9 Settembre Set 2016 1439 one year ago

EUROPEI STRADA: Battesimo delle Nazionali al Vigorelli

Presentata la nuova maglia azzurra con Suzuki Main Partner della FCI - Presenti con i CT Cassani, Amadori e Salvoldi, Filippo Ganna, Simone Consonni. Chiara Consonni e Letizia Paternoster - Dal 14 al 18 settembre la rassegna continentale di Plumelec–Morbihan

Magliazzurra Suzuki1

Milano (9/9) – Da Maspes a Moser, solo per citarne alcuni, passando anche per lo storico concerto dei Beatles, fino alle nuove generazioni di ciclisti: l’affascinante cornice del Velodromo Vigorelli-Maspes ha tenuto a battesimo, infatti, le Nazionali uomini e donne (Junior, U23 ed élite) che prenderanno parte ai Campionati Europei in programma dal 14 al 18 a Plumelec–Morbihan, Bretagna (foto di Gianfranco Soncini).

Magliazzurra Suzuki2

Partnership Federciclismo – Suzuki: la nuova Maglia Azzurra

“Abbiamo pensato ad una presentazione straordinaria in uno scenario altrettanto straordinario – commenta Di Rocco –. Ognuno di noi varcando la soglia del Vigorelli ha provato una forte emozione ed anche l’orgoglio di aver partecipato ai lavoro di ristrutturazione di un impianto che il mondo ci invidia”. L’ultima importante novità è la concessione dellomologazione della pista – i cui test finali sono stati effettuati dal campione Francesco Moser lo scorso giugno – da parte della Federazione Ciclistica Italiana.

Oltre alla presentazione degli azzurri impegnati in Bretagna, l’occasione ha visto l’ufficializzazione della partnership tra Federciclismo e Suzuki e la presentazione della nuova Maglia Azzurra: “Sull’onda dell’entusiasmo dei successi di Viviani e Longo Borghini ai Giochi Olimpici di Rio2016, e di tutti gli azzurri del ciclismo che hanno tenuto alto l’onore della Maglia Azzurra, questa presentazione, in uno scenario che ha fatto la storia del ciclismo, segna la continuità dell’ottimo lavoro che si sta svolgendo con le Nazionali ed i rispettivi tecnici, proiettandoci verso nuovi traguardi. Abbiamo azzurri di livello pronti alla sfida continentale e l’organico di ogni Nazionale lo dimostra. Rivolgo un ringraziamento al nuovo Main Partner Suzuki, vicino alle Nazionali anche con la nuova Maglia Azzurra, per il valore aggiunto che sta dando, perché la partnership vuole dare un segnale forte con un brand dalla tecnologia evoluta capace di dialogare con i giovani. Grazie anche al comune di Milano e a Citylife che gestisce l’anello, per la collaborazione” – dice il Presidente FCI, Renato Di Rocco.

Ed ancora: “Il ciclismo è un movimento nazional popolare e con grande piacere ricerchiamo la notorietà partendo dal Top del ciclismo: le Nazionali” – dice Massimo Nalli, Direttore Suzuki Italia affiancato dal presidente Suzuki Italia, Hiroshi Kawamura.

Alla rassegna continentale: i CT e le loro Nazionali

Gli azzurri selezionati dal coordinatore delle Nazionali, Davide Cassani su indicazione dei CT di riferimento, sono tutti atleti di alto spessore. A partire da quelli delle giovani categorie.

La Nazionale Uomini Juniores, guidata dal CT Rino De Candido, è, appunto, in continua crescita: “In questo percorso per passisti-scalatori, abbiamo tutte le carte in regola per ben figurare – dice il CT –- Al G.P. Ruebliland, che è servito come lavoro di rifinitura per questo appuntamento, gli Covi, Bagioli, Oldani e Zana hanno corso da protagonisti. Dovremo fare attenzione comunque a nazioni come la Svizzera, la Slovenia e la Francia, attualmente al top della condizione. Per quanto riguarda la crono al via il tricolore in carica Oldani e l’altro azzurro Konichev, entrambi in crescita anche grazie ai lavori effettuati con i supporto del Centro Studi. Una corsa contro il tempo particolare, con uno strappo all’arrivo da affrontare con determinazione”.

LE NUOVE MAGLIE AZZURRE9842

Grandi aspettative per la prova in linea della Nazionale Donne Juniores: dal 2005, anno in cui la competizione è stata aperta anche a questa categoria, l’Italia ha vinto ben sette titoli continentali, due argenti e quattro bronzi: “Le aspettative sono molto alte visto i nostri successi nelle passate edizioni così significativi a continua conferma del nostro alto livello – dice il CT Edoardo Salvoldi –. Le atlete sono giovani e di talento e vista la concomitanza con l’inizio dell’anno scolastico, correremo, come sempre, con forza e grinta guardando comunque al mondiale, altro importante appuntamento. Nella gara a cronometro il nostro obiettivo è quello di entrare nella top ten e non sarà certo semplice”.

Presenti al Vigorelli la campionessa del mondo Letizia Paternoster: “ Daremo il massimo per onorare la Maglia Azzurra”. Con lei l’iridata Chiara Consonni che dall’anello milanese ricorda con emozione il recente successo mondiale su pista.

Anche per la Nazionale Uomini U23 “È un appuntamento importante, che ci proietterà poi ai mondiali - dice il CT Rino Amadori -. Lo abbiamo preparato al meglio attraverso la partecipazione alla Coppa Nazioni di categoria e, per alcuni come Ganna e Consonni, anche con la partecipazione a Rio2016 nel quartetto e quindi con un bagaglio in più di esperienza. La Nazionale è ben amalgamata, aperta a più soluzioni sia in corsa che all’arrivo, pronta a dare il meglio. Lo scorso anno l’iridato Ganna non fece la crono europea perché aveva altri obiettivi, in questa edizione, siamo a caccia del podio. Al suo fianco l’azzurro Giovanni Carboni, nella top ten nel 2015, che ha grande grinta”.

Il tricolore Consonni, punta della nazionale per la prova in linea, si sente pronto: “Dopo la grande esperienza nel quartetto a Rio, questo appuntamento continentale è stato ben preparato. Il percorso mi si addice poi dovremo comunque valutare già dalle prime fasi della gara come potrebbe svilupparsi. La squadra è forte e agguerrita”.

Cosi il campione del mondo dell’inseguimento, Filippo Ganna: “Unica l’esperienza fatta a Rio2016 e ben preparato l’avvicinamento all’europeo per un importante obiettivo”.

La prima volta della categoria élite: i CT Cassani e Salvoldi e le loro Nazionali

La Nazionale Donne Elite guidata dal CT Salvoldi ha nel suo organico atlete élite e U23: “Schieriamo una squadra forte – dice il CT – con le quattro azzurre che hanno corso a Rio2016 compreso il bronzo olimpico Longo Borghini. Tutte loro, nonostante la stagione particolarmente impegnativa, non hanno voluto rinunciare a questo appuntamento, segnale evidente del loro attaccamento alla Maglia Azzurra. Noi, nonostante le individualità di livello nelle altre nazionali, faremo, come sempre, affidamento sul gruppo e sulla sua forza”.

Ed anche per la Nazionale Uomini Elite è un esordio europeo: “Per essere la prima edizione, il livello dei partenti è molto alto – dice Cassani -. Sarà una corsa vera e la nostra squadra è agguerrita e pronta a tutto”.

