17 Ottobre Ott 2015 1706 one year ago

EUROPEI PISTA: Simone Consonni argento nell'Eliminazione

Vice campione del mondo su strada under 23 a Richmond, il talento azzurro brilla anche su pista conquistando la prima medaglia per l'Italia, intanto Viviani è in testa all'omnium ad una prova dal termine

Consonni Eliminazione

Grenchen (SVI) (17/10) - Procede sotto i migliori auspici per i colori azzurri la quarta giornata dei Campionati europei su pista élite a Grenchen, in Svizzera. Mentre Elia Viviani si è portato in testa alla classifica dell'omnium a una prova dal termine (corsa a punti) con una straordinaria performance sul giro lanciato, il giovanissimo talento Simone Consonni ha conquistato l'argento nell'eliminazione superato solo dal professionista francese Bryan Coquard .

Simone ha corso in maniera impeccabile – dice il CT Villa–, è riuscito a fare economia di energie per averne ancora nel finale dove conta molto la gamba più che la tattica. Sono molto soddisfatto anche perché Simone è secondo solo ad un atleta di livello come il francese Coquard. Questo argento è una medaglia di valore in una disciplina che è parte dell’omnium in cui Consonni si misurerà nelle prossime gare. Una medaglia che ripaga del grande lavoro svolto con lui”.

Vice campione del mondo su strada under 23, ora Consonni è anche vice campione europeo élite su pista. E non è finita qui, perché si cimenterà anche nel madison in coppia con Elia Viviani, specialità che lo ha visto salire sul terzo gradino del podio agli Europei di Atene.

Nato a Ponte San Pietro il 12 settembre 1994, Simone ha da poco compiuto 21 anni e in questo 2015 ha sfoggiato tutta la sua classe vincendo su strada corse importanti come la Cote Picarde, la Milano-Busseto, la Piccola Sanremo. Ai recenti tricolori assoluti su pista di Montichiari ha vinto scratch, madison e omnium.

ELIMINAZIONE UOMINI

1. Bryan Coquard (Fra); 2. Simone Consonni (Ita); 3. Christopher Latham (Gbr); 4. Jan-Willem Van Schip (Ola); 5. Moreno De Pauw (Bel); 6. Andreas Muller (Aut); 7. Vladyslav Kreminskyi (Ucr); 8. Yauheni Akhramenka (Blr); 9. Felix English (Irl); 10. Roger Kluge (Ger); 11. Lovassy Krisztian (Ung); 12. Mateusz Nowak (Pol);); 13. Loic Perizzolo (Svi); 14. Andrey Sazanov (Rus); 15. Ivo Oliveira (Por); 16. Frantisek Sisr (Cze); 17. Recep Unalan (Tur); 18. Ioannis Spanopoulos (Gre)