16 Luglio Lug 2016 2143 9 months ago

EUROPEI PISTA: A Elisa Balsamo il titolo dell’omnium juniores

Per l'azzurrina è il secondo oro dopo quello conquistato con il quartetto – Nell’omnium uomini U23 un Consonni da podio è tradito dalla corsa a punti - Italia sempre prima nel medagliere, davanti a Polonia e Gran Bretagna

Balsamo 1

Montichiari (BS) (16/7) – Altra giornata di festa per la giovane pista azzurra agli Europei su Pista in corso a Montichiari. L'omnium delle donne juniores regala lo splendido oro, il sesto su un totale di dieci medaglie, grazie ad Elisa Balsamo. Per lei è il secondo titolo con quello del quartetto rosa, dopo aver sfiorato anche l’ingresso nella finale per il bronzo dell’inseguimento individuale (Foto Fabiano Ghilardi/BiciTv.it) .

L’azzurrina vince l’omnium olimpico, la specialità multipla della pista in sei prove, al termine di una prestazione esaltante. Si era presentata all’ultima e decisiva corsa a punti perfettamente allineata con la russa Mariia Novolodskaia. Il carosello finale avrebbe stabilito le gerarchie. Qui la russa si è autoeliminata con una serie di scorrettezze negli sprint che hanno indotto i giudici a diversi ammonimenti fino a decretare la squalifica.

La vittoria di Elisa Balsamo corona un percorso senza cedimenti fino all’ultimo colpo di pedale. Partita subito con il primo posto nello scratch di apertura, Elisa si piazza terza nell'inseguimento con il tempo di 2’26”888 contro i 2’24”626 della vincitrice, la russa Novolodskaia. Terza la lituana Olivija Baleisyte, neo campionessa europea dell’inseguimento individuale.

Nella terza prova, l’eliminazione, un piccolo brivido: Elisa è quinta mentre la russa mette a segno un’altra vittoria davanti alla lituana Baleisyte. Ed ecco che vengono fuori la grinta e il talento dell'azzurra. Nel 500 metri stampa il miglior crono in 36”522, la lituana è seconda in 36”635, la Novolodskaia terza in 37”426. Le tre sono separate da un gruzzoletto di punti. Elisa completa la rimonta con il secondo posto nel giro lanciato in 14”772, vince la ceca Kankovska in 14”632, ma Baleisyte e Novolodskaia sono rispettivamente quarta e quinta.

infine l’ultimo round della corsa a punti, che decreta il successo della giovane italiana con 186 punti, due in più della lituana Olivija Baleisyte, terza e la britannica Jessica Roberts a quattro punti. Della russa si è detto.

L'omnium visto da Elisa: "Lo scratch è intuito,, l'eliminazione è massacrante sia a livello fisico che mentale e non perdona, nell'inseguimento individuale è necessario calibrare al meglio le energie, il giro lanciato è ancora istinto, i 500 mt sono la perfezione e la corsa a punti è estenuante, ma che grande soddisfazione" . Dedica l'oro alla compagna azzurra Marta Cavalli, non presente agli europei per un infortunio.

Consonni Uec

CONSONNI SI PERDE NELLA BAGARRE FINALE - Purtroppo non è riuscita l’impresa a Simone Consonni (nella foto sopra). Fino all'ultima prova l’azzurro era stato quasi perfetto ed era lecito sperare almeno a un posto sul podio. Invece la corsa a punti, sempre piena d’insidie, gli è stata fatale e ha mandato in fumo tutto il capitale accumulato nelle cinque prove precedenti. Questo il percorso di Simone: 3° nello scratch, 3° nell’inseguimento (4’23”341), 9° nella eliminazione, mezza scivolata alla quale ha rimediato con due brillanti performance, 3° nel km in 1’03”479 e 4° nel giro lanciato in 13”282.

Grazie a questi due piazzamenti Consonni aveva risalito la corrente e tallonava il francese Boudat. Era infatti secondo al termine di cinque prove a a due sole lunghezze dal francese, grande favorito: 168 punti contro 166. Al terzo posto il portoghese Oliveira con 164 punti, vicinissimi anche il russo Rostovtsev con 162 punti, il bielorusso Tsishkou con 160.

Lotta ancora apertissima, perché la corsa a punti premia ogni sprint e se si perdono giri, che valgono 20 punti, la classifica può essere rivoluzionata. Così purtroppo è successo. Consonni non è riuscito a tamponare le fughe e controfughe degli avversari. Al termine il francese Boudat trionfa con 262 punti davanti al polacco Szymon Sajnok (p. 217) e al portoghese Ivo Oliveira Ivo ( p. 193). Consonni è settimo con 176 punti, gli stessi dell’ucraino Gladysh, che lo precede.

