19 Luglio Lug 2017 2147 4 months ago

Barbieri, Gazzoli, Paternoster: gli ori azzurri salgono a cinque!

Nella seconda giornata Rachele si conferma reginetta dello scratch, Michele e Letizia dominano l'eliminazione juniores

Barbierigazzolipaternoster

Anadia (POR) (19/7) - La pista giovanile italiana continua a mietere successi agli Europei di Anadia. Dopo l'oro del quartetto rosa nell'inseguimento juniores, la seconda giornata offre la nuova impresa di Rachele Barbieri nello scratch donne under 23.

Barbieri1 19Luglio

Agguerrita e determinata la campionessa del mondo élite dello scratch scende conquista anche il titolo continentale. Un oro che ha un sapore di riscatto dopo il quinto posto di ieri nell’eliminazione. L’azzurra è protagonista di una corsa tatticamente perfetta. Attende che la gara entri nel vivo e dopo vari tentativi di attacco da parte delle avversarie, è nella posizione ideale centrare il bersaglio. Rachele batte nettamente in volata la britannica Eleanor Dickinson, argento ,e la danese Amelie Dideriksen, bronzo.

Letizia Paternoster e Michele Gazzoli padroni dell’Eliminazione juniores - A poche ore dalla vittoria con il quartetto juniores, Letizia Paternoster sale di nuovo sul gradino più alto del podio ad Anadia. Con grande sicurezza conquista un altro titolo continentale, questa volta nell’Eliminazione, regalando così all’Italia il quarto oro di queste prime due giornate.

Avvincente ed entusiasmante è stata la sfida allo sprint finale tra l’azzurrina e la portoghese, padrona di casa, Mary Martins. Letizia, dopo una corsa impeccabile, ha curato l’avversaria rimanendo al centro della pista e quando mancava un giro alla fine ha lanciato il suo attacco. Ha vinto nettamente sulla rivale, comunque soddisfatta dell'argento davanti al suo pubblico.

Paternosterpodioanadia
Gazzoli1 19Luglio

Ma non è finita. Subito dopo la cerimonia di premiazione che fa risuonare le note dell'inno di Mameli, l’azzurrino Michele Gazzoli, già vincitore del bronzo nello scratch della giornata di apertura, dà nuova prova del suo grande e giovane talento. Il CT Villa lo aveva detto ieri subito dopo il successo di Michele, che lo avrebbe fatto salire in sella per l’eliminazione, prova compresa nell’omnium olimpico. Detto fatto!, Michele, primo italiano ad aver vinto il GP Patton, dimostra maturità e prontezza di riflessi anche quando il francese tenta di bloccarlo poco lealmente e viene squalificato dalla Giuria. Nello sprint finale l'azzurro domina l'irlandese Murphy, che neppure accenna a una reazione quando Michele scatta per andarsi a prendere l'oro. Bronzo allo spagnolo Ibar. Il bottino dell'Italia è ora di cinque ori e due bronzi. Per Gazzoli è il primo titolo continentale nella categoria.

Nello scratch uomini U23 una fuga di otto corridori, tra cui l’azzurro Riccardo Minali, unico professionista tra gli azzurri, ha caratterizzato la maggior parte della gara. Tra i fuggitivi, ripresi poi dal gruppo, chi ha avuto la meglio sul finale, dopo anche il tentativo a pochi giri della fine dell’Olanda, è stato il bielorusso Yauheni Kalaliok. Sul secondo gradino del podio il danese Kiklas Larsen e bronzo al russo Maksim Piskunov. Minali chiude 19esimo.

Ma le soddisfazioni arrivano anche dal sesto posto del quartetto uomini juniores schierato dal Ct Villa per fare esperienza in chiave futura. Emanuele Amadio, Jacopo Cavicchioli, Michele Gazzoli e Giulio Masotto, dopo essere entrati nelle otto nazioni ammesse al primo round, hanno affrontato gli olandesi. La sfida è stata avvincente anche perché gli azzurrini, veramente agguerriti, hanno migliorato di ben 3 secondi rispetto alle qualifiche fermando il crono a 4’13”048 e battendo di netto l’Olanda (4’16”832). Un tempo buono che non è bastato per accedere alla finale del bronzo, ma la crescita è palese e promettente.

