18 Luglio Lug 2017 2115 4 months ago

EUROPEI PISTA: Fidanza oro, Pattaro e Gazzoli bronzo

L'Italia parte con un tris di medaglie ad Anadia - Martina conquista il titolo dello scratch

Tremedaglie 18Luglio

Anadia (POR) (18/7) - Inizia con il botto la giovane Italia della pista ai Campionati Europei U23 e Juniores (uomini e donne) di Anadia (Portogallo), che si sono aperti oggi con l’assegnazione di otto titoli continentali.

Sono tre le medaglie che gli azzurri conquistano nella prima giornata di gare: l’oro di Martina Fidanza nello scratch donne juniores e i due splendidi bronzi di Francesca Pattaro nell’inseguimento individuale donne U23 e di Michele Gazzoli nello scratch uomini juniores.

Fidanza 18Luglio1

La prima medaglia arriva dall’azzurra U23 Francesca Pattaro, che vince uno splendido bronzo nell’inseguimento individuale in 3’35”517. Francesca, dopo aver registrato il quarto tempo di qualifica (3’36”533), si migliora decisamente nella finale per il bronzo dove, come per le qualifiche, ha duellato contro la tedesca Gudrun Stock (terzo miglior tempo in qualifica con 3’35”907).

Pattaropodio18luglio

Nella sfida finale per il podio, l’azzurra innesca il turbo e guadagna sempre più sulla rivale vincendo con un vantaggio netto: 3’35”417 contro i 3’39”681 della tedesca.

“Nelle qualifiche sono partita piano ma ho continuato in progressione, segnale evidente che stavo bene – dice Francesca –. Prima di ogni gara individuale il mio obiettivo è di migliorare il mio tempo. E con questo obiettivo ho affrontato anche l’Europeo. La soddisfazione è per la medaglia di bronzo che mi ripaga di tutto il lavoro svolto ma anche per aver migliorato il mio personale di 2 secondi dal mondiale dello scorso anno e di ben quattro secondi dall’europeo del 2016”.

Avvincente anche la sfida per l’oro vinto dalla polacca Justyna Kaczkowska (già miglior tempo in qualifica) in 3’32”684 contro i 3’34”948 della britannica Eleanor Dickinson, argento sul podio.

Il tempo di celebrare il bronzo di Francesca che l’Italia è pronta ad applaudire il successo pieno di Martina Fidanza nello scratch donne Juniores. Una disciplina questa in cui l’Italia è una nazione faro anche tra le élite, a dimostrazione proprio dell’ottimo lavoro che si svolge fin dalle categorie più giovani. Martina è la nuova campionessa europea dello scratch. Un oro conquistato con una corsa perfetta, Sul finale di gara il gruppo era ancora compatto ma ha aumentato notevolmente il ritmo. Martina è riuscita a trovare la giusta posizione per entrare e lanciare la volata vincente .

Gazzoli Podioeuropei

Ma le belle notizie continuano. Nello scratch uomini juniores arriva la terza medaglia di giornata. A portarla è Michele Gazzoli (il primo italiano a vincere il GP Patton), che conquista il bronzo portando entusiasmo anhe al settore maschile.

Ottima la sua prestazione che lo ha visto all’attacco anche a quattro giri dalla fine. L’azzurro ha forse poi un poco tentennato e dalla pancia del gruppo sono partiti gli avversari. Ma lui ha saputo reagire e conquistare il podio. “Se ci avesse creduto un po’ di più probabilmente sarebbe stato oro. E’ stato bravo a reagire. Ha numeri e talento. E’ arrivato qui con un buon lavoro a Livigno e in buona condizione che ha dimostrato su strada al GP Patton ma senza un lavoro specifico per la pista, consideriamo anche questo. Oggi ha corso il quartetto e domani farà l’eliminazione. Stiamo provando le gare che compongono l’omnium”.

Il titolo continentale è stato vinto dal ceco Babor davanti al polacco Procopyszyn (argento).

Quartetti donne e uomini Juniores – domani le finali - Le azzurrine del quartetto juniores mettono una seria ipoteca sulla conferma della supremazia che lo scorso anno l'Italia stabilì a Montichiari (con tanto di record mondiale in 4’29”234). Miglior tempo di qualifica in 4’33”354 ottenuto da Chiara Consonni, Letizia Paternoster, Martina Fidanza e Vittoria Guazzini. Lo aveva detto alla vigilia degli europei il CT Salvoldi di aver compiuto delle scelte e dirottato alcune ragazze nel quartetto sacrificando le discipline veloci, proprio perché le aspettative sul fenomenale quartetto rosa, primatista mondiale e oro europeo e iridato nel 2016, erano alte. E con ragione.

