22 Settembre Set 2015 2334 one year ago

RICHMOND: Linda Villumsen finalmente d'oro

Dopo 3 medaglie di bronzo e 2 d'argento agli ultimi mondiali crono, la danese naturalizzata neozelandese ha finalmente colto il metallo più pregiato a spese delle favorite Van Der Breggen e Brennauer. Silvia Valsecchi è 30^.

Villumsen Podium WTT Richmond

Richmond (USA) (22/9) - Dopo due medaglie d’argento e tre bronzo Linda Melanie Villumsen riesce a mettersi al collo quella di metallo più pregiato completando così la sua personale collezione iridata. Lo fa nel modo più spettacolare, lasciandosi alle spalle l’olandese Anna Van Der Breggen, vincitrice del Giro rosa 2015, la campionessa del Mondo uscente, la tedesca Lisa Brennauer, e interrompendo bruscamente il sogno iridato della paladina locale Kristin Armstrong, in vetta alla generale praticamente per tutta la durata della gara e che sembrava in grado di ripetere l'impresa del tedesco Appelt tra gli juniores.

La cronometro Donne Elite consegna così un podio di grande spessore e premia un’atleta che dal 2009 è sempre riuscita ad andare a medaglia nella prova iridata, ad eccezione dello scorso anno. Linda, danese di nascita ma neozelandese per scelta, infatti ha inanellato, nel 2009 e 2010 due bronzi, nel 2011 un argento, nel 2012 un altro bronzo e nel 2013, a Montecatini, la sua seconda medaglia d’argento. Oggi, in una gara contrassegnata da un vento costante, è riuscita a passare in testa a tutti gli intertempi, contenendo il ritorno della tedesca Brennauer e dell’olandese Van Der Breggen, le due favorite al successo finale.

Poca gloria per l’unica italiana in gara, Silvia Valsecchi, che ha chiuso al 30° posto, a 3’34” dalla vincitrice non riuscendo mai a trovare il ritmo giusto in grado di chiudere il tracciato su tempi più vicini alle sue prestazioni migliori. "Speravamo sinceramente in un distacco minore dalle prime.." ha commentato Dino Salvoldi, "ma Silvia oggi ha avuto difficoltà a trovare il ritmo giusto."

Nella giornata di oggi sono arrivati a Richmond anche i professionisti che nell'ultimo fine settimana hanno animato le gare in Italia. Hanno raggiunto i colleghi già presenti qui a Richmond con i rispettivi team per la cronosquadre, oltre ai due cronoman, Adriano Malori e Moreno Moser, che domani saranno impegnati nell'ultima prova contro il tempo di questi mondiali; Moreno Moser partirà alle ore 13,34 (ora locale, 19,34 ora italiana), Adriano Malori alle 14,37" (20,37 in Italia).

CRONOMETRO DONNE ELITE


1. Villumsen Linda Melanie (Nzl) in 40’29’87” media 44,299
2. Van Der Breggen Anna (Ol) a 2”54
3. Brennauer Lisa (Ger) a 5”26
4. Garfoot Katrin (Aus) a 9”32
5. Armstrong Kristin (Usa) a 20”58
6. Stevens Evelyn (Usa) a 26”58
7. Van Dijk Ellen (Ol) a 53”98
8. Amialiusik Alena (Blr) a 1’06”03
9. Duyck Ann-Sofie (Bel) a 1’19”20
10. Worrack Trixi (Ger) a 1’19”41

11. Antoshina (Russia) 41:51
12. Sablikova (Rep. Ceca) 41:51
13. Whitten (Canada) 41:56
14. Small (Stati Uniti) 41.57
15. Canuel (Canada) 42:02
16. Solovey (Ucraina) 42:08
17. Johansson (Svezia) 42:17
18. Yonamine (Giappone) 42:40
19. Kroeger (Germania) 42:50
20. Pawlowska (Polonia) 42:53

21. Majerus (Lussemburgo) 42:56
22. Bujak (Polonia) 42:59
23. Cordon (Francia) 43:09
24. Schweizer (Svizzera) 43:12
25. Johnsen (Norvegia) 43:17
26. Simmonds (Gran Bretagna) 43:24
27. Biannic (Francia) 43:41
28. Horgan (Irlanda) 43:46
29. Ritter (Austria) 44:02
30. Valsecchi (Italia) 44:04
31. Vasilieva (Russia) 44:19
32. Lepisto (Finlandia) 44:24
33. Lechner (Germania) 44:26
34. Bertine (Saint Kitts and Navis) 44:36
35. García (El Salvador) 44:39
36. Tuslaite (Lituania) 44:41
37. Laizane (Lettonia) 44:42
38. Tuvshijargal (Mongolia) 44:45
39. Schekel (Ucraina) 44:45
40. Sheyla Gutiérrez (Spagna) 45:10
41. Mollebro (Danimarca) 45:19
42. Drexel (Messico) 45:54
43. Guluma (Colombia) 46:22
44. Girubuntu (Ruanda) 47:41