18 Ottobre Ott 2015 2153 2 years ago

EUROPEI PISTA: Anche Cucinotta conquista l’argento

L'azzurra sul podio dell'Eliminazione, l’Italia chiude con tre medaglie – Viviani e Consonni a un punto dal bronzo nel Madison, straordinaria rimonta di Simona Frapporti, sesta nell’omnium

Cucinotta Argento (2)

Grenchen (SVI) (18/10) – L’argento nell’Eliminazione di Annalisa Cucinotta chiude gli Europei su pista dell’Italia con il tris di medaglie. L'oro di Elia Viviani e i due argenti nell’Eliminazione di Annalisa e Simone Consonni, completano la festa azzurra. L'impresa di Annalisa toglie anche il rammarico per l’altro podio sfuggito per un punto nel Madison. La gara dell'azzurra è stata un esempio di bravura e di intelligenza tattica e rende il giusto merito a una campionessa che ha contribuito e continua a contribuire molto alla crescita del settore femminile. Il titolo è andato alla britannica Katie Archibald, che in precedenza aveva vinto la finale dell’inseguimento, aggiungendo così due ori alla sua prestigioso bacheca (foto Bettini).

Il Madison di Elia Viviani e Simone Consonni ha regalato spettacolo ed emozioni. Questa volta non è stato sufficiente lo sprint finale per agguantare il bronzo. Sarebbe stata la ciliegina sulla torta di un Europeo che i due azzurri hanno interpretato da grandi protagonisti. Puntavano alla posta più alta dopo il podio di Atene, ma quando si sono resi conto che non era possibile recuperare il giro di vantaggio preso dalla Russia e dalla Spagna, hanno concentrato gli sforzi sull’obiettivo minimo. I cinque punti dell’ultimo sprint non sono però bastati a superare la Francia, che ha parato il colpo piazzandosi terza e guadagnando due punti decisivi. Alla fine, mentre gli spagnoli, grazie alla fuga vincente, festeggiavano il titolo con 12 punti e i russi si godevano l’argento con zero punti all’attivo, la Francia occupava il terzo posto con 24 punti, uno in più dell’Italia.

Un altro risultato importante è il sesto posto raggiunto da Simona Frapporti con lo straordinario recupero di posizioni nella corsa a punti. A tre prove dal termine era ancora dodicesima, poi è risalita con il settimo posto nei 500 metri, ma nella corsa a punti ha dato spettacolo, guadagnando anche un giro. Salvoldi crede molto nel talento di Simona e a ragione, perché i suoi margini di miglioramento nella specialità olimpica sono enormi.

La classifica finale è stata dominata dalla britannica Laura Trott, capace di vincere quattro prove e di classificarsi due volte seconda. Enornme il suo vantaggio sulle altre: 231 punti contro i 195 della danese Amalie Dideriksen e i 185 della lituana Ausine Trebaite. Simona si è portata a quota 154 punti, uno meno della polacca Wojtyra, quinta, e quattro della francese Berthon, quarta.

La regina dell’inseguimento, come anticipato, è la britannica Katie Archibald, che in 3’31”959 ha avuto gioco facile contro la francese Elise Delzenne (3’36”047): Terza l’altra britannica Ciara Horne (3’36”735). Si sono inserite nella zona intermedia Silvia Valsecchi, 13^ in 3’42”633 e Beatrice Bartelloni, 15^ in 3’43”945.

Assegnati anche i titoli del keirin. Tra volate avvincenti e capitomboli, si sono imposti il ceco Pavel Kelemen davanti al francese François Pervis e al russo Denis Dmitriev nella finale maschile, l’olandese Elis Ligtlee sulla francese Virginie Cueff (Fra) e la russa Ekaterina Gnidenko nella finale femminile. Ci piace sottolineare il tredicesimo posto di Maila Andreotti, che ha sfiorato la qualificazione nella finalina 7°-12° posto. Gettata nella mischia da Edoardo Salvoldi, Maila sta imparando in fretta.

Il Ct Salvoldi esclama a caldo: “Sono felicissimo per Annalisa! Il risultato è stato cercato e lei alla vigilia era tra le favorite. Contavamo sul podio ed ha vinto l’atleta più forte. Nessuna recriminazione, solo una grande soddisfazione - dice il CT, che evidenzia anche il sesto posto di Simona Frapporti nell’omnium. L’azzurra dalla tredicesima posizione di eri ha "mangiato" sette posizioni chiudendo sesta la sua maratona della pista: “Un risultato degno e da evidenziare. E’ riuscita a recuperare una situazione difficile. Ora siamo in gioco per la corsa verso la qualifica di Rio2016, anche se difficile ma questo recupero ha iniettato una buona dose di fiducia e auto-convincimento” – conclude il CT.

