28 Agosto Ago 2016 1901 11 months ago

Mondiali Master in Valdisole: oltre 350 al via

Ricca di nomi e corposa la lista dei partecipanti al primo appuntamento iridato Master in Italia: provenienti dai 5 continenti e suddivisi in 13 categorie per fascia d'età, tra uomini e donne (rispettivamente 8 e 5).

Valdisole Marathon

VERMIGLIO (VAL DI SOLE – TRENTINO), 28 AGOSTO 2016 - Dalla Val di Sole Marathon all’iride il passo è veramente più breve di quanto si possa pensare visto che alcuni protagonisti della competizione capace di animare oggi Malè e mezza valle da mercoledì saranno in gara con altrettanti sogni di gloria nel Mondiale Master di Cross country, ospitato assieme alla rassegna Elite del Trials nella piana di Vermiglio, sotto il Passo del Tonale. Sarà la prima volta in assoluto di un Campionato del Mondo Master UCI in Italia e la scelta del Trentino e della Val di Sole non è casuale: questo territorio, infatti, vive di sport outdoor, vero e propri motore in campo turistico e sociale.

LA LISTA DEGLI ISCRITTI È IMPRESSIONANTE CON OLTRE 350 ATLETI provenienti dai cinque continenti e suddivisi in 13 categorie per fascia d'età, tra uomini e donne (rispettivamente otto e cinque). Molti gli azzurri al via con sogni di gloria. I nostri portacolori sono agguerritissimi. Tra questi il trentino Ivan Degasperi, forte di un oro e un argento iridato e che oggi è finito secondo nella Marathon di 40Km dietro all’inossidabile Martino Fruet e davanti ad Andrea Zamboni, altro pretendente al Mondiale. Come Ivan Pintarelli, vulcanico capo di gabinetto dell’assessore al Turismo del Trentino, Marco Dallapiccola.

E poi l’eterno Silvano Janes, che ha già gustato la gioia della maglia con l'iride tra i Master. La speranza è di ripetere l'impresa è altissima e un'ulteriore carta vincente per i nostri portacolori è rappresentata da un nome difficile da non tenere in considerazione: l'attuale CT della Nazionale Azzurra Cross country Hubert Pallhuber, appena rientrato dai Giochi Olimpici di Rio. Il vincitore dei Mondiali '97 di Château-d'Oex e del bronzo l'anno prima a Cairns ha aderito ai Mondiali Master della Val di Sole solo all'ultimo, ma tutti gli occhi saranno puntati su di lui.

TRA LE DONNE OCCHI PUNTATI DALLA VERONESE LORENA ZOCCA, che di titoli (italiani) se ne intende e non poco. Negli ultimi anni è stata protagonista sia nelle Marathon sia nelle GranFondo, nel circuito Trentino Mtb (che coinvolge anche la Val di Sole Marathon ) o nella Lessinia Tour con la vittoria nella trentina PassoBuoleXtreme un anno fa ad Ala. E proprio dalla Val di Sole Marathon 2016 sono usciti anche i nomi delle altre due azzurre Luisa Poz De Lorenzo e Patrizia D’Amato, finite rispettivamente al quinto e settimo posto. Al via ci sarà anche Valentina Rocca che guida il Lessinia Tour. Giornata dedicata ai test invece per Lorena Zocca a cui, sono le parole del suo vate, “il circuito piace molto. E’ molto bello. Complimenti agli organizzatori per il gran lavoro. Certamente Lorena dopo quattro titoli italiani è pronta a lanciare la sfida mondiale”.

IN GARA SI SARANNO ALCUNE PROTAGONISTE DEL MONDIALE 2015 di Andorra come la norvegese Gjertrud Bø protagonista nella categoria 50 con la francese Corinne Bedard, ma anche l’argentina Graciela Elina Vargas, la spagnola Marga Fullana e la statunitense Cameron Urban, al via a Vermiglio da campionesse iridate. Ma le azzurre non si faranno certamente intimorire.

Le competizioni Cross country si correranno mercoledì 31 agosto e giovedì primo settembre a Vermiglio. Sarà il primo grande evento in calendario all'indomani dei Giochi Olimpici di Rio. Sarà utilizzato lo storico percorso XCO degli Internazionali d'Italia Series, con alcune modifiche: la salita della cascata sarà più lunga, non mancherà un nuovissimo singletrack oltre a quello già presente, appositamente rinnovato per questa gara. L'anello di gara, lungo 4,5 km e con un dislivello di 190 m, è situato nella bellissima zona dei laghetti di Vermiglio, e si ripeterà più volte in base alla categoria d'appartenenza.

E’ importante segnalare come l’esordio italiano dei Mondiali Masters abbia già attirato l’interesse di una cinquantina i giornalisti italiani ed esteri, che si aggiungono al centinaio che sinora hanno formalizzato l’accredito per il Campionato del Mondo UCI Elite.