18 Febbraio Feb 2017 0412 9 months ago

CALI: Rachele Barbieri ancora terza nell'omnium

Splendida conferma dell’azzurra che conquista il podio scalzando l’australiana Cure con l’ultimo sprint della corsa a punti – Vittoria della belga Kopecky, seconda la Nelson - Il CT Salvoldi: "Rachele è una delle nostre giovani d'oro che abbiamo il dovere di proteggere"

Barbi Podiocali

Cali (COL) (18/2) – Splendida conferma di Rachele Barbieri in Coppa del Mondo. Dopo Apeldoorn, l’azzurra conquista il podio dell’omnium anche a Cali, terza al termine di un serrato duello con l’australiana Amy Cure, che prima della corsa a punti era seconda alle spalle della belga Lotte Kopecky con 10 punti di vantaggio sull’azzurra.

Rachele ha affrontato il carosello finale partendo dalla quarta posizione, preceduta anche dalla britannica Emily Nelson. Con i primi sprint Kopecky e Nelson hanno incrementato il vantaggio ipotecando le prime due posizioni, mentre l’azzurra ha trovato proprio nel finale lo smalto per tentare il sorpasso sull’australiana: bottino pieno nel penultimo sprint, cinque punti che hanno ridotto a quattro lunghezze il distacco dalla Cure. Decisivo l’ultimo sprint con punteggio doppio. Grazie al secondo posto Rachele ha preso sei punti mentre la rivale è rimasta a secco perdendo il podio.

L'ANALISI DEL CT SALVOLDI - Più che soddisfatto il Ct Dino Salvoldi, che a fine gara non riesce a trattenere il suo entusiasmo per il risultato dell'Omnium: "Quello di Rachele Barbieri è un traguardo di grandissimo prestigio contro avversarie di un livello altissimo" il commento del tecnico al termine della premiazione. E ancora: "La sua è stata una corsa intelligente e di grande determinazione nel finale. Anche nelle prime fasi della gara omnium, l'azzurra è riuscita a mettere in evidenza le sue qualità, in un contesto di alto livello". Un piazzamento che rende onore alla maglia azzurra: "Oggi è arrivata ancora una dimostrazione del fatto che Rachele, a soli 19 anni, è una delle nostre giovani d'oro che abbiamo il dovere di proteggere".

Nella prima giornata di Cali si sono svolte altre tre finali. Nella velocità a squadre donne e uomini doppietta d'oro della Germania. La coppia formata da Miriam Welte e Kristina Vogel ha superato nettamente in 32”521 le russe della Gazprom Rusvelo Anastasiia Voinova e Daria Shmeleva Daria, argento in 33”325. Bronzo alle spagnole Tania Calvo Barbero-Helena Casas Roige. Hanno partecipato al torneo anche le giovanissime azzurre Miriam Vece e Maila Andreotti che hanno ottenuto il decimo tempo delle qualificazioni in 35"306.

"Risultato che non ci sorprende" commenta il CT Salvoldi. Che aggiunge: "Sono molto soddisfatto del primo giro di Miriam Vece: nell'azzurra c'è un miglioramento costante. Non posso dire lo stesso del secondo giro, ma entrambe le ragazze sono molto giovani, e per loro è tutta esperienza".

La gara maschile ha visto prevalere i tedeschi Robert Forstemann, Max Niederlag e Maximilian Dörnbach in 43”598 sui polacchi Maciej Bielecki, Bartosz Rudyk e Krzysztof Maksel, argento in 45”058. Terzi i russi Pavel Yakushevskiy, Kirill Samusenko, Denis Dmitriev in 44"496 davanti ai francesi Francois Pervis, Quentin Lafargue e Benjamin Edelin, quarti in 44”679.

L'irlandese Mark Downey ha vinto la Corsa a punti uomini (35 p.) davanti al danese Niklas Larsen (p. 25) e al belga Robbe Ghys (p. 16). L'azzurro Michele Scartezzini ha concluso all'ottavo posto con 6 punti.

CLASSIFICHE OMNIUM DONNE

1^ prova (scratch): 1. Boylan Lydia (Irl); 2. Kopecky Lotte (Bel) a 1 giro; 3. Nelson Emily (Gbr); 4. Barbieri Rachele (Ita), 5. Cure Amy (Aus); 6. Hammer Sarah (Usa); 7. Ellis Lauren (Nzl); 8. Pavlendova Alzbeta (Svk); 9. Baleisyte Olivija (Ltu); 10. Gonzalez Angie (Ven); 11. Stenberg Anita Yvonne (Nor); 12. Klimchenko Tetyana (Ukr); 13. Suzuki Nao (Giap); 14. Roorda Stephanie (Can); 15. Pietrzak Lucja (Pol); 16. Luo Xiaoling (Cina); 17. Usabiaga Balerdi Ana (Spa); 18. Machacova Jarmila (Cze); 19. Sharakova Tatsiana (Mcc)

2^ prova (tempo race): 1. Kopecky Lotte (Bel) p. 15; 2. Cure Amy (Aus) p. 23; 3. Nelson Emily (Gbr) p. 23; 4. Boylan Lydia (Irl) p. 22; 5. Hammer Sarah (Usa) p. 21; 6. Barbieri Rachele (Ita) p. 21; 7. Sharakova Tatsiana (Mcc) p. 21; 8. Roorda Stephanie (Can) p. 20; 9. Ellis Lauren (Nzl) p. 8; 10. Suzuki Nao (Giap) p. 1; 11. Baleisyte Olivija (Ltu) p. 1; 12. Pavlendova Alzbeta (Svk) p. 1; 13. Usabiaga Balerdi Ana (Spa) p. 0; 14. Gonzalez Angie (Ven) p. 0; 15. Machacova Jarmila (Cze) p. 0; 16. Klimchenko Tetyana (Ukr) p. 0; 17. Pietrzak Lucja (Pol) p. 0; 18. Stenberg Anita Yvonne (Nor) p. 0; 19. Luo Xiaoling (Cina) p. 0.

3^ prova (Eliminazione): 1. Cure Amy (Aus); 2. Kopecky Lotte (Bel); 3. Barbieri Rachele (Ita); 4. Hammer Sarah (Usa); 5. Nelson Emily (Gbr); 6. Pavlendova Alzbeta (Svk); 7. Stenberg Anita Yvonne (Nor); 8. Baleisyte Olivija (Ltu); 9. Gonzalez Angie (Ven); 10. Usabiaga Balerdi Ana (Spa); 11. Machacova Jarmila (Cze); 12. Roorda Stephanie (Can); 13. Boylan Lydia (Irl); 14. Pietrzak Lucja (Pol); 15. Ellis Lauren (Nzl); 16. Sharakova Tatsiana (Mcc); 17. Luo Xiaoling (Cina); 18. Suzuki Nao (Giap); 19. Klimchenko Tetyana (Ukr)

4^ prova (Corsa a punti e CLASSIFICA FINALE): 1. Kopecky Lotte (Bel) p. 128; 2. Nelson Emily (Gbr) p. 118; 3. Barbieri Rachele (Ita) p. 114; 4. Cure Amy (Aus) p. 112; 5. Hammer Sarah (Usa) p. 101; 6. Boylan Lydia (Irl) p. 91; 7. Pavlendova Alzbeta (Svk) p. 74; 8. Roorda Stephanie (Can) p. 71; 9. Ellis Lauren (Nzl) p. 68; 10. Gonzalez Angie (Ven) p. 60

