11 Settembre Set 2016 1225 one year ago

MONDIALI DH: Alessia Missiaggia conquista il titolo iridato juniores!

Formidabile impresa dell’azzurrina che porta all’Italia l’oro del downhill staccando nettamente la statunitense Kingshill e la francese Lesoin, 4^ Beatrice Migliorini - Nella finale uomini Bianciotto è settimo, titolo al canadese Finnley Iles

Missiaggiapodio

Commezzadura (TN) (11/9) Alessia Missiaggia conquista il titolo iridato del downhill donne juniores in Val di Sole. Partenza con l’inno di Mameli alle finali del Mondiale in corso a Commezzadura grazie alla bolzanina tesserata alla Bike Zone Alien Factory, che ha compiuto 17 anni a gennaio. Alessia si era qualificata con il quinto tempo alla finale. Oggi ha sfoderato il formidabile crono di 5’29”011 staccando la statunitense Samantha Kingshill di ben 11”946 e la francese Flora Lesoin di 25”960. Alessia è già stata protagonista in Coppa Europa con tre successi e un terzo posto in Coppa del Mondo assoluta quest’anno a Lenzerheide in Svizzera.

Formidabile la discesa dell’azzurrina che ha sgominato il campo. Brava anche Beatrice Migliorini, che nelle qualifiche aveva stampato la seconda prestazione. Per lei la quarta piazza a 39”338 dalla Missiaggia. Per l'Italia è la prima medaglia d'oro in Downhill dopo 23 anni. L'ultima l'aveva conquistata la veronese Giovanna Bonazzi che ha assistito alla vittoria della più giovane collega.

Missiaggia Iridata Copia

La nuova campionessa del Mondo downhill juniores gareggia da tre anni e normalmente si allena attorno a Bolzano e in Trentino. Ha studiato al Rainerum di Bolzano e ora si trasferirà in Canada nella Nuova Scozia per studiare e allenarsi.

Missiaglia Medaglia

“Alessia ha corso in modo impeccabile – dice il CT Vernassa –. Ha vinto la sua grande costanza e continuità perché ha realizzato una gara perfetta, senza errori su di un percorso veramente difficile per le donne soprattutto di questa categoria. Per il quarto posto di Beatrice c'è un po’ di rammarico – dice il CT – Eppure se penso che oggi abbiamo vinto l’iride, registrato un quarto posto e se non ci fosse stata la caduta dello junor Alessio Bianciotto, in testa nella qualifica, senza dubbio ci saremmo giocati un altro podio. Posso dire che il grande lavoro svolto fino ad ora è più che soddisfacente. Ora attendiamo la prova degli élite”.

Bianciotto

Infatti in campo maschile lo junior Andrea Bianciotto, a causa della caduta non ha potuto ripetere nella finale la brillante performance delle qualifiche (miglior tempo assoluto). Il giovane talento di Pinerolo, in forza all’Argentina Bike, 17 anni lo scorso 20 febbraio, si è classificato al settimo posto con il tempo di 3’54”905, a 7”500 dal canadese Finnley Iles, campione del mondo juniores con il tempo di 3’47”405. Argento all’altro canadese Magnus Manson, a 3”796, bronzo al francese Gaetan Vige, a 4”610.

Meno di tre secondi separano Bianciotto dal podio, a sottolineare comunque un talento di valore assoluto. Si è piazzato 25° Federico Monzoni, a 22”163 dal vincitore, 69° Lorenzo Sorrentino a 1’22”511.

Alle 12.40 ha preso il via la finale Donne Elite e alle 13.45 con la gara Uomini Elite il Campionato del Mondo Mtb Val di Sole 2016 calerà il sipario. Migliaia gli spettatori assiepati nel parterre e lungo la Black Snake, la pista definita più folle e selvaggia della Mtb mondiale. Dove vincono solo i grandi campioni.