6 Marzo Mar 2016 2025 one year ago

MONDIALI PISTA: Grazie Italia!

Cala il sipario sull'evento iridato di Londra che segna la rinascita della pista azzurra, rappresentata a Rio2016 anche nel Keirin - La premiazione di Wiggins e Cavendish con il presidente Di Rocco

Grazieitalia

Londra (6/3) – Il sipario cala a Lee Valley Velo Park di Londra nel tripudio del pubblico sportivissimo e competente della capitale. Gli idoli Sir Bradley Wiggins e Mark Cavendish hanno recitato da consumati attori l’ultimo atto trionfando nel Madison. Al termine di un carosello vertiginoso e ricco di colpi di scena, compresa la caduta di Cavendish a 11 giri dal termine, la Gran Bretagna conquista l’oro davanti alla Francia (Kneisky Morgan-Thomas Benjamin) e alla Spagna (Mora Vedri Sebastian-Torres Barcelo Albert). Il sogno di vedere protagonisti i nostri Elia Viviani e Liam Bertazzo, argento nel mondiale scorso, è svanito presto. Nel vortice gli azzurri hanno perso la bussola e quando si sono resi conto che ormai il podio era fuori portata hanno tirato i remi in barca. Avevano già dato tanto in questo mondiale.

VIDEO DEL MADISON CON PREMIAZIONE EFFETTUATA DAL PRESIDENTE DI ROCCO

L’Italia chiude con una sola medaglia, ma che medaglia! L’iride di Filippo Ganna nell’inseguimento è il suggello di un’autentica svolta complessiva. L’Italia della pista è rinata. A poco a poco, con tanti sacrifici e tanto lavoro, ha risalito la china e ha posto le basi per entrare a pieno titolo nel Gotha delle grandi.

Oltre alla performance strepitosa di Ganna riportiamo da Londra il record italiano dell’inseguimento a squadre maschile ben sotto il muro dei quattro minuti e uno splendido quarto posto mondiale. Riportiamo i progressi del quartetto femminile, già qualificato per Rio, con un nuovo record e il sesto posto. A questo proposito, bella notizia dell’ultima ora, è ufficializzato anche il pass olimpico per Francesco Ceci nel Keirin, grazie al 13° posto odierno nella gara vinta dal tedesco Joachim Eilers davanti al neozelandese Edward Dawkins e al malese Azizulhasni Awang.

E c’è Viviani, ancora a un soffio dal titolo che avrebbe strameritato nell’omnium. Elia è il “motore” trainante di questa rinascita con l’esempio della sua dedizione alla maglia azzurra, la sua scelta per la multidisciplinarietà, la sua generosità a favore del gruppo. Un campione che non si tira mai indietro e ispira i giovani con il la sua bravura e il suo entusiasmo. Grazie Elia, ti aspettiamo a Rio per la rivalsa, e grazie Italia per le emozioni che ci hai regalato.

Il commento del Presidente Renato Di Rocco

Lasciamo Londra con molta soddisfazione e qualche rammarico, Complessivamente tutti hanno rispettato e migliorato le proprie prestazioni, che evidenziano l'impegno ed i lavori effettuati per una crescita complessiva della squadra azzurra. Un grazie particolare ad Elia Viviani che ha dimostrato la sua generosità e professionalità a sostegno del quartetto e fino all'ultimo impegno in gara. Un comportamento utile a tutto il gruppo. Un ringraziamento ai tecnici ed a tutto lo staff, le cui competenze ed impegno hanno garantito gli ottimi risultati ottenuti” .

L’ultima giornata dei Mondiali ha assegnato anche il titolo iridato dell’omnium femminile alla britannica Laura Trott (p. 201), l’argento alla francese Laurie Berthon (p. 183), che non stava più nella pelle per questo podio inatteso, e il bronzo alla statunitense Sarah Hammer (p. 182). Purtroppo Simona Frapporti non ce l’ha fatta a qualificarsi per la prova olimpica. Oggi ha concluso al 12° posto. Brava comunque ad averci provato.

Infine, nella velocità femminile en plein delle cinesi Tianshi Zhong e Lin Junhong, oro e argento. Bronzo all tedesca Kristina Vogel.

OMNIUM DONNE

1^ prova (scratch): 1. Dideriksen Amalie (Dan); 2. Frapporti Simona (Ita); 3. Trott Laura (Gbr); 4. Berthon Laurie (Fra); 5. Hammer Sarah (Usa); 6. D'Hoore Jolien (Bel); 7. Wild Kirsten (Ola); 8. Edmondson Annette (Aus); 9. Knauer Anna (Ger); 10. Diao Xiao Juan (Hkg); 11. Mejias Garcia Marlies (Cub); 12. Luo Xiao Ling (Cina); 13. Olaberria Dorronsoro Leire (Spa); 14. Hsiao Mei Yu (Tpe); 15. Balabolina Tamara (Rus); 16. Beveridge Allison (Can); 17. Gonzalez Angie Sabrina( Ven); 18. Sharakova Tatsiana (Blr); 19. Tsukagoshi Sakura (Giap); 20. Ellis Lauren (Nzl).

2^ prova (inseguimento): 1. Hammer Sarah (Usa) 3’28”630; 2. Trott Laura (Gbr) 3’32”436; 3. Sharakova Tatsiana (Blr) 3’34”714; 4. Wild Kirsten (Ola) 3’34”882; 5. D'Hoore Jolien (Bel) 3’36”202; 6. Dideriksen Amalie (Dan) 3’37”611; 7. Berthon Laurie (Fra) 3’38”028; 8. Beveridge Allison (Can) 3’38”141; 9. Ellis Lauren (Nzl) 3’38”327; 10. Mejias Garcia Marlies (Cub) 3’38”547; 16. Frapporti Simona (Ita) 3’43”159

3^ prova (eliminazione): 1. Hammer Sarah (Usa); 2. Trott Laura (Gbr); 3. Dideriksen Amalie (Dan); 4. Berthon Laurie (Fra); 5. Edmondson Annette (Aus); 6. Wild Kirsten (Ola); 7. Knauer Anna (Ger); 8. D'Hoore Jolien (Bel); 9. Frapporti Simona (Ita); 10. Beveridge Allison (Can)

4^ prova (500 mt): 1. Edmondson Annette (Aus) 35”095; 2. Berthon Laurie (Fra) 35”143; 3. Trott Laura (Gbr) 35”273; 4. D'Hoore Jolien (Bel) 35”424; 5. Beveridge Allison (Can) 35”567; 6. Hsiao Mei Yu (Tpe) 35”672; 7. Olaberria Dorronsoro Leire (Spa) 35”705; 8. Tsukagoshi Sakura (Giap) 35”940; 9. Mejias Garcia Marlies (Cub) 36”050; 10. Hammer Sarah (Usa) 36”330: 15. Frapporti Simona (Ita) 36”784

5^ prova (giro lanciato): 1. Beveridge Allison (Can) 13”924; 2. Berthon Laurie (Fra) 14”012; 3. Trott Laura (Gbr) 14”216; 4. Edmondson Annette (Aus) 14”232; 5. Hammer Sarah (Usa) 14”275; 6. Wild Kirsten (Ola) 14”372; 7. D'Hoore Jolien (Bel) 14”395; 8. Mejias Garcia Marlies (Cub) 14”409; 9. Hsiao Mei Yu (Tpe) 14”551; 10. Ellis Lauren (Nzl) 14”555; 14. Frapporti Simona (Ita) 14”714

6^ prova (corsa a punti e CLASSIFICA FINALE): 1. Trott Laura (Gbr) p. 201; 2. Berthon Laurie (Fra) p. 183; 3. Hammer Sarah (Usa) p. 182; 4. Beveridge Allison (Can) p. 159; 5. Edmondson Annette (Aus) p. 158; 6. D'Hoore Jolien (Bel) p. 157; 7. Wild Kirsten (Ola) p. 153; 8. Ellis Lauren (Nzl) p. 143; 9. Mejias Garcia Marlies (Cub) p. 124; 10. Dideriksen Amalie (Dan) p. 119; 11. Olaberria Dorronsoro Leire (Spa) p. 100; 12. Frapporti Simona (Ita) p. 98; 13. Knauer Anna (Ger) p. 95; 14. Hsiao Mei Yu (Tpe) p. 82; 15. Sharakova Tatsiana (Blr) p. 73; 16. Luo Xiao Ling (Cina) p. 70; 17. Gonzalez Angie Sabrina (Ven) p. 67; 18. Tsukagoshi Sakura (Giap) p. 62; 21. Diao Xiao Juan (Hkg) p. 56; 20. Balabolina Tamara (Rus) p. 48.

VELOCITÀ IND. DONNE

FINALE 1-2: 1. Zhong Tianshi (Cina); 2. Junhong Lin Cina)

FINALE 3-4: 3. Vogel Kristina (Ger); 4. Meares Anna (Aus)

FINALE 5-8: 5. Hansen Natasha (Nzl); 6. O'Brien Kate (Can); 7. Lee Wai Sze (Hkg); 8. Morton Stephanie (Aus)

KEIRIN UOMINI

FINALE 1-6: 1. Eilers Joachim (Ger); 2. Dawkins Edward (Nzl); 3. Awang Azizulhasni (Mas); 4. Levy Maximilian (Ger)

FINALE 7-12: 7. Omelchenko Sergii (Aze); 8. Shurshin Nikita (Rus); 9. Im Chaebin (Cor); 10. Webster Sam (Nzl); 11. Kelemen Pavel (Cze); 12. Glaetzer Matthew (Aus); 13. Ceci Francesco (Ita)

MADISON UOMINI

GRAN BRETAGNA (Wiggins Bradley-Cavendish Mark) p. 21

FRANCIA (Kneisky Morgan-Thomas Benjamin) p. 14

SPAGNA (Mora Vedri Sebastian-Torres Barcelo Albert) p. 12

SVIZZERA (Imhof Claudio-Schir Thery) p. 11

AUSTRALIA (Meyer Cameron-Scotson Callum) p. 10

COLOMBIA (Parra Arias Jordan Arley-Gaviria Rendon Fernando) p. 6

BELGIO (De Ketele Kenny-De Pauw Moreno) p. 15 a 1 giro

REP. CECA (Blaha Martin-Hacecky Vojtech) p. 1 a 1 giro

GERMANIA (Thiele Kersten-Weinstein Domenic) p. 1 a 1 giro

AUSTRIA (Mueller Andreas-Graf Andreas) p. 1 a 1 giro

NUOVA ZELANDA (Bulling Pieter-Mudgway Luke) p. 1 a 1 giro

DANIMARCA (Rasmussen Alex-Morkov Jesper) p. 2 a 2 giri

OLANDA (Beukeboom Dion-Stroetinga Wim) p. 2 a 2 giri

HONG KONG (Cheung King Lok-Leung Chun Wing) p. 0 a 3 giri

ITALIA (Viviani Elia-Bertazzo Liam) p. 10 a 4 giri

UCRAINA (Kreminskyi Vladyslav-Gladysh Roman) DNF

NEWS CORRELATE

MONDIALI PISTA: Gaviria si conferma campione dell’omnium

Filippo Ganna campione del mondo!

MONDIALI PISTA: Anche le azzurre volano a tempo di record

FLASH: Strepitoso Filippo Ganna nella finale oro col miglior tempo!

MONDIALI PISTA: Azzurri, il quarto posto della rinascita

MONDIALI PISTA: Azzurri nella finale per il bronzo

MONDIALI PISTA: Azzurre qualificate con il settimo tempo

MONDIALI PISTA: Assegnati i primi quattro titoli

MONDIALI PISTA: Record del quartetto azzurro in 3’57”800!

MONDIALI PISTA: Oggi in gara il quartetto azzurro

MONDIALI PISTA: Nazionali azzurre consapevoli e agguerrite