Gioisce l’azzurra Cucinotta: “Speravo nel podio ed è una grande soddisfazione. E’ una corsa snervante, dove non c’è un momento per rilassarsi, devi stare sempre all’erta e andare sempre a tutta. Sono un po’ dispiaciuta per non aver vinto l’oro, ma ho dato il massimo ed ha vinto la più forte” .

KEIRIN DONNE

1^ Manche (vincitrici): Kristina Vogel (Ger); Helena Casas Roige (Spa); Elis Ligtlee (Ola); Ekaterina Gnidenko (Rus); Virginie Cueff (Fra); Tania Calvo Barbero Spa)

Recuperi (passano il turno): Lyubov Basova (Ucr); Urszula Los (Pol); Katy Marchant (Gbr); Anastasiia Voinova (Rus); Olivia Montauban (Fra); Katarzyna Kirschenstein (Pol)

Semifinali (qualificate): 1. Kristina Vogel (Ger); Ekaterina Gnidenko (Rus); Virginie Cueff (Fra); Elis Ligtlee (Ola); Olivia Montauban (Fra); Lyubov Basova (Ucr)

FINALE 1-6: 1. Elis Ligtlee (Ola); 2. Virginie Cueff (Fra);3. Ekaterina Gnidenko (Rus); 4. Lyubov Basova (Ucr), 5. Kristina Vogel (Ger); 6. Olivia Montauban (Fra)

FINALE 7-12: 7. Anastasiia Voinova (Rus); 8. Tania Calvo Barbero Spa); 9. Helena Casas Roige (Spa); 10. Katy Marchant (Gbr); 11. Katarzyna Kirschenstein (Pol); 12. Urszula Los (Pol),

13. Maila Andreotti (Ita) e Laurine Van Riessen (Ola)

KEIRIN UOMINI

1^ Manche (vincitori): Joachim Eilers (Ger); Nikita Shurshin (Rus); Christos Volikakis (Gre); Pavel Kelemen (Cze); Mateusz Lipa (Pol); Krzysztof Maksel (Pol);

Recuperi (passano il turno): Michael Dalmeida (Fra); Thomas Babek (Cze); François Pervis (Fra); Denis Dmitriev (Rus); Sergio Aliaga Chivite (Spa); Jason Kenny (Gbr)

Semifinali (qualificati): François Pervis (Fra); Michael Dalmeida (Fra); Thomas Babek (Cze); Krzysztof Maksel (Pol); Denis Dmitriev (Rus); Pavel Kelemen (Cze)

FINALE 1-6: 1. Pavel Kelemen (Cze); 2. François Pervis (Fra); 3. Denis Dmitriev (Rus); 4. Krzysztof Maksel (Pol); 5. Michael Dalmeida (Fra); 6. Thomas Babek (Cze)

FINALE 7-12: 7. Christos Volikakis (Gre); 8. Jason Kenny (Gbr); 9. Nikita Shurshin (Rus); 10. Sergio Aliaga Chivite (Spa); 11. Mateusz Lipa (Pol); 12. Joachim Eilers (Ger)

19. Luca e Francesco Ceci (Ita)

INSEGUIMENTO INDIVIDUALE DONNE

QUALIFICAZIONI: 1. Archibald Katie (Gbr) 3’31”959, media 50.953; 2. Delzenne Elise (Fra) 3’36”047; 3. Horne Ciara (Gbr) 3’36”735; 4. Kroger Mieke (Ger) 3’37”744; 5. Stock Gudrun (Ger) 3’38”154; 6. Pawlowska Katarzyna (Pol) 3’39”158; 7. Spath Melanie (Irl) 3’40”698; 8. Balabolina Tamara (Rus) 3’41”845; 9. Demay Coralie (Fra) 3’41”909; 10. Mazureviciute Edita (Ltu) 3’42”096; 11. Rodriguez Sanchez Gloria (Spa) 3’42”314; 12. Drozdek Agata (Pol) 3’42”462; 13. Valsecchi Silvia (Ita) 3’42”633; 14. Goncharova Aleksandra (Rus) 3’43”919; 15. Bartelloni Beatrice (Ita) 3’43”945; 16. Usabiaga Balerdi Irene (Spa) 3’44”815; 17. Piatrouskaya Katsiaryna (Blr) 3’45”148; 18. Savenka Ina (Blr) 3’46”531; 19. Schweizer Doris (Svi) 3’46”612; 20. Knight Josie (Irl) 3’47”228; 21. Van Der Meulen Kaat (Bel) 3’47”736; 22. Tsavari Eleni Michalitsa (Gre) 3’53”118; 23. Ferrara Sara (Fin) 3’55”286; 24. Pikauskaite Vaida (Ltu) 3’55”449; 25. Metalnikova Inna (Ucr) 3’55”735.