Il titolo continentale lo conquista la Russia, già miglior tempo in qualifica, in 4’04”023 e argento alla Gran Bretagna in 4’08”652 e bronzo alla Svizzera (4’08”652).

Nel Km da fermo juniores, più che dignitosa la performance di Davide Boscaro e Michael Minali che chiudono rispettivamente 11esimo (1’05”806) e 13° (1’06”206). Il gap con le altre nazioni è ancora notevole. Oro al russo Pavel Perchuk in 1’02”134, davanti al tedesco Carl Hinze (1’03”746), argento e al ceco Jajub Stastny (1’03”97).

Nella velocità olimpica donne under 23 l’Italia schiera Elena Bissolati e Miram Vece, che fanno un buon quinto tempo (34.538) nelle qualifiche anche se non sufficiente per accedere alla finale per il bronzo. La sfida per il 5/6 posto l’Italia l’ha vinta nettamente (34.401) contro la Gran Bretagna (35.595). L’oro è andato alle olandesi Kyra Lamberink e Hetty Van De Wouw.

Per la gara uomini l’Italia non ha schierato nessun azzurro. Titolo continentale ai britannici Jack Carlin, Ryan Owens e Joseph Truman.

E’ iniziato anche il torneo della velocità individuale donne juniores con l’azzurrina Giada Capobianchi che, con un buon ottavo tempo di qualifica (10.918), accede agli ottavi di finale corsi contro la polacca Paulina Petri. Qui, la polacca ha la meglio su Giada che conclude il suo torneo. Ma, con l’esperienza accumulata la ritroveremo nel Keirin e nei 500 metri come unica rappresentante azzurra della categoria nelle discipline veloci. Domani l’assegnazione del titolo continentale.

Si sono effettuate anche le qualifiche per i quartetti donne e uomini U23. Miglior tempo di qualifica per le azzurre del CT Salvoldi, Martina Alzini, Elisa Balsamo, Marta Cavalli e Francesca Pattaro in 4’27”816, che lasciano alle spalle Polonia (4’30”416), Gran Bretagna (4’32”362) e Germania (4’34”884). E proprio con la Germania le azzurre si contenderanno, domani, nel primo round l’accesso alla finale per l’oro.

In campo maschile il Ct Villa ha schierato Imerio Cima, Nicolas Della Valle, Riccardo Minali e Stefano Moro, che hanno fermato il crono a 4’11”709, entrando così di diritto nel primo round che si disputerà domani contro la Polonia (quinto tempo in qualifica). Qui gli azzurri si giocheranno l’accesso per la finale del bronzo.

KM DA FERMO UOMINI JUNIORES

  1. Perchuk Pavel (Rus) 1:02.134
  2. Hinze Carl (Ger) 1:03.746
  3. Stastny Jakub (Cze) 1:03.976
  4. Laczkowski Cezary (Pol) 1:04.272
  5. Dens Tuur (Bel) 1:04.424
  6. Dimitropoulos Vasileios (Gre) 1:04.699
  7. Renvoise Titouan (Fra) 1:04.791
  8. Daszkiewicz Bartosz (Pol) 1:04.988
  9. Schumann Valentin (Ger) 1:05.041
  10. Konstantouras Konstantinos (Gre) 1:05.596
  11. Boscaro Davide (Ita) 1:05.806
  12. Fielding Alistair (Gbr) 1:05.847
  13. Minali Michael (Ita) 1:06.206
  14. Luxik Jiri (Cze) 1:06.248
  15. Gourguecho Baptiste (Fra) 1:06.389
  16. Denysenko Vladyslav (Ucr) 1:06.948
  17. Lukashevich Andrei (Blr) 1:07.043
  18. Destatsbader Thibo (Bel) 1:07.905
  19. Azpitarte Iker (Spa) 1:08.240
  20. Esperanca Wilson (Por) 1:09.047
  21. Stocek Matus (Svk) 1:09.472
  22. Palm Oskar (Sve) 1:10.248
  23. Moreira Francisco (Por) 1:10.644

