26 Maggio Mag 2017 2352 4 months ago

COPPA NAZIONI JRS: Luca Rastelli sul podio a Cottens

Nella prima frazione in linea del Tour du Pays de Vaud il norvegese Leknessund vince di forza, l’azzurro è secondo, anche Mazzucco e Pietrobon nella top ten della generale

Vaudprimatappa1

Cottens (SVI) (26/5) - Dopo il cronoprologo di apertura, vinto dal russo Dmitry Mukhomediarov, si sono aperti ufficialmente i giochi al Tour du Pays de Vaud con la prima tappa da Concise a Cottens di 113 km disputata nel pomeriggio.

Sui 1.558 metri di dislivello che hanno caratterizzato la frazione, si è imposto per distacco il norvegese Andreas Leknessund, già secondo nella generale al Trophéè Centre Morbihan e alla Course de la Paix, rispettivamente terza e quarta prova di Coppa Nazioni.

Ottima la prestazione dell’azzurro Luca Rastelli, secondo sul podio con 1’29” dal vincitore.

“E’ stata una corsa veramente impegnativa – dice l’azzurro – A metà gara è partita una fuga con il norvegese, che ha vinto poi per distacco, ed un tedesco, che è stato poi ripreso. Anche nei ranghi inferiori continuavano ad esserci attacchi e così negli ultimi venti chilometri i tentativi di fuga per chiudere sul norvegese ci sono stati con anche l’azione dei miei compagni. A sette chilometri dall’arrivo ho visto il tentativo di Mazzucco e Colnaghi. Ci ho provato anch’io e, testa bassa, non sono riuscito a raggiungere il norvegese ma il secondo gradino del podio, si! Una vera soddisfazione: oggi abbiamo lavorato tutti molto bene” conclude Luca Rastelli.

A completare l’ottima prestazione della Nazionale ci sono infatti, l’ottavo posto di Luca Colnaghi ed il decimo di Fabio Mazzucco ( a 1’40”). Non solo. Dopo il 9^ posto di Mazzucco nel cronoprologo e questo buon piazzamento nella prova in linea, l’azzurro è ora 7° nella generale a 1’40” dal leader norvege. Ottavo l’altro azzurro Andrea Pietrobon e decimo Luca Rastelli.

I giochi sono apertissimi e domani due semi –tappe molto impegnative: In linea da Ballens a St.Cergue, 65,7 km (1.399 m di dislivello) e a cronometro da Nyon a St.Cergue di 22.2 km (813 m dislivello.)

“Un buon inizio – commenta il CT De Candido –. Mi è spiaciuto per Rubino che a quindici chilometri dall’arrivo è caduto, nulla di grave, ma ha perso tempo. Domani due frazioni impegnative. Ma chi ben inizia…” dice De Candido. E’ proprio vero, chi ben inizia è a metà dell’opera. Domani un’altra giornata

I piazzamenti degli altri azzurri: 50^ Andrea Pietrobon a 1’43; 64^ e 65^ Samuele Rubino e Gabriele Benedetti ( a 5’50”).

Ufficio Stampa FCI

1^ TAPPA

1. Leknessund Andreas (Nor) Km. 113 in 2h59’21”

2. Rastelli Luca (Ita) a 1’29”

3. Ponsaerts Thibaut (Bel) a 1’33”

4. Holec Richard (Cze) a 1’39”

5. Gamper Mario (Aut) a 1’40”

6. Van der Berg Marijn (Ola) st

7. Waerenskjold Soren (Nor) st

8. Colnaghi Luca (Ita) st

9. Conter Ken (Lux) st

10. Mazzucco Fabio (Ita) st

CLASSIFICA GENERALE

  1. Leknessund Andreas (Nor) in 3h03’59”
  2. Nonnez Théo (Fra) a 1’37”
  3. Ponsaerts Thibaut (Bel) a 1’38”
  4. Shoi (Giap) a 1’39”
  5. Hjemsaeter Olav (Nor) st
  6. Heinschke Leon (Ger) a 1’40”
  7. Mazzucco Fabio (Ita) st
  8. Pietrobon Andrea (Ita) st
  9. Baldinger Lukas (Ger) a 1’41”
  10. Rastelli Luca (Ita) st