15 Settembre Set 2016 2129 7 months ago

RIO2016: Cecchetto cala il poker d’oro, Porcellato bissa il bronzo

Vince lo spirito di squadra nella gara H3 con Podestà che lancia il compagno verso il trionfo - A quota nove il medagliere del paraciclismo azzurro

Cecchettopodio 15Sett

Rio de Janeiro (BRA) (15/9) – L’ultima gara della giornata riserva la medaglia più ambita per l’Italia nella gara Uomini H3. Partiva favorito Vittorio Podestà, ma il vincitore della crono si è messo a disposizione di Paolo Cecchetto portandolo fuori dal gruppetto in fuga con una formidabile tirata negli ultimi 500 metri. L’obiettivo era l’oro, il quarto per gli azzurri, e Paolo Cecchetto lo ha centrato con grande bravura sfruttando alla perfezione il lancio del compagno.

Grande Cecchetto e grande Italia per lo spirito di squadra, vera arma vincente. La medaglia d’argento va al tedesco Maximilian Weber, il bronzo al canadese Charles Moreau. Podestà termina al sesto posto con le braccia alzate, esultante per la vittoria di Cecchetto. Uno spettacolo!

Porcellatopodio Inlinea

In precedenza anche Francesca Porcellato era arrivata puntuale all’appuntamento con il suo secondo podio. Due bronzi crono-in linea per la “rossa volante”, che suggella un’altra Paralimpiade da incorniciare nella classe Donne H1-2-3. Dieci partecipazioni ai Giochi, titolata in diverse discipline, Francesca è un mito dello sport paralimpico. Il titolo è della tedesca Christiane Reppe, la più veloce delle tre che si sono divise il podio. Argento alla coreana Doyeon Lee, che ha preceduto sulla linea Francesca, prima della sua classe, ma il regolamento prevede la classifica unificata.

Il bottino totale del paraciclismo italiano sale a nove medaglie. Londra eguagliata, ma non è finita…