VELOCITÀ A SQUADRE DONNE

QUALIFICAZIONI

GER (Welte Miriam, Vogel Kristina) 32”421

GAZPROM-RUSVELO (Voinova Anastasiia, Shmeleva Daria) 33”060

HOLY BROTHER CYCLING TEAM (Song Chaorui, Guo Yufang) 33”465

SPA (Calvo Barbero Tania, Casas Roige Helena) 33”616

COL (Bayona Pineda Martha, Gaviria Rendon Juliana) 33”672

CAN (O'Brien Kate, Walsh Amelia) 33”675

CINA (Han Jun, Liu Lili) 33”966

MEX (Verdugo Osuna Yuli, Gaxiola Gonzalez Luz Daniela) 34”003

KOR (Lee Hyejin, Kim Won Gyeong) 34”017

ITA (Vece Miriam, Andreotti Maila) 35”306

INDIA (Reji Alenam Deborah) 35”927

FINALE 1-2: 1. GERMANIA (Welte Miriam, Vogel Kristina) 32”521; 2. GAZPROM RUSVELO (Voinova Anastasiia, Shmeleva Daria) 33”325

FINALE 3-4: 3. SPAGNA (Calvo Barbero Tania, Casas Roige Helena); 4. HOLY BROTHER Cycling Team (Song Chaorui, Guo Yufang)

VELOCITÀ A SQUADRE UOMINI

QUALIFICAZIONI

POL (Bielecki Maciej, Rudyk Bartosz, Maksel Krzysztof ) 43”678

GER (Forstemann Robert, Niederlag Max, Dörnbach Maximilian) 43”764

RUS (Yakushevskiy Pavel, Samusenko Kirill, Dmitriev Denis) 43”887

COL (Murillo Minota Ruben Dario, Puerta Zapata Fabian Hernando, Ramirez Morales Santiago) 44”123

FRA (Pervis Francois, Lafargue Quentin, Edelin Benjamin) 44”317

CZE (Kelemen Pavel, Babek Tomas, Sojka David) 44”332

SPA (Martinez Chorro Alejandro, Peralta Gascon Juan, Moreno Sanchez Jose) 44”458

CINA (Hu Kai, Zhang Lei, Zhang Miao) 44”504

CAN (Barrette Hugo, Ritter Stefan, Saint-Louis-Pivin Patrice) 44”704

BLR (Zaitsau Artsiom, Novik Uladzislau, Veramchuk Yauhen) 44”819

MEX (Verdugo Osuna Edgar Ismael, Serrano Plowells Roberto, Ramirez Soria Luis Javier) 46”093

VEN (Marcano Cesar, Yanez Luis, Garcia Gonzalez Argenis Ruben) 47”003

KOR (Son Jeyong, Im Chaebin, Na Junggyu) dns

FINALE 1-2: 1. GERMANIA (Forstemann Robert, Niederlag Max, Dörnbach Maximilian) 43”598; 2. POLONIA (Bielecki Maciej, Rudyk Bartosz, Maksel Krzysztof ) 45”058

FINALE 3-4: 3. RUSSIA (Pavel Yakushevskiy, Kirill Samusenko, Denis Dmitriev) 44”496; 4. FRANCIA (Pervis Francois, Lafargue Quentin, Edelin Benjamin) 44”679

FINALE CORSA A PUNTI MASCHILE

  1. Mark Downey (Irl) p. 35
  2. Niklas Larsen (Dan) p. 25
  3. Robbe Ghys (Bel) p. 16
  4. Eloy Teruel Rovira (Spa) p, 13
  5. Louis Pijourlet (Fra) p. 11
  6. Wojciech Pszczolarski (Pol) p. 6
  7. Thomas Sexton (Nzl) p. 6
  8. Michele Scartezzini (Ita) p. 6
  9. Dmitrii Strakhov (Lok) p. 6
  10. Raman Ramanau (Mcc) p. 5
  11. Tristan Marguet (Svi) p. 4
  12. Nikita Panassenko (Kaz) p. 4
  13. Krisztian Lovassy (Ung) p. 3
  14. Taras Shevchuk (Ukr) p. 2
  15. Liang Chen Chien (Tct) p. 1
  16. Ian Holt (Usa) p. 1
  17. Sam Welsford (Aus) -1
  18. Ryo Chikatani (Giap) -20
  19. Pietrula Nicolas (Cze) dnf