INSEGUIMENTO A SQUADRE DONNE JUNIORES

FINALE 1-2: 1. ITALIA (Consonni Chiara, Guazzini Vittoria, Fidanza Martina, Paternoster Letizia) 4’30”725; 2. OLANDA (Van Der Hulst Amber, De Zoete Mylene, Raaijmakers Marit, Van Haaften Kirstie) 4’35”429

FINALE 3-4: 3. RUSSIA (Lukashenko Anastasia, Novolodskaya Maria, Minasian Karine, Malkova Daria) 4’38”775; 4. GRAN BRETAGNA (Docherty Anna, Dolan Lauren, Roberts Jessica, Georgi Pfeiffer) 4’40”420


INSEGUIMENTO A SQUADRE UOMINI JUNIORES

FINALE 1-2: 1. RUSSIA (Gonov Lev, Syritsa Gleb, Smirnov Ivan, Mukhomediarov Dmitry) 4’04”023; 2. GRAN BRETAGNA (Britton Rhys, Wright Fred, Stewart Jake, Nally Joseph) 4’08”652

FINALE 3-4: 3. SVIZZERA (Quincey Scott, Vogel Alex, Thiebaud Valere, Schmid Mauro) 4’08”360; 4. POLONIA (Kwiatkowski Maciej, Walkowiak Kacper, Richter Wiktor, Papierski Damian) 4’102660

5. FRANCIA 4’12”558; 6. ITALIA 4’13”048; 7. BELGIO 4’16”772; 8. OLANDA 4’16”832

SCRATCH UOMINI UNDER 23

  1. Karaliok Yauheni (Blr)
  2. Larsen Niklas (Dan)
  3. Piskunov Maksim Rus Malcharek Moritz Ger)
  4. Caaellas Xavier (Spa)
  5. Staniszewski Daniel (Pol)
  6. Stewart Mark (Gbr)
  7. Ottevanger Bas (Ola)
  8. Ryan Fintan (Irl)
  9. Crabos Vincent (Fra)
  10. Gladysh Roman (Ucr)
  11. Malcharek Moritz (Ger)
  12. Pietrula Nicolas (Cze)
  13. Filutas Viktor (Ung)
  14. Stepanyan Edgar (Arm)
  15. Mastaller Stefan (Aut)
  16. Strmiska Andrej (Svk)
  17. Hesters Jules (Bel)
  18. Minali Riccardo (Ita)
  19. Selenati Nico (Svi);
  20. Tiryaki Oguzhan (Tur)
  21. Martingil Cesar (Por)

SCRATCH DONNE UNDER 23

  1. Barbieri Rachele Ita)
  2. Dickinson Eleanor (Gbr)
  3. Dideriksen Amalie (Dan)
  4. Seitz Aline (Svi)
  5. Baleisyte Olivija (Ltu)
  6. Kaczkowska Justyna (Pol)
  7. Vandenbroucke Saartje (Bel)
  8. Bondar Viktoriia (Ucr)
  9. Iriarte Ane (Spa)
  10. Kohoutkova Katerina (Cze)
  11. Silva Soraia (Por)
  12. Borras Marion (Fra)
  13. Ferrara Sara (Fin)
  14. Ebert Michaela (Ger)
  15. Petukhova Maria Rus)
  16. Piatrouskaya Katsiaryna Blr)

DONNE JUNIORES ELIMINAZIONE

  1. Paternoster Letizia (Ita)
  2. Martins Maria (Por)
  3. Georgi Pfeiffer (Gbr)
  4. Selosse Noa (Bel)
  5. Van Teeseling Bente (Ola)
  6. Majewska Oliwia (Pol)
  7. Cetkovska Ema (Cze)
  8. Abramenko Alina (Blr)
  9. Lukashenko Anastasia (Rus)
  10. Kulynych Olha (Ucr)

