
17.36 Twenty 16 Sho Air (Usa)
17.39 Btc City Lubiana (Slo)
17.42 Team Tibco (Usa)
17.45 Optum Kelly Benefit Strategies (Usa)
17.48 Unitedhealthcare (Usa)
17.51 Hitec Products (Nor) – Tatiana Guderzo
17.54 Boels Dolmans (Ned)
17.57 Wiggle Honda (Gbr) - Elisa Longo Borghini
18.00 Rabo Liv (Ned)
18.03 Orica Ais (Aus)
18.06 Velocio Sram (Ger) – Barbara Guarischi

CRONOSQUADRE UOMINI

19.30 Champion System-Stan’s Notubes (Usa)

19.33 Lupus Racing Team (Usa)

19.36 Astellas Cycling Team (Usa)

19.39 Jelly Belly P/B Maxxis (Usa)

19.42 Jamis - Hagens Berman (Usa)

19.45 Vino 4-Ever (Kaz)

19.48 Hincapie Racing Team (Usa)

19.51 Optum P/B Kelly Benefit Strategies (Usa)

19.54 Unitedhealthcare Professional Cycling Team (Usa)

19.57 Topsport Vlaanderen – Baloise (Bel)

20.00 Iam Cycling (Svi)

20.03 Team Cannondale – Garmin (Usa) – Alan Marangoni; Moreno Moser

20.06 Fdj (Fra)

20.09 Team Lotto Nl – Jumbo (Ola)

20.12 Trek Factory Racing (Usa) – Marco Coledan; Fabio Felline

20.15 Lampre Merida (Ita) – Mattia Cattaneo

20.18 Ag2r La Mondiale (Fra)

20.21 Team Giant - Alpecin (Ger)

20.24 Lotto Soudal (Bel)

20.27 Astana Pro Team (Kaz)

20.30 Tinkoff Saxo (Rus) – Manuele Boaro

20.33 Team Sky (Gbr) – Elia Viviani; Salvatore Puccio

20.36 Movistar Team (Spa) – Adriano Malori

20.39 Team Katusha (Rus)

20.42 Etixx Quick Step (Bel)

20.45 Orica GreenEdge (Aus)

20.48 Bmc Racing (Usa) – Manuel Quinziato; Daniel Oss

TUTTE LE START LIST