Al di là della classifica, resta la certezza che Consonni ha tutte le doti per eccellere in questa specialità, purché abbia la la volontà di proseguire. In questa edizione ha già confermato la sua classe con l'argento e il record italiano nel quartetto azzurro. Domenica parteciperà al Madison in coppia con Lamon per difendere il bronzo conquistato nell’edizione del 2015 ad Atene.

LE ALTRE GARE - L’omnium ha monopolizzato gran parte della serata. In precedenza si è svolta la finale dei 500 metri donne under 23 con la vittoria dell’olandese Elis Ligtlee in 34”049, argento alla russa Tatiana Kiseleva (34”570), bronzo alla francese Melissandre Pain (34”898). Nella Top Ten l’azzurra Miriam Vece in 35”964, che ha tutto il tempo e la qualità per crescere.

Spettacolare ed avvincente il Madison uomini juniores. Michele Gazzoli e Stefano Oldani si sono difesi con bravura cogliendo alla fine un buon sesto posto a parità di punteggio con la coppia ceca e quella polacca. Decisivo l'ultimo sprint per i posti d'onore sul podio. Il titolo premia i britannici Rhys Britton e Matthew Walls, primi con 10 punti grazie al giro guadagnato con un colpo magistrale. Argento ai belgi Jules Hesters e Gerben Thijssen con 17 punti, bronzo ai russi Sergei Malnev e Aleksandr Smirnov.

Nel Keirin uomini juniores gli azzurrini Lorenzo Davini e Michael Minali, dopo il primo round, sono costretti ai recuperi. Minali si ferma (sarà 15° in classifica) mentre Davini riesce a qualificarsi per la finalina dal 7^ al 12^ posto. Sarà 11°, mentre nella finale da 1-6 s’impone il ceco Martin Cechman, medaglia d'oro, davanti al tedesco Timo Bichler, argento, e al russo Dmitrii Nesterov, bronzo.

Nel Keirin donne juniores le azzurrine Gloria Manzoni e Martina Fidanza, argento della velocità olimpica, si piazzano entrambe al terzo posto delle rispettive manches di qualifica ed entrano nella finale da 1 a 6. Una discutibile decisione della giuria squalifica per “gioco di squadra” Martina Fidanza, classificata al sesto posto, mentre Gloria Manzoni è quinta. L’oro va alla ceca Sara Kankovska, l’argento alla polacca Aleksandra Tolomanow e il bronzo all’olandese Steffie Va Der Peet.

Infine, la Velocità individuale uomini under 23 ha laureato il polaco Mateusz Rudyk, argento al francese Sebastien Vigier, bronzo al lituano Vasilijus Lendelis. Mattia Geroli si è fermato ai sedicesimi di finale.

Balsamopodio

OMNIUM DONNE JUNIORES

1^ prova (scratch): 1. Balsamo Elisa (Ita); 2. Novolodskaia Mariia (Rus); 3. Baleisyte Olivija (Ltu); 4. Kankovska Ema (Cze); 5. Silva Soraia (Por); 6. Larrarte Arteaga Eukene (Spa); 7. Roberts Jessica (Gbr); 8. Doogan Ciara (Irl); 10. Tserakh Hanna (Blr)

2^prova (inseguimento): 1. Novolodskaia Mariia (Rus) 2’24”626; 2. Baleisyte Olivija (Ltu) 2’25”121; 3. Balsamo Elisa (Ita) 2’26”888; 4. Doogan Ciara (Irl) 2’29”311; 5. Bex Nathalie (Bel) 2’29”442; 6. Roberts Jessica (Gbr) 2’29”866; 7. Pikulik Wiktoria (Pol) 2’29”968; 8. Prima Sofiya (Ucr) 2’31”015; 9. Van Der Hulst Amber (Ola) 2’31”665; 10. Kankovska Ema (Cze) 2’32”065

3^prova (eliminazione) 1. Novolodskaia Mariia (Rus); 2. Baleisyte Olivija (Ltu); 3. Van Der Hulst Amber (Ola); 4. Roberts Jessica (Gbr); 5. Balsamo Elisa (Ita); 6. Doogan Ciara (Irl); 7. Pikulik Wiktoria (Pol); 8. Kankovska Ema (Cze); 9. Silva Soraia (Por); 10. Tserakh Hanna (Blr)

4^ prova (500 mt): 1. Balsamo Elisa (Ita) 36”522; 2. Baleisyte Olivija (Ltu) 36”635; 3. Novolodskaia Mariia (Rus) 37”426; 4. Roberts Jessica (Gbr) 37”475; 5. Kankovska Ema (Cze) 37”508; 6. Tserakh Hanna (Blr) 38”496; 7. Van Der Hulst Amber (Ola) 38”607; 8. Pikulik Wiktoria (Pol) 38”664; 9. Bex Nathalie (Bel) 39”232; 10. Prima Sofiya (Ucr) 39”392