IL NUOVO VIGORELLI9816
LE NAZIONALI AZZURRE

DONNE JUNIORES (CT Dino Salvoldi – Collaboratore tecnico Pierangelo Cristini)

PROVA IN LINEA (16/09 ore 10.00)

Elisa Balsamo Valcar Pbm

Nicole D'Agostin Team Wilier Breganze

Lisa Morzenti Eurotarget - Still Bike

Letizia Paternoster S.C. Vecchia Fontana

Elena Pirrone Gs Mendelspeck

Silvia Pollicini Valcar Pbm

CRONOMETRO (14/09 ore 9.30)

Lisa Morzenti Eurotarget - Still Bike

Alessia Vigilia Gs Mendelspeck

DONNE U23/ ÉLITE ( CT Dino Salvoldi – Collaboratore Tecnico Paolo Sangalli)

PROVA IN LINEA (17/09 ore 14.00)

Alice Maria Arzuffi Lensworld-Zannata - U23

Sofia Bertizzolo G.S. Fiamme Oro - U23

Giorgia Bronzini Forestale Cicli Olympia Vittoria

Elena Cecchini G.S. Fiamme Azzurre

Tatiana Guderzo G.S. Fiamme Azzurre

Elisa Longo Borghini G.S. Fiamme Oro

Soraya Paladin Top Girls - Fassa Bortolo

Anna Zita Maria Stricker Inpa - Bianchi - U23

RISERVE

Ilaria Sanguineti Bepink

Lara Vieceli Inpa – Bianchi

CRONOMETRO (15/09 ore 10.30)

Sofia Bertizzolo G.S. Fiamme Oro - U23

Elisa Longo Borghini G.S. Fiamme Oro

Ilaria Sanguineti Bepink

UOMINI JUNIORES (CT Rino De Candido)

PROVA IN LINEA (16/09 ore 13.30)

Andrea Bagioli Canturino 1902 A.S.D.

Samuele Battistella A.S.D. V.C. Breganze

Mattia Bevilacqua Team Franco Ballerini

Alessandro Covi Team Giorgi A.S.D.

Stefano Oldani Gb Junior Team

Filippo Zana Gcd Contri Autozai Ttnk Sport

CRONOMETRO (14/09 ore 12.00)

Alexander Konychev A.S.D. Us Ausonia Csi Pescantina

Stefano Oldani Gb Junior Team

UOMINI U23 (CT Marino Amadori)

PROVA IN LINEA (17/09 ore 9.00)

Vincenzo Albanese Hopplà Petroli Firenze

Giovanni Carboni Unieuro Wilier Trevigiani

Simone Consonni Team Colpack

Filippo Ganna Team Colpack

Edward Ravasi Team Colpack

Andrea Vendrame Zalf Euromobil Désirée Fior

CRONOMETRO (14.09 ore 14.30)

Giovanni Carboni Unieuro Wilier Trevigiani

Filippo Ganna Team Colpack

UOMINI ÉLITE (CT Davide Cassani - Collaboratore Tecnico Marco Velo)

PROVA IN LINEA (18/09 ore 10.30)

(9 titolari. Il CT si riserva di comunicare poi le riserve)

Fabio Aru Astana Pro Team

Gianluca Brambilla Etixx–Quick Step

Sonny Colbrelli Bardiani Csf

Valerio Conti Lampre-Merida

Davide Formolo Cannondale Pro Cycling Team

Enrico Gasparotto Wanty - Groupe Gobert

Gianni Moscon Team Sky

Moreno Moser Cannondale Pro Cycling Team

Diego Ulissi Lampre-Merida

Giovanni Visconti G-Movistar Team

CRONOMETRO (15/09 Ore 14.00)

Fabio Felline Trek - Segafredo

Moreno Moser Cannondale Pro Cycling Team

Ufficio Stampa FCI

Europei Logo2016

IL COUNT DOWN È COMINCIATO

Il conto alla rovescia dei Campionati Europei in linea e a cronometro è iniziato. Dalla categoria Juniores ad Elite si correrà per il titolo continentale dal 14 al 18 settembre a Plumelec in Bretagna.

Il via verrà dato dalle prove contro il tempo in programma mercoledì 14 (12,9 i km che aspettano le donne junior, 25 km gli junior e under 23) e giovedì 15 (25 km per le donne under 23/elite e 44 km per gli elite uomini), le corse in linea si disputeranno su un circuito di 13,9 km e si terranno venerdì 16 (per un totale di 5 giri e 69,5 km per le junior donne e 11 giri per gli under 23 uomini, vale a dire 152,9 km totali), sabato 17 (donne under 23 ed elite se la giocheranno in 8 tornate che equivalgono a 111,2 km; 9 giri per un totale di 125,1 km per gli uomini junior) per chiudersi con il gran finale dedicato ai professionisti domenica 18 che si giocheranno il titolo europeo in palio al termine di 17 tornate e 236,3 km.

Altimetrie e planimetrie sono disponibili per il download sul sito www.uec.ch.

A Plumelec si scriverà una pagina di storia del ciclismo

L’edizione degli Europei di Plumelec è destinata ad entrare di diritto nella storia del ciclismo, per una serie di elementi di particolare interesse, primo tra tutti quello della partecipazione.

Al momento della chiusura della procedura telematica delle iscrizioni, all’evento risultano iscritti complessivamente 848 atleti (la conferma ufficiale dei partenti si terrà nella giornata del 13 settembre), in rappresentanza di 41 nazioni; un dato che rappresenta un grande successo.

Per cinque giorni dunque la Bretagna sarà la capitale indiscussa del mondo del ciclismo e grazie all’accordo con l’EBU (Eurovision Broadcasting Union), che diffonderà le immagini delle gare in programma in circa 60 paesi, questi campionati godranno di una copertura mediatica eccezionale.

David Lappartient, Presidente de l’Union Européenne de Cyclisme: “Questi campionati d’Europa rappresentano una grande innovazione con il primo Campionato Europeo su strada per professionisti che tra l’altro si svolge nell’ anno olimpico. Certo, abbiamo incontrato alcune difficoltà che sono state superate dopo il comprensibile annullamento delle prove programmate a Monaco e Nizza. La Bretagna e il Morbihan, accoglieranno i campionati europei sul circuito selettivo di Plumelec con famoso Cadoudal, la cui sommità sarà sia il punto strategico di questo spettacolare circuito. Voglio ringraziare in modo particolare Stéphane Hamon, Sindaco di Plumelec, François Goulard, Presidente del Conseil départemental du Morbihan, Jean-Yves Le Drian, Présidente della Régione Bretagne oltre lo Stato Francese.”

I PROTAGONISTI

C’è grande attesa per la prova riservata alla categoria uomini élite che tra gli iscritti (la conferma ufficiale dei partecipanti si terrà alla vigilia della gara) vede nomi di primissimo piano. A Plumelec saranno presenti gli ultimi quattro Campioni del Mondo, quello in carica Peter Sagan (Slovacchia) e oltre a Michal Kwiatkowski (Polonia), Rui Costa (Portogallo) e Philippe Gilbert (Belgio). Di particolare interesse sarà anche la presenza dell’italiano Fabio Aru, vincitore della Vuelta Espana nel 2015 e dei talenti francesi Tony Galoppin e Julian Alaphilippe, mentre una delle formazioni più agguerrite è indubbiamente quella spagnola con l’oro olimpico di Pechino 2008, Samuel Sanchez e il vincitore della gara su strada ai Giochi Europei di Baku 2015, Luis Leon Sanchez.

In campo femminile, tra le iscritte risultano le prime tre classificate della gara su strada ai Giochi Olimpici di Rio: Anna Van der Breggen (Paesi Bassi), Emma Johansson (Svezia) ed Elisa Longo Borghini (Italia) oltre alla plurititolata Marianne Vos (Paesi Bassi) e alla campionessa europea 2015 della categoria under 23, la polacca Katarzyna Niewiadoma.

Tra gli uomini Juniores l’uomo di punta sarà indubbiamente il campione del mondo in carica Felix Gall (Austria).

La gara degli Under 23 si annuncia particolarmente spettacolare grazie alla presenza del vincitore del recente Tour de l’Avenir, David Gaudu (Francia), dell’italiano Edward Ravasi, secondo nella gara francese, e di Tao Gheoghegan Hart (Gran Bretagna).

Tutte le informazioni sui Campionati Europei Strada 2016 (percorsi, cronotabelle, programma, iscritti) – clicca qui

Stefano Bertolotti

UEC Press Officer