15 Aprile Apr 2017 1722 8 months ago

MONDIALI PISTA: Consonni quarto nell’omnium, azzurre quinte nel madison

Piazzamenti importanti degli italiani nella quarta giornata – Simone si conferma degno erede di Viviani nella specialità olimpica, per Confalonieri-Barbieri un esordio brillante tra le élite, Valsecchi ottava nell’inseguimento

Consonni Confalonieribarbier

Hong Kong (Cina) (15/4) – Giornata di piazzamenti importanti ma senza podi per gli azzurri la quarta dei Campionati del Mondo su Pista in corso a Hong Kong, in Cina. Spiccano il quarto posto di Simone Consonni nell’omnium olimpico, il quinto di Maria Giulia Confalonieri e Rachele Barbieri nel madison donne, l’ottavo di Silvia Valsecchi nell’inseguimento individuale (15^ Francesca Pattaro). Brava anche Miriam Vece, 16^ nei 500 mt. La finale è stata dominata dalle russe: oro a Daria Shmeleva (33”282) e bronzo ad Anastasiia Voinova (33”454), tra le due si è inserita la tedesca Miriam Welte, argento in 33”382-

Ma andiamo per ordine. Simone Consonni raccoglie l’eredità di Elia Viviani nell’omnium olimpico. Dopo aver contribuito alla conquista del prezioso bronzo nell’inseguimento a squadre, l’azzurro è stato sempre nel vivo della lotta per le posizioni di vertice. Brillante terzo nello scratch, ha pagato pegno nella gara a tempo (12°) ma si è poi subito rifatto con il secondo posto nell’eliminazione.

Simone si è presentato all’ultima prova della corsa a punti in quarta posizione, a pari punti con il neozelandese Aaron Gate nella classifica parziale. Nel carosello conclusivo si è scatenata la bagarre. Protagonista assoluto proprio Gate, che si è portato in testa a uno sprint dal termine, ma il francese Thomas ha trovato il guizzo giusto per superarlo in extremis per soli due punti. Lo spagnolo Albert Torres Barcelo, forte del vantaggio acquisito nelle tre prove precedenti, è riuscito a salvare il terzo posto, lasciando Consonni ai piedi del podio.

Nel madison donne Maria Giulia Confalonieri è stata affiancata a Rachele Barbieri, ancora raggiante per l’oro conquistato nello scratch. Anche in questa prova si trattava dell'esordio della coppia azzurra a un Mondiale assoluto e in questa luce va misurato il quinto posto a un solo punto dalle neozelandesi Sheat e Drummond. Basta scorrere i nomi delle atlete salite sul podio per dare il giusto peso alla prestazione delle italiane. Ha vinto l’oro il Belgio con Lotte Kopecky e Jolien d’Hoore (45 punti), argento alla Gran Bretagna con Elinor Barker ed Emily Nelson (33 punti), bronzo all’Australia con Amy Cure e Alexandra Many (26 punti).

Dal punto di vista tecnico notevole anche la prestazione di Silvia Valsecchi nell’inseguimento individuale, ottavo tempo in 3’33”088, che è anche il suo piazzamento finale, lo stesso di Beatrice Bartelloni ai Mondiali di Londra 2016 ma con un progresso di oltre sette secondi. Ma non progredisce soltanto l'Italia. Rispetto a Londra tutti i tempi sono stati nettamente migliori: le prime quatto qualificate per le finali 1-2 e 3-4 hanno fatto meglio del 3’31”287 con il quale l’australiana Wiasak aveva firmato solo un anno fa la migliore prestazione.

La statunitense Chloe Dygert con 3’22”920 ha sfiorato addirittura nelle qualifiche il record del mondo di 3’22”269 stabilito nel 2010 ad Aguascalientes, in Messico, dalla statunitense Sara Hammer. Poi ha vinto la finale dell’oro in 3’24”641 contro l’australiana Ashlee Ankudinoff, bronzo alla statunitense Kelly Catlin in 3’30”365, fuori dal podio proprio la Wiasak.

Si è migliorata anche Francesca Pattaro, 15^ in 3’37”531.

La finale della velocità uomini ha visto il russo Denis Dmitriev trionfare. Ha battuto agevolmente l’olandese Lavreysen Harrie. Bronzo al neozlandese Ethan Mitchelle, quarto il britannico Ryan Owens.

Segue aggiornamento

500 MT DONNE

(Qualificazioni - prime 8 in finale)

  1. Voinova Anastasiia (Rus) 33”325
  2. Shmeleva Daria (Rus) 33”419
  3. Welte Miriam (Ger) 33”450
  4. Lee Wai Sze (Hkg) 33”647
  5. Grabosch Pauline Sophie (Ger) 33”732
  6. Bayona Pineda Martha (Col) 34”153
  7. Calvo Barbero Tania (Spa) 34”209
  8. Van Riessen Laurine (Ola) 34”276
  9. Lamberink Kyra (Ola) 34”329
  10. Salazar Valles Jessica (Mes) 34”331
  11. Starikova Olena (Ucr) 34”337
  12. Hansen Natasha (Nzl) 34”375
  13. Marchant Katy (Gbr) 34”659
  14. Casas Roige Helena (Spa) 34”693
  15. Gaviria Rendon Juliana (Col) 34”774
  16. Vece Miriam (Ita) 34”822
  17. Marozaite Migle (Ltu) 34”859
  18. Verdugo Osuna Yuli (Mes) 34”975
  19. Kiseleva Tatiana (Rus) 35”638
  20. Deborah Deborah (Ind) 35”841
  21. Ma Wing Yu (Hkg) 37”128

FINALE:

  1. Shmeleva Daria (Rus) 33”282
  2. Welte Miriam (Ger) 33”382
  3. Voinova Anastasiia (Rus) 33”454
  4. Lee Wai Sze (Hkg) 33”723
  5. Grabosch Pauline Sophie (Ger) 33”855
  6. Bayona Pineda Martha (Col) 34”291
  7. Calvo Barbero Tania (Spa) 34”489
  8. Van Riessen Laurine (Ola) 34”526

VELOCITÀ UOMINI

FINALE 1-2: 1. Dmitriev Denis (Rus); 2. Harrie Lavreysen (Ola)

FINALE 3-4: 3. Mitchelle Ethan (Nzl); 4. Owens Ryan (Gbr)

OMNIUM UOMINI

1^ prova (scratch): 1. Torres Barcelo Albert (Spa); 2. Thomas Benjamin (Fra); 3. Consonni Simone (Ita); 4. Beyer Maximilian (Ger); 5. Sajnok Szymon (Pol); 6. Gate Aaron (Nzl); 7. Eefting Roy (Ola); 8. Miraliyev Sultanmurat (Kaz) a 1 giro; 9. Oliveira Ivo (Por); 10. Welsford Sam (Aus); 11. Pedersen Casper (Dan); 12. De Vylder Lindsay (Bel); 13. Imamura Shunsuke (Giap); 14. Park Sanghoon (Cor); 15. Tsishkou Raman (Blr); 16. Gladysh Roman (Ucr); 17. Suter Gael (Svi); 18. Leung Chun Wing (Hkg); 19. Manakov Viktor (Rus); 20. Latham Christopher (Gbr); 21. Maldonado Rayas Edibaldo (Mes)

2^ prova (gara a tempo): 1. Gate Aaron (Nzl) 43; 2. Torres Barcelo Albert (Spa) p. 40; 3. Sajnok Szymon (Pol) p. 25; 4. Pedersen Casper (Dan) p. 25; 5. Eefting Roy (Ola) p. 24; 6. Thomas Benjamin (Fra) p. 23, 7. Beyer Maximilian (Ger) p. 22; 8. Suter Gael (Svi) p. 22; 9. Welsford Sam (Aus) p. 22; 10. De Vylder Lindsay (Bel) p. 21; 11. Manakov Viktor (Rus) p. 21; 12. Consonni Simone (Ita) p. 21; 13. Oliveira Ivo (Por) p. 21; 14. Leung Chun Wing (Hkg) p. 21; 15. Park Sanghoon (Cor) p. 3; 16. Miraliyev Sultanmurat (Kaz) p. 2; 17. Tsishkou Raman (Blr) p. 0; 18. Maldonado Rayas Edibaldo (Mes) p. 0; 19. Gladysh Roman (Ucr) p. 0; 20. Latham Christopher (Gbr) p. 0; 21. Imamura Shunsuke (Giap) p. 0

3^ prova (eliminazione): 1. Welsford Sam (Aus); 2. Consonni Simone (Ita); 3. Thomas Benjamin (Fra); 4. Torres Barcelo Albert (Spa); 5. Beyer Maximilian (Ger); 6. Eefting Roy (Ola); 7. Tsishkou Raman (Blr); 8. Suter Gael (Svi); 9. Imamura Shunsuke (Giap); 10. Gate Aaron (Nzl); 11. Miraliyev Sultanmurat (Kaz); 12. De Vylder Lindsay (Bel); 13. Latham Christopher (Gbr); 14. Gladysh Roman (Ucr) ; 15. Sajnok Szymon (Pol); 16. Maldonado Rayas Edibaldo (Mes); 17. Pedersen Casper (Dan); 18. . Park Sanghoon (Cor); 19. Leung Chun Wing (Hkg); 20. Oliveira Ivo (Por); 21. Manakov Viktor (Rus)

4^ prova (Corsa a punti) – CLASSIFICA FINALE: 1. Thomas Benjamin (Fra)149; 2. Gate Aaron (Nzl) 147; 3. Torres Barcelo Albert (Spa) 138; 4. Consonni Simone (Ita) 121; 5. Eefting Roy (Ola)119; 6. Pedersen Casper (Dan) 99; 7. Welsford Sam (Aus) 94; 8. Sajnok Szymon (Pol) 85; 9. Beyer Maximilian (Ger) 78; 10. Oliveira Ivo (Por) 77; 11. Suter Gael (Svi) 60; 12. De Vylder Lindsay (Bel) 58; 13. Miraliyev Sultanmurat (Kaz) 36; 14. Park Sanghoon (Cor) 32; 15. Tsishkou Raman (Blr) 28; 16. Manakov Viktor (Rus) 27; Leung Chun Wing (Hkg); Latham Christopher (Gbr); Imamura Shunsuke (Giap); Gladysh Roman (Ucr) ; Maldonado Rayas Edibaldo (Mes);

INSEGUIMENTO IND. DONNE

  1. Dygert Chloe (Usa) 3’22”920
  2. Ankudinoff Ashlee (Aus) 3’29”554
  3. Wiasak Rebecca (Aus) 3’30”938
  4. Catlin Kelly (Usa) 3’31”073
  5. Archibald Katie (Gbr) 3’31”331
  6. Nielsen Jaime (Nzl) 3’31”653
  7. Lay Kirsti (Can) 3’32”836
  8. Valsecchi Silvia (Ita) 3’33”088
  9. Stock Gudrun (Ger) 3’34”325
  10. Foreman-Mackey Annie (Can) 3’34”955
  11. Kaczkowska Justyna (Pol) 3’34”958
  12. Dickinson Eleanor (Gbr) 3’34”982
  13. Borras Marion (Fra) 3’36”194
  14. James Kirstie (Nzl) 3’36”250
  15. Pattaro Francesca (Ita) 3’37”531
  16. Delzenne Elise (Fra) 3’38”744
  17. Turvey Anna (Irl) 3’40”484
  18. Pivovarova Polina (Blr) 3’41”497
  19. Rodriguez Sanchez Gloria (Spa) 3’43”369
  20. Dom Annelies (Bel) 3’44”903
  21. Kajihara Yumi (Giap) 3’4”356
  22. Yang Qianyu (Hkg) 3’48”449
  23. Trebaite Ausrine (Ltu) 3’56”001
  24. Pikulik Daria (Pol) 4’09”892

FINALE 1-2 : 1. Dygert Chloe (Usa) 3’24”641; 2. Ankudinoff Ashlee (Aus) 3’31”784

FINALE 3-4: 3. Catlin Kelly (Usa) 3’30”365; 4. Wiasak Rebecca (Aus) 3’31”173

MADISON DONNE

  1. BELGIO (Kopecky Lotte, D'Hoore Jolien) 45
  2. GRAN BRETAGNA (Barker Elinor, Nelson Emily) 33
  3. AUSTRALIA (Cure Amy, Manly Alexandra) 26
  4. NUOVA ZELANDA (Sheath Racquel, Drummond Michaela) 15
  5. ITALIA (Confalonieri Maria Giulia, Barbieri Rachele) 14
  6. MESSICO (Salazar Vazquez, Lizbeth Yareli Red Arreola Navarro Sofia) 5
  7. FRANCIA (Demay Coralie, Berthon Laurie)
  8. RUSSIA (Averina Mariia, Klimova Diana)
  9. UCRAINA (Nahirna Anna, Kliachina Oksana)
  10. HONG KONG (Meng Zhaojuan, Pang Yao)
  11. IRLANDA (Gurley Lydia, Boylan Lydia)
  12. REPUBBLICA CECA (Machacova Jarmila, Hochmann Lucie)
  13. BIELORUSSIA (Piatrouskaya Katsiaryna, Pivovarova Polina)
  14. POLONIA (Pikulik Daria, Plosaj Nikol)
  15. STATI UNITI (Zubris Kimberly, Geist Kimberly)
  16. CANADA (Brown Laura, Roorda Stephanie)