5^ prova (giro lanciato): 1. Kankovska Ema (Cze) 14”632; 2. Balsamo Elisa (Ita) 14”772; 3. Roberts Jessica (Gbr) 15”052; 4. Baleisyte Olivija (Ltu) 15”323; 5. Novolodskaia Mariia (Rus) 15”367; 6. Tserakh Hanna (Blr) 15”440; 7. Pikulik Wiktoria (Pol) 15”592; 8. Van Der Hulst Amber (Ola) 15”734; 9. Prima Sofiya (Ucr) 16”027; 10. Larrarte Arteaga Eukene (Spa) 16”182

6^ prova (corsa a punti e CLASSIFICA FINALE): 1. Balsamo Elisa (Ita) p. 186; 2. Baleisyte Olivija (Ltu) p. 184; 3. Roberts Jessica (Gbr) p. 182; 4. Kankovska Ema (Cze) p, 154; 5. Van Der Hulst Amber (Ola) p. 150; 6. Pikulik Wiktoria (Pol) p. 144; 7. Doogan Ciara (Irl) p. 130; 8. Tserakh Hanna (Blr) p. 126; 9. Prima Sofiya (Ucr) p. 112; 10. Larrarte Arteaga Eukene (Spa) p. 104; Bex Natalie (Bel) p. 104: 12. Silva Soraia (Por) p. 104; 13. Michalickova Lucia (Svk) p. 64. Squalificata: Novolodskaia Mariia (Rus)

OMNIUM UOMINI UNDER 23

1^ prova (scratch): 1. Gladysh Roman (Ucr); 2. Boudat Thomas (Fra); 3. Consonni Simone (Ita); 4. Latham Christopher (Gbr); 5. Tsishkou Raman (Blr); 6. Oliveira Ivo (Por); 7. Kanter Max (Ger); 8. Mader Gino (Svi); 9. Sajnok Szymon (Pol); 10. Wauch Tobias (Aut)

2^prova (inseguimento) 1. Boudat Thomas (Fra) 4’20”750; 2. Latham Christopher (Gbr) 4’21”928; 3. Consonni Simone (Ita) 4’23”341; 4. Oliveira Ivo (Por) 4’24”033; 5. Tsishkou Raman (Blr) 4’25”758; 6. Mader Gino (Svi) 4’26”380; 7. Sajnok Szymon (Pol) 4’26”908; 8. Rostovtsev Sergey (Rus) 4’27”530; 9. Gladysh Roman (Ucr) 4’28”074; 10. Pietrula Nicolas (Cze) 4’31”903

3^prova (eliminazione) 1. Boudat Thomas Fra; 2. Gladysh Roman (Ucr); 3. Rostovtsev Sergey (Rus); 4. Rickaert Jonas (Bel); 5. Latham Christopher (Gbr); 6. Oliveira Ivo (Por); 7. Sajnok Szymon (Pol); 8. Tsishkou Raman(Blr); 9. Consonni Simone (Ita); 10. Mader Gino (Svi)

4^ prova (km da fermo): 1. Rostovtsev Sergey (Rus) 1’02”941; 2. Oliveira Ivo (Por) 1’03”154; 3. Consonni Simone (Ita) 1’03”479; 4. Sajnok Szymon (Pol) 1’04”493; 5. Tsishkou Raman (Blr) 1’04”675; 6. Pietrula Nicolas (Cze) 1’04”817; 7. Gladysh Roman (Ucr) 1’05”037; 8. Rickaert Jonas (Bel) 1’05”086; 9. Latham Christopher (Gbr) 1’05”138; 10. Kanter Max (Ger) 1’05”332; 11. Boudat Thomas (Fra) 1’05”360

5^ prova (giro lanciato): 1. Rostovtsev Sergey (Rus) 13”160; 2. Tsishkou Raman (Blr) 13”125; 3. Sajnok Szymon (Pol) 13”224; 4. Consonni Simone (Ita) 13”282; 5. Oliveira Ivo (Por) 13”355; 6. Boudat Thomas (Fra) 13”400; 7. Latham Christopher (Gbr) 13”524; 8. Pietrula Nicolas (Cze) 13”625; 9. Rickaert Jonas (Bel) 13”739; 10. Kanter Max (Ger) 13”750

6^ prova (corsa a punti e CLASSIFICA FINALE): 1. Boudat Thomas (Fra) p. 262; 2. Sajnok Szymon (Pol) p. 217; 3. Oliveira Ivo (Por) p. 193; 4. Tsishkou Raman (Blr) p. 189; 5. Rostovtsev Sergey (Rus) p. 184; 6. Gladysh Roman (Ucr) p. 176; 7. Consonni Simone (Ita) p. 176; 8. Rickaert Jonas (Bel) p. 173; 9. Kanter Max (Ger) p. 154; 10. Pietrula Nicolas (Cze) p. 146; 11. Mader Gino (Svi) p. 138; 12. Wauch Tobias (Aut) p. 90; 12. Andrej Strmiska (Svk) p. 38. DNF: Latham Christopher (Gbr); Etxabe Castillo Gorka (Spa), Nareklishvili Beka (Geo); Ribaks Emils (Let)

500 METRI DONNE UNDER 23

1. Ligtlee Elis (Ola) 34”049

2. Kiseleva Tatiana (Rus) 34”570

3. Pain Melissandre (Fra) 34”898

4. Hinze Emma (Ger) 34”919

5. Lamberink Kyra (Ola) 34”975

6. Marozaite Migle (Ltu) 34”139

7. Los Urszula (Pol) 34”407

8. Kirschenstein Katarzyna (Pol) 35”412

9. Starikova Olena (Ucr) 35”671

10. Vece Miriam (Ita) 35”964

11. Bogoyavlenskaya Ksenia (Rus) 36”282

12. Srutkova Natalie (Cze) 37”572

13. Zalizna Valeriia (Ucr) 37”986

14. Jakubovskaja Kristina (Ltu) 38”332

MADISON UOMINI JUNIORES

1. GRAN BRETAGNA (Britton Rhys, Walls Matthew) P. 10

2. BELGIO (Hesters Jules, Thijssen Gerben) p. 17 a 1 giro

3. RUSSIA (Malnev Sergei, Smirnov Aleksandr) p. 12 a 1 giro

4. REP. CECA (Babor Daniel, Capek Tomas) p. 9 a 1 giro

5. POLONIA (Czubak Dawid, Krawczyk Szymon) p. 9 a 1 giro

6. ITALIA (Gazzoli Michele, Oldani Stefano) p. 9 a 1 giro

7. SPAGNA (Garikano Lopetegui Luis Maria, Iribar Jauregi Unai) p. 0 a 1 giro

8. SVIZZERA (Aebi Antoinr Benoit, Vogel Alex) p. 0 a 2 giri

9. UCRAINA (Krivich Okeksandr, Scherban’ Valdyslav) p. 0 a 2 giri

10. SVEZIA DNF

11. IRLANDA DNF

KEIRIN UOMINI JUNIORES

FINALE 1-6

1. Cechman Martin (Cze)

2. Bichler Timo (Ger)

3. Nesterov Dmitrii (Rus)

4. Martinez Chorro Alejandro (Spa)

5. Orgambide Sagardoy David (Spa)

6. Junek Josef (Cze)

FINALE 7 -12

7. Stewart Lewis (Gbr)

8. Jankowski Dawid (Pol)

9. Dimitropoulos Vasileios (Gre)

10. Franz Alexander (Ger)

11. Davini Lorenzo (Ita)

12. Mikhail Dmitriev (Rus)

KEIRIN DONNE JUNIORES

FINALE 1-6

1. Kankovska Sara (Cze)

2. Tolomanow Aleksandra (Pol)

3. Van Der Peet Steffie (Ola)

4. Hilleard Georgia (Gbr)

5. Manzoni Gloria (Ita)

6. Fidanza Martina (Ita)

FINALE 7-9

1. Gros Mathilde (Fra)

2. Holl Jenny (Gbr)

3. Gorry Nicole (Irl)

VELOCITÀ UOMINI UNDER 23

FINALE 1-2: 1. Rudyk Mateusz (Pol); 2. Vigier Sebastien (Fra)

FINALE 3-4: 3. Lendelis Vasilijus (Ltu); 4. Landerneau Melvin (Fra)

FINALE 5-8: 5. Truman Joseph (Gbr); 6. May Jan (Ger); 7. Jonauskas Svajunas (Ltu); 8. Sojka David (Cze)

Mattia Geroli eliminato ai 1/16

TUTTE LE CLASSIFICHE:

Men Junior Keirin Finals 7-12 and 1-6 places

Men Junior Madison Final – 30 km

Men Under 23 Omnium Final Classification

Men Under 23 Sprint Finals

Women Junior Keirin Finals 7-12 and 1-6 places

Women Junior Omnium Final Classification

Women Under 23 500m Time Trial Final

Women Under 23 Omnium – Standings after 3 events

Medals standings day 5

Program_day 6