UOMINI JUNIORES ELIMINAZIONE

  1. Gazzoli Michele (Ita)
  2. Murphy Jb (Irl)
  3. Iribar Unai (Spa)
  4. Gerasimov Ivan (Rus)
  5. Kryvych Oleksander (Ucr)
  6. Weispfennig Nils (Ger)
  7. Rybin Daniel (Cze)
  8. Van Den Bossche Fabio (Bel)
  9. Walkowiak Kacper (Pol)
  10. Dinis Joao (Por)
  11. Markus Bob (Ola)
  12. Paroz Aurole (Svi)
  13. Charlot Victor (Fra)
  14. Tsimoshyk Uladzislau (Blr)
  15. Lavchyan Levon (Arm)
  16. Johansson Gustav (Sve)
  17. Chren Martin (Slo)
  18. Tidball William (Gbr) squalificato

VELOCITÀ A SQUADRE DONNE UNDER 23

QUALIFICAZIONI

  1. OLANDA (Van De Wouw Hetty, Lamberink Kyra) 33.598
  2. RUSSIA (Kiseleva Tatiana, Antonova Natalia) 34.256
  3. FRANCIA (Pain Melissandre, Gros Mathilde) 34.373
  4. POLONIA (Karwacka Marlena, Jagodzinska Julita) 34.510
  5. ITALIA (Vece Miriam, Bissolati Elena) 34.538
  6. GRAN BRETAGNA (Capewell Sophie, Barker Megan) 35.974
  7. SPAGNA (Iriarte Ane, Araiz Gudane) 37.564

1^ ROUND

1) 1. ITALIA 34”401; 2. GRAN BRETAGNA 35”595

2) 1. FRANCIA 34”011; 2. RUSSIA 34”175

3) 1. OLANDA 33”460; 2. POLONIA 35”731

FINALE 1-2: OLANDA; FRANCIA

FINALE 3-4: RUSSIA; POLONIA

5. ITALIA; 6. GRAN BRETAGNA

VELOCITÀ A SQUADRE UOMINI UNDER 23

QUALIFICAZIONI

  1. GRAN BRETAGNA (Carlin Jack, Truman Joseph, Owens Ryan) 44.455;
  2. RUSSIA (Dmitriev Mikhail, Nosov Alexey, Dubchenko Aleksandr) 44.950;
  3. GERMANIA (Jurczyk Marc, Schroter Nik, May Jan) 44.968;
  4. POLONIA (Czyszczewski Marcin, Rajkowski Patryk, Milek Mateusz) 45.135
  5. BIELORUSSIA (Novik Uladzislau, Zaitsau Artsiom, Veramchuk Yauhen) 45.140
  6. REP. CECA (Cechman Martin, Janosek Jiri, Fanta Jiri) 45.247
  7. SPAGNA (Martinez Alejandro, Azpitarte Iker, Vega Jaime) 46.904

FINALE 1-2: 1. GRAN BRETAGNA 44.167; 2. RUSSIA 44.529

FINALE 3-4: 3. POLONIA 44.312; 4. GERMANIA 44.809

INSEGUIMENTO A SQUADRE DONNE UNDER 23

QUALIFICAZIONI

  1. ITALIA (Alzini Martina, Pattaro Francesca, Cavalli Marta, Balsamo Elisa) 4’27”816
  2. POLONIA (Kaczkowska Justyna, Ratajczak Alicja, Plosaj Nikol, Pikulik Daria) 4’30”416
  3. GRAN BRETAGNA (Barker Megan, Nelson Emily, Lloyd Manon, Dickinson Eleanor) 4’32”362
  4. GERMANIA (Brausse Franziska, Sussemilch Laura, Stock Gudrun, Paller Tatjana) 4’34”884
  5. BELGIO (Bex Nathalie, Bossuyt Shari, Vandenbroucke Saartje, Druyