2 Marzo Mar 2016 2250 one year ago

MONDIALI PISTA: Assegnati i primi quattro titoli

Scratch allo spagnolo Mora (Viviani 12°), conferma dell’australiana Wiasak nell’inseguimento (8^ Bartelloni), Velocità a squadre a Nuova Zelanda (uomini) e Russia (donne)

Londra 2Marzoprima

Londra (2/3) – Assegnati quattro titoli iridati nella prima giornata dei Campionati del Mondo a Londra. Nello scratch uomini ha vinto l’oro lo spagnolo Sebastian Mora Vedri, che ha messo a segno il colpo vincente negli ultimi tre giri anticipando il messicano Ignacio Prado, medaglia d’argento, e lo svizzero Claudio Imhof, medaglia di bronzo. Ha effettuato la premiazione il presidente della Fci e dirigente dell’Uci Renato Di Rocco (foto a sinistra). L’azzurro Elia Viviani ha concluso al dodicesimo posto, dopo aver dato un contributo fondamentale alla performance del quartetto che ha stabilito il nuovo record italiano in 3’57”800.

“Ha vinto il più forte – dice Viviani – e gli altri alle sue spalle hanno conquistato il podio grazie alle tempistiche, alle condizioni ed ad aver sfruttato al meglio la situazione. Lo spagnolo ha già dimostrato di saper vincere con questa tattica. Per me, al di là del podio, le sensazioni sono state buone perché ed è stato un bene correre lo scratch per le gare di gruppo dell’omnium che sicuramente saranno corse in modo diverso ma il test è stato importante” – conclude l’azzurro.

Concorda anche il CT Villa: “Il giro conquistato da Elia è stato conquistato con forza e se l’è guadagnato. Peccato aver lasciato andare la seconda fuga con lo spagnolo che ha risolto poi la corsa ma per noi era importante testare la gamba di Elia nelle prove di gruppo ed il test è andato veramente bene”.

Nell’inseguimento individuale donne si è confermata regina l’australian Rebecca Wiasak in 3’34”099, nettamente superiore alla polacca Malgorzata Wojtyra, che ha conquistato l’argento in 3’41”904. Terza la canadese Annie Foreman Mackey in 3’36”005 (nella foto a destra la premiazione), quarta la statunitense Ruth Winder (3’39”902). Buona la prestazione dell’azzurra Beatrice Bartelloni, ottava in 3’40”394.

I titoli della velocità a squadre uomini e donne hanno premiato rispettivamente la Nuova Zelanda (Dawkins Edward, Mitchell Ethan, Webster Sam) e la Russia (Shmeleva Daria, Voinova Anastasiia). Come noto, l’Italia non è rappresentata in questa specialità.

Domani alle ore 14 (ora italiana) scendono in pista le azzurre del quartetto femminile già qualificato per Rio 2016, mentre il quartetto maschile affronterà la Gran Bretagna nel confronto che darà il pass per la finalissima oro-argento. i britannici partono superfavoriti e non ci sarà Viviani, che punta decisamente all’omnium, ma il CT Villa chiede agli azzurri una prova d’orgoglio che confermi i progressi di tutto il gruppo.

Le altre finali in programma sono il Keirin e lo Scratch donne (con Maria Giulia Confalonieri, campionessa europea della specialità nel 2013) e il Km da fermo uomini.

INSEGUIMENTO INDIVIDUALE DONNE

QUALIFICHE (le prime 4 qualificate alle finali): 1. Wiasak Rebecca (Aus) 3’31”287; 2. Wojtyra Malgorzata (Pol) 3’34”519; 3. Foreman-Mackey Annie (Can) 3’35”694; 4. Winder Ruth (Usa) 3’37”016; 5. Kroger Mieke (Ger) 3’38”002; 6. Delzenne Elise (Fra) 3’39”600; 7. Spath Melanie (Irl) 3’40”030; 8. Bartelloni Beatrice (Ita) 3’40”394; 9. Kopecky Lotte (Bel) 3’40”702; 10. Rodriguez Sanchez Gloria (Spa) 3’41”992; 11. Mazureviciute Edita (Ltu) 3’46”051; 12. Pang Yao (Hkg) 3’49”559; 13. Uwano Minami (Giap) 3’49”788

FINALE 1-2: 1. Wiasak Rebecca (Aus) 3’34”099; 2. Wojtyra Malgorzata (Pol) 3’41”904

FINALE 3-4: 3. Foreman-Mackey Annie (Can) 3’36”005; 4. Winder Ruth (Usa) 3’39”902

VELOCITÀ A SQUADRE UOMINI

QUALIFICHE (le prime 4 qualificate alle finali): 1. NUOVA ZELANDA (Dawkins Edward, Mitchell Ethan, Webster Sam) 43”096, 2. OLANDA (Haak Hugo, Hoogland Jeffrey, Van 'T Hoenderdaal Nils) 43”266; 3. FRANCIA (Bauge Gregory, D'Almeida Michael, Sireau Kevin) 43”487; 4. GERMANIA (Eilers Joachim, Enders Rene, Niederlag Max) 43”496; 5. AUSTRALIA 43”497; 6. GBR 43”507; 7. RUSSIA 43”538; 8. POLONIA 43”751; 9. CINA 44”496; 10. VENEZUELA 44”654

FINALE 1-2: 1. NUOVA ZELANDA (Dawkins Edward, Mitchell Ethan, Webster Sam) 43”257, 2. OLANDA (Haak Hugo, Hoogland Jeffrey, Van 'T Hoenderdaal Nils) 43”469;

FINALE 3-4: 3. GERMANIA (Eilers Joachim, Enders Rene, Niederlag Max) 43”436; 4. FRANCIA (Bauge Gregory, D'Almeida Michael, Sireau Kevin) 43”577.

VELOCITÀ A SQUADRE DONNE

QUALIFICHE (le prime 4 qualificate alle finali): 1. CINA (Gong Jinjie, Zhong Tianshi) 32”428; 2. RUSSIA (Shmeleva Daria, Voinova Anastasiia) 32”560; 3. GERMANIA (Vogel Kristina, Welte Miriam) 32”808; 4. AUSTRALIA (Meares Anna, Morton Stephanie) 32”820; 5. GBR 32”903; 6. OLANDA 33”133; 7. FRANCIA 33”258; 8. SPAGNA 33”455; 9. CANADA 33”867; 10. NZL 33”932

FINALE 1-2: 1. RUSSIA (Shmeleva Daria, Voinova Anastasiia) 32”679; 2. CINA (Gong Jinjie, Zhong Tianshi)

FINALE 3-4: 3. GERMANIA (Vogel Kristina, Welte Miriam) 32”740; 4. AUSTRALIA (Meares Anna, Morton Stephanie) 32”871

SCRATCH UOMINI

  1. Sebastian Mora Vedri (Spa)
  2. Ignacio Prado (Mex)
  3. Claudio Imhof (Sui)
  4. Raman Ramanau (Blr)
  5. King Lok Cheung (Hkg)
  6. Vojtech Hacecky (Cze)
  7. Lucas Liss (Ger)
  8. Rui Oliveira (Por) a 1 giro
  9. Christopher Latham (Gbr)
  10. Felix English (Irl)
  11. Moreno De Pauw (Bel)
  12. Elia Viviani (Ita)
  13. Roman Gladysh (Ucr)
  14. Andreas Mueller (Aut)
  15. Glenn O'Shea (Aus)
  16. Morgan Kneisky (Fra) a 2 giri
  17. Jacob Duehring (Usa)
  18. Robert Gaineyev (Kaz)
  19. Adrian Teklinski (Pol)
  20. Wim Stroetinga (Ola)
  21. Alex Frame (Nzl)
  22. Jean Spies (Rsa) Dns

VIDEO INTERVISTA CON IL CT MARCO VILLA

NEWS CORRELATE

MONDIALI PISTA: Nazionali azzurre consapevoli e agguerrite