FINALE 1-2: 1. Archibald Katie (Gbr) 3’32”832; 2. Delzenne Elise (Fra) 3’37”331

FINALE 3-4: 3. Horne Ciara (Gbr) 3’35”288; 4. Kroger Mieke (Ger) 3’36”372

OMNIUM DONNE

4^ prova (500 mt): 1. Berthon Laurie (Fra) 35”313; 2. Trott Laura (Gbr) 35”394; 3. Wojtyra Malgorzata (Pol) 35”491; 4. Olaberria Dorronsoro L. (Spa) 36”119; 5. Knauer Anna (Ger) 36”218; 6. Ausine Trebaite (Ltu) 36”489; 7. Frapporti Simona (Ita) 36”565; 8. Dideriksen Amalie (Dan) 36”521; 9. Lydia Boylan (Irl) 36”628; 10. Wild Kirsten (Ola) 36”845

5^ prova (giro lanciato): 1. Trott Laura (Gbr) 14”068; 2. Berthon Laurie (Fra) 14”169; 3. Wojtyra Malgorzata (Pol) 14”310; 4. Wild Kirsten (Ola) 14”331; 5. Knauer Anna (Ger) 14”421; 6. Dideriksen Amalie (Dan) 14”448; 7. Sharakova Tatsiana (Blr) 14”570; 8. Lydia Boylan (Irl) 12”589; 9. Olaberria Dorronsoro L. (Spa) 14”644; 10. Ausine Trebaite (Ltu) 14”706; 11. Frapporti Simona (Ita) 14”766

6^ prova (corsa a punti) CLASSIFICA FINALE: 1. Trott Laura (Gbr) p. 231; 2. Dideriksen Amalie (Dan) p. 195; 3. Ausine Trebaite (Ltu) p. 185; 4. Berthon Laurie (Fra) p. 158; 5. Wojtyra Malgorzata (Pol) p. 155; 6. Frapporti Simona (Ita) p. 154; 7. Anna Knauer (Ger) p. 146; 8. Kirsten Wild (Ola) p. 145; 9. Sharakova Tatsiana (Blr) p. 143; 10. Olaberria Dorronsoro L. (Spa) p. 140

MADISON UOMINI

1.SPAGNA (Mora Vedri Sebastian-Torres Barcelo Albert) p. 12; 2. RUSSIA (Radionov Mikhail-Sazanov Andrey ) p. 0; 3. FRANCIA (Kneisky Morgan-Coquard Bryan) p. 24 a 1 giro; 4. ITALIA (Viviani Elia-Consonni Simone) p. 23 a 1 giro; 5. BELGIO (De Ketele Kenny-De Pauw Moreno) p. 19 a 1 giro; 6. AUSTRIA (Muller Andreas-Graf Andreas) p. 7 a 1 giro; 7. GERMANIA (Thiele Kersten-Rohde Leon) p, 5 a 1 giro; 8. UCRAINA (Kreminskyi Vladyslav. Gladysh Roman) p. 5 a 1 giro; 9. REP. CECA (Blaha Martin-Hacecky Vojtech) p. 4 a 1 giro; 10. POLONIA (Pszczolarski Wojciech-Nowak Mateusz) p. 3 a 1 giro; 11. SVIZZERA (Schir Thery-Kueng Stefan) p. 2 a 1 giro; 12. GRAN BRETAGNA (Latham Christopher-Wood Oliver) p. 6 a 2 giri; 13. BIELORUSSIA ( Shemetau Mikhail-Akhramenka Yauheni) p. 0 a 2 giri: 14. PORTOGALLO (Oliveira Ivo-Oliveira Rui) p. 0 a 3 giri; 15. Eefting).

ELIMINAZIONE DONNE

1. Katie Archibald (Gbr); 2. Annalisa Cucinotta (Ita); 3. Irene Usabiaga Balerdi (Spa); 4. Kirsten Wild (Ola); 5. Kaat Van Der Meulen (Bel); 6. Tamara Balabolina (Rus); 7. Fiona Dutriaux (Fra); 8. Lucja Pietrzak (Pol); 9. Machacova Jarmila (Cze); 10. Lisa Klein (Ger); 11. Iryna Semionova (Ucr); 12. Kristina Jakubovskaja (Ltu); 13. Creamer Lauren (Irl); 14. Sara Ferrara (Fin).

NEWS DI RIFERIMENTO

EUROPEI PISTA: Viviani resiste e vince il titolo dell'omnium

EUROPEI PISTA: Simone Consonni argento nell'Eliminazione

EUROPEI PISTA: Viviani insegue l'oro dell'omnium

EUROPEI PISTA: Quinto e settimo posto per i trenini azzurri donne e uomini

EUROPEI PISTA: Oggi si assegnano i primi sei titoli

EUROPEI PISTA: Anche il quartetto maschile si qualifica

EUROPEI PISTA: Le azzurre passano il turno con il terzo tempo

EUROPEI PISTA: A caccia di punti per Rio 2016