Azzurrine scatenate, quindi, perché sono riuscite a mettere alle loro spalle nazioni come l’Olanda, secondo miglior tempo (4’36”269), la Russia, terzo miglior tempo (4’41”264) e la Gran Bretagna, quarto miglior tempo (4’42”518). Domani, nella sessione mattutina, il primo turno dove l’Italia affronterà la Gran Bretagna per l’accesso alla finale.

Per il quartetto junior uomini, il CT Villa ha schierato al via nel turno delle qualifiche: Emanuele Amadio, Jacopo Cavicchioli, Michele Gazzoli, atleta di esperienza anche su pista, e Giulio Masotto. Gli azzurri hanno corso in 4’16”, che vale la settima posizione. Per il CT Villa una bella soddisfazione visto la giovane categoria in corsa per fare esperienza. Per il quartetto che correrà domani il CT Villa farà dei cambi. Sicuramente correrà Samuele Manfredi.

Nel torneo dell’inseguimento Individuale Uomini U23, l’Italia è stata ben rappresentata da Nicolas Della Valle e Alexander Konychev che hanno chiuso la loro esperienza continentale rispettivamente in 15^ (4’34”603) e 16^ posizione (4’35”666). Il titolo continentale è andato al britannico Stewart davanti al portoghese Oliveira (argento) e al polacco Staniszewski (bronzo).

Finale diretta per l’eliminazione Donne e uomini U23. Tra le donne è stata la volta dell’azzurra e campionessa del mondo scratch, Rachele Barbieri. Bravissima l’azzurra che ha sempre corso mantenendo le posizioni di testa, poi ha chiuso al quinto posto. Oro per la britannica Emily Nelson, davanti alla lituana Olivija Baleisyte (argento) e alla spagnola Ziortza Isasi (bronzo).

Enrico Zanoncello ha difeso la Maglia Azzurra chiudendo la sua prova in ottava posizione. L’oro è al collo del portoghese Rui Oliveira. Alle sue spalle il polacco Damian Slawek, argento, e il russo Maksim Piskunov (bronzo).

La velocità olimpica, uomini e donne per la categoria juniores (nessun azzurro al via), ha aperto il campionato europeo con le prove di qualifica. Alla Russia i titoli in entrambe le categorie con il nuovi record del mondo registrato dagli uomini in 44”460.

INSEGUIMENTO A SQUADRE DONNE JUNIORES

QUALIFICAZIONI

  1. ITALIA (Consonni Chiara, Guazzini Vittoria, Fidanza Martina, Paternoster Letizia) 4:33.354
  2. OLANDA (Van Der Hulst Amber, De Zoete Mylene, Raaijmakers Marit, Van Haaften Kirstie) 4’36”269
  3. RUSSIA (Lukashenko Anastasia, Novolodskaya Maria, Minasian Karine, Malkova Daria) 4:41.264
  4. GRAN BRETAGNA (Docherty Anna, Dolan Lauren, Roberts Jessica, Georgi Pfeiffer) 4:42.518
  5. BIELORUSSIA (Salauyeva Aksana, Shishliannikova Daria, Kolesava Anastasiya, Abramenko Alina) 4:51.117
  6. POLONIA Dnf

INSEGUIMENTO A SQUADRE UOMINI JUNIORES

QUALIFICAZIONI

  1. RUSSIA (Gonov Lev, Syritsa Gleb, Smirnov Ivan, Mukhomediarov Dmitry) 4’07”911;
  2. GRAN BRETAGNA (Britton Rhys, Wright Fred, Stewart Jake, Nally Joseph) 4:09.261;
  3. SVIZZERA (Quincey Scott, Vogel Alex, Thiebaud Valere, Schmid Mauro) 4:10.647;
  4. POLONIA (Kwiatkowski Maciej, Walkowiak Kacper, Richter Wiktor, Papierski Damian) 4:11.878;
  5. FRANCIA (Charlot Victor, Tabellion Valentin, Sellier Valentin, Meunier Lucas) 4:16.193;
  6. OLANDA (Buitendijk Ruben, Markus Bob, Hendriks Leco, Dorenbos Yanne) 4:16.282;
  7. ITALIA (Amadio Emanuele, Masotto Giulio, Gazzoli Michele, Cavicchioli Jacopo) 4:16.781;
  8. BELGIO (Dens Tuur, Wernimont Nicolas, Van Mulders Brent, Van Den Bossche Fabio) 4:17.357;
  9. UCRAINA (Denysenko Vladyslav, Romanenkov Valeriy, Kryvych Oleksander, Kanaka Oleg) 4:19.157
  10. IRLANDA (Higgins Shane, Young Xeno, Smith Luke, Murphy Jb) 4:20.856

