21 Luglio Lug 2016 1917 11 months ago

MONDIALI JRS: Azzurrine in vetta al mondo

Schiantata la Nuova Zelanda nella finale dell’inseguimento. Le squadre sono rimaste quasi subito con tre atlete - Bronzo di Moreno Marchetti nello scratch - LIVE STREAMING UCI

Quartettodoro

Aigle (SVI) (21/7) – Il quartetto azzurro delle meraviglie è campione del mondo! Vendicata alla grande Astana, con le azzurre che hanno corso fin dall’inizio praticamente in tre, Elisa Balsamo, Letizia Paternoster e Chiara Consonni perché Martina Stefani, caduta nelle semifinali, si è staccata quasi subito dopo aver dato generosamente il suo contributo nei primi giri. La dea bendata è stata in questo caso equanime, perché anche il trenino della Neo Zelanda ha perso un vagone causa del deragliamento in curva di un’atleta. Perciò finale tre contro tre, con le azzurrine che hanno quasi raggiunto le rivali in un crescendo irresistibile. Ottimo anche il 4’31”157 ottenuto nelle condizioni sopra descritte.

Sette

Le azzurrine, aggiungono così il titolo iridato a quello europeo vinto a Montichiari con tanto di record mondiale (4’29”234). Dopo il miglior tempo in qualifica segnato nella giornata di apertura della rassegna iridata (4’33”129) che le ha proiettate direttamente alle semifinali, hanno superato il turno ancora con il miglior tempo (4’34”) contro il Canada nonostante la caduta di Matina Stefani. Ottimo poi il 4’31”157 ottenuto nelle condizioni sopra descritte nella finalissima.

La medaglia di bronzo va alla Francia, che ha raggiunto il Canada. Seguono Gran Bretagna, Polonia. Australia.

In precedenza, nei 500 metri contro il tempo il 10° posto di Martina Fidanza e il 14° di Gloria Manzoni vanno misurati alla luce del quoziente tecnico di questa specialità esaltato dal record mondiale della vincitrice. La tedesca Sophie Pauline Grabosch si è imposta in 34”023 demolendo il suo precedente limite di 34”657. Argento alla cinese Yufang Guo in 34”571, bronzo alla coreana Soohyun Kim in 34”710.

Il miglioramento di entrambe le azzurre rispetto al recente europeo è netto. Ad Aigle Fidanza ha ottenuto 35”661 contro il 36”070 che le era valso il sesto posto a Montichiari. Tra le atlete europee presenti al mondiale è quarta. Gloria Manzoni ha corso in 35”996, tra le europee è settima. Messe insieme le due azzurrine danno il meglio: la medaglia d’argento nella velocità olimpica guadagnata ieri.

Marchettipodio3

Ma anche la nazionale maschile ha voluto partecipare alla festa con una medaglia. Moreno Marchetti coglie un bellissimo bronzo nello scratch e porta il bottino totale delle medaglie italiane a quota quattro in due giornate di gare: due ori, un argento e un bronzo.

Moreno Marchetti (classe 1998 di Cittadella), tricolore nello scratch e nella corsa a punti, ha fatto una bellissima gara nella specialità che più si avvicina ad una corsa su strada, con numerose varianti e imprevedibile fino alla fine. Ha vince infatti a sorpresa l’atleta il mongolo Tegshbayar Batsaikhan, argento al ceco Daniel Babor.

L'azzurro ha corso chiudendo tutti i buchi e quando mancavano otto giri al termine e c’erano in fuga tre atleti, è partito per prenderli. A tre giri dal termine il gruppo si è quasi fermato e dalla pancia è uscito l’atleta mongolo seguito dal ceco. Marchetti, nonostante avesse dato tutto, ha effettuato la volata con grinta e forza riuscendo a conquistare il terzo gradino de podio.

Nel keirin non è andata bene invece a Michael Minali. Costretto ai recuperi, è non riuscito a conquistare l’accesso al turno successivo. Oro all’australiano Conor Rowley.

L'inseguimento a squadre uomini, che ieri in qualifica ha visto l'Italia migliorare di oltre 3” il tempo degli europei conquistando l’accesso alle semifinali, conferma i progressi del gruppo azzurro.

“Peccato la semifinale contro la Francia, dove siamo partiti troppo forte e ci siamo fatti poi raggiungere. La finale per l'ottavo posto contro la Germania è andata meglio e sono soddisfatto perché in due giorni ho fatto correre sei atleti che hanno mantenuto i 4’13”. Da qui noi dobbiamo continuare a lavorare” dice il CT Villa.

Il quartetto è stato composto da Stefano Oldani, Moreno Marchetti, Giulio Masotto, Nicolò Gozzi e a rotazione da Michele Gazzoli e Filippo Ferrorato al posto di Marchetti, che domani correrà l’omnium. L’oro è andato alla Nuova Zelanda, che ha stabikito anche il nuovo record del mondo (4'01"409, precedente Australia 4'02"632), argento alla Danimarca e bronzo per la Gran Bretagna.

IL PROGRAMMA DI OGGI

VENERDÌ 22 LUGLIO
10:00 - 15:57

  • M Omnium Q - Qualification (2 heats i.r.)
  • W Scratch 5 km - Qualification (2 heats i.r.)
  • W Sprint 200m t.t. - Qualification
  • M Omnium I - Scratch 10km
  • W Sprint - 1/16 Final
  • M Points Race 14km - Qualification (2 heats i.r.)
  • W Individual Pursuit 2km - Qualification
  • W Sprint - 1/8 Final
  • M Omnium II - Individual Pursuit 3km
  • W Sprint - Rep. 1/8

17:00 - 21:00

  • M Kilometre t.t. - Final
  • W Sprint - 1/4 Final (1st)
  • M Points Race 24km - Final
  • W Sprint - 1/4 Final (2nd)
  • M Kilometre t.t. - Award Ceremony
  • W Sprint - 1/4 Final (3rd i.r.)
  • M Points Race 24km - Award Ceremony
  • W Individual Pursuit 2km - Finals 3-4 & 1-2
  • W Sprint - 5th to 8th places
  • W Individual Pursuit 2km - Award Ceremony
  • W Scratch 7.6km - Final
  • M Omnium III - Elimination
  • W Scratch 7.6km - Award Ceremony

LIVE STREAMING UCI