18 Febbraio Feb 2017 1933 5 months ago

CALI: Volano le azzurre nelle qualifiche

Con il miglior crono di 4’25”070 Bartelloni, Frapporti, Pattaro e Valsecchi affrontano domani la Francia (4’28”304, quarto tempo) per conquistare la finale oro-argento e sfidare la vincente tra Canada (4’25”705) e Australia (4’26”957)

Azzurre Partenzacali

Cali (COL) (18/2) – Ottime notizie per la pista italiana da Cali, dove è in corso la seconda giornata della terza prova di Coppa del Mondo. Il quartetto azzurro formato da Beatrice Bartelloni, Simona Frapporti, Francesca Pattaro e Silvia Valsecchi stampa il miglior tempo delle qualificazioni in 4’25”070 e domani affronterà la Francia, quarto tempo in 4’28”304, nella sfida diretta per l’ingresso nella finale oro-argento.

Le altre duellanti per l'ingresso nella finalissima sono il Canada, secondo tempo in 4’25”705 e l’Australia, terzo tempo in 4’26”957. Chi perde il confronto potrà ancora giocarsi la carte per la finale del bronzo aperta ai due migliori tempi delle restanti sei squadre. Tra queste figurano la Nuova Zelanda e la Gran Bretagna, che hanno segnato rispettivamente il quinto e sesto tempo, Completano il gruppo delle otto che passano il turno la Polonia e la Colombia,

Ma le azzurre di Salvoldi, dopo la perfomance odierna puntano decisamente all’obiettivo più prestigioso, anche se la Francia è un'avversaria molto ostica nonostante il gap di oltre tre secondi. Incassiamo intanto questo risultato che conferma la statura mondiale dell’Italia nell’inseguimento a squadre femminile.

L'ANALISI DEL CT SALVOLDI - Può sorridere Dino Salvoldi, più che soddisfatto dalla prestazione di oggi delle sue ragazze. Una continuità di crescita e di rendimento che "deriva dal fatto che oggi possiamo contare su un gruppo di 7 atlete potenzialmente tutte titolari" sottolinea il CT. E ancora: "La strada è lunga e in salita, però ci stiamo avvicinando. Qui ad esempio Australia e Canada sono presenti con le loro migliori atlete, e fino a poco tempo fa il vantaggio che hanno sempre avuto era evidente in ogni circostanza". Il progetto è chiaro: "Noi vorremmo inserire almeno 2-3 atlete giovani nel gruppo della prima squadra, anche se l'impegno e il merito dovranno essere superiori a quanto espresso finora". La strada imboccata è quella giusta, "e domani vedremo di fare meglio che si può", chiude il CT.

INSEGUIMENTO A SQUADRE DONNE

QUALIFICAZIONI

  1. ITALIA (Bartelloni Beatrice, Frapporti Simona, Pattaro Francesca, Valsecchi Silvia) 4’25”070
  2. CANADA (Roorda Stephanie, Bonhomme Ariane, Brown Laura, Gibson Kinley) 4’25”705
  3. AUSTRALIA (Cure Amy, Ankudinoff Ashlee, Baker Georgia, Wiasak Rebecca) 4’26”957
  4. FRANCIA (Delzenne Elise, Berthon Laurie, Borras Marion, Demay Coralie) 4’28”304
  5. NUOVA ZELANDA (Botha Bryony, James Kirstie, Keith Alysha, Wollaston Nina) 4’28”390
  6. GRAN BRETAGNA (Evans Neah, Kay Emily, Lloyd Manon, Nelson Emily) 4’31”651
  7. POLONIA (Jasinska Edyta, Kaczkowska Justyna, Plosaj Nikol, Rutkowska Natalia) 4’32”620
  8. COLOMBIA (Colmenares Yeny Lorena, Parra Rojas Jessica Marcela, Salcedo Zambrano Jannie Milena, Valbuena Roa Camila Andrea) 4’32”661
  9. BELGIO (Kopecky Lotte, Croket Gilke, Dom Annelies, Van Der Meulen Kaat) 4’33”264
  10. CINA (Luo Xiaoling, Chen Qiaolin, Huang Dongyan, Huang Li) 4’33”760
  11. UCRAINA (Klimchenko Tetyana, Solovei Ganna, Klyachina Oksana, Nahirna Anna) 4’36”384
  12. RUSSIA (Romanyuta Evgeniya, Abramova Maria, Averina Maria, Klimova Diana) 4’40”622
  13. GIAPPONE (Suzuki Nao, Furuyama Kie, Nakamura Aika, Nakamura Kisato) 4’50”924
  14. SPAGNA (Iriarte Lasa Ane, Isasi Cristobal Ziortza, Lopez Llull Margarita, Rodriguez Sanchez Gloria) dsq