VELOCITÀ A SQUADRE UOMINI JUNIORES

QUALIFICAZIONI

  1. RUSSIA (Komkov Daniil, Rostov Pavel, Nesterov Dmitry) 45.138
  2. POLONIA (Kowal Lukasz, Ruta Krystian, Rochna Daniel) 45.450
  3. FRANCIA (Renvoise Titouan, Helal Rayan, Derache Tom) 45.552
  4. GERMANIA (Bichler Timo, Hinze Carl, Edbauer Elias) 45.697
  5. GRAN BRETAGNA (Fielding Alistair, Turnbull Hamish, Stewart Lewis) 46.118
  6. GRECIA (Devaris Spyridon, Konstantouras Konstantinos, Dimitropoulos Vasileios) 46.563

FINALE 1-2: 1. RUSSIA (Komkov Daniil, Rostov Pavel, Nesterov Dmitry) 44”460 record el mondo; 2. POLONIA (Kowal Lukasz, Ruta Krystian, Rochna Daniel) 46.070

FINALE 3-4: 3. GERMANIA (Bichler Timo, Hinze Carl, Edbauer Elias) 45.406; 4. FRANCIA (Renvoise Titouan, Helal Rayan, Derache Tom) 46.196

VELOCITÀ A SQUADRE DONNE JUNIORES

QUALIFICAZIONI

  1. RUSSIA (Tyshenko Yana, Andreeva Ksenia) 35.107
  2. GERMANIA (Friedrich Lea, Gotz Emma) 35.361
  3. GRAN BRETAGNA (Bate Lauren, Hilleard Georgia) 35.387
  4. POLONIA (Petri Paulina, Sibiak Nikola) 35.925
  5. LITUANIA (Sumskyte Viktorija, Saviciute Arune) 36.332

FINALE 1-2: 1. Russia (Polina Vashenko, Yana Tyshenko) 35'107; 2. Germania (Emma Gotz, Lea Freidrich) 35’361

FINALE 3-4: 3. Gran Bretagna (Georgia Hilleard, Lauren Bate) 35'387; 4. Polonia (Nikola Sibiak, Paulina Petri) 35’925

INSEGUIMENTO DONNE UNDER 23

QUALIFICAZIONI

  1. Kaczkowska Justyna (Pol) 3:31.545, media 51,052
  2. Dickinson Eleanor (Gbr) 3:35.439
  3. Stock Gudrun (Ger) 3:35.907
  4. Pattaro Francesca (Ita) 3:36.533
  5. Borras Marion (Fra) 3:41.548
  6. Piatrouskaya Katsiaryna (Blr) 3:41.722
  7. Paller Tatjana (Ger) 3:42.375
  8. Barker Megan (Gbr) 3:43.599
  9. Laurance Typhaine (Fra) 3:45.116
  10. Kliachina Oksana (Ucr) 3:46.465
  11. Mettraux Lena (Svi) 3:46.762
  12. Dzedzikava Anastasiya (Blr) 3:46.895
  13. Studenikina Natalia (Rus) 3:47.331
  14. Andres Michelle (Svi) 3:49.325
  15. Ellmen Anni (Fin) 4:06.062

FINALE 1-2: 1. Justyna Kaczkowska (Pol) 3’32”684; 2. Eleanor Dickinson (Gbr) 3’34”948

FINALE 3-4: 3. Pattaro Francesca (Ita) 3’35”517; 4. Stock Gudrun (Ger) 3’39”681

INSEGUIMENTO UOMINI UNDER 23

QUALIFICAZIONI

  1. Stewart, Mark (Gbr) 4’18”926
  2. Oliveira, Ivo (Por) 4’18”998 a 0”072
  3. Staniszewski, Daniel (Pol) 4’19”450 a 0”524
  4. Bissegger, Stefan (Svi) 4’22”900 a 3”974
  5. Rudyk, Bartosz (Pol) 4’26”322 a 7”396
  6. Boussaer, Bryan (Bel) 4’26”396 a 7”470
  7. Pietrula, Nicolas (Cze) 4’28”018 a 9”092
  8. Davy, Clement (Fra) 4’28”403 a 9”477
  9. Prostokshin, Andrey (Rus) 4’31”643 a 12”717
  10. Stepanyan, Edgar (Arm) 4’32”383 a 13”457
  11. Schneiter, Joab (Svi) 4’33”173 a 14”247
  12. Costeplane, Aurelien (Fra) 4’33”530 a 14”604
  13. Bialiauski, Kanstantsin (Blr) 4’33”530 a 14”604
  14. Filutas, Viktor (Ung) 4’33”610 a 14”684
  15. Dalla Valle, Nicolas (Ita) 4’34”643 a 15”717
  16. Konychev, Alexander (Ita) 4’35”666 a 16”740
  17. Tiryaki, Oguzhan (Tur) 4’36”445 a 17”519
  18. Strmiska, Andrej (Slo) 4’37”725 a 18”799
  19. Prakapchuk, Vitali (Blr) 4’38”069 a 19”143
  20. Do Rego Pereira, Miguel (Por) 4’41”216 a 22”290
  21. Balkan, Onur (Tur) 4’43”544 a 24”618

FINALE 1-2: 1. Mark Stewart (Gran Bretagna) 4’18″843; 2. Ivo Oliveira (Portogallo) 4’23”221

FINALE 3-4: 3. Daniel Staniszewski (Polonia); 4. Stefan Bissegger (Svizzera)

ELIMINAZIONE DONNE UNDER 23

  1. Nelson Emily (Gbr)
  2. Baleisyte Olivija (Lituania)
  3. Isasi Ziortza (Spagna)
  4. Klimova Diana (Russia)
  5. Barbieri Rachele (Italia)
  6. Kankovska Ema (Cze)
  7. Sussemilch Laura (Ger)
  8. Plosaj Nikol (Pol)
  9. Silva Soraia (Por)
  10. Bondar Viktoriia (Ucr)
  11. Andres Michelle (Svi)
  12. Laurance Typhaine (Fra)
  13. Safonava Anastasia (Blr)
  14. Ellmen Anni (Fin)

ELIMINAZIONE UOMINI UNDER 23

  1. Oliveira Rui (Por)
  2. Slawek Damian (Pol)
  3. Piskunov Maksim (Rus)
  4. Akhramenka Yauheni (Blr)
  5. Hesters Jules (Bel)
  6. Ryan Fintan (Irl)
  7. Caaellas Xavier (Spa)
  8. Zanoncello Enrico (Ita)
  9. Mastaller Stefan (Aut)
  10. Crabos Vincent (Fra)
  11. Froidevaux Robin (Svi)
  12. Kreminskyi Vladyslav (Ucr)
  13. Lichnovsky Ludek (Cze)
  14. Person Tomas (Slo)
  15. Schubert Erik (Ger)
  16. Ottevanger Bas (Ola)

SCRATCH DONNE JUNIORES

  1. Fidanza Martina (Ita)
  2. Sevcikova Petra (Cze)
  3. Holl Jenny (Gbr)
  4. Fortin Valentine (Fra)
  5. Martins Maria (Por)
  6. Bielawska Klaudia (Pol)
  7. Kolesava Anastasiya (Blr)
  8. Bossuyt Shari (Bel)
  9. Kazlauskaite Kristina (Ltu)
  10. Gorry Nicole (Irl)
  11. Krol Phaedra (Ola)
  12. Kulynych Olha (Ucr)
  13. Stepanova Aleksandra (Rus)

SCRATCH UOMINI JUNIORS

  1. Daniel Babor (Repubblica Ceca)
  2. Filip Prokopyszyn (Polonia)
  3. Michele Gazzoli (Italia)
  4. William Tidball (Gran Bretagna)
  5. Dimitrios Christakos (Grecia)
  6. Tuur Dens (Belgio)
  7. Ruben Buitendijk (Belgio)
  8. Ivan Gerasimov (Russia)
  9. Tsimoshyk Uladzislau (Blr)
  10. Granados Raul (Spa)
  11. Dik Calvin (Ger)
  12. Lavchyan Levon (Arm)
  13. Duarte Francisco (Por)
  14. Higgins Shane (Irl)
  15. Kryvych Oleksander (Ucr)
  16. Chren Martin (Svk)
  17. Viehberger Lukas (Aut)
  18. Quincey Scott (Svi)
  19. Johansson Gustav (Sve)
  20. Dnf: Orencik Ahmet (Tur); Meunier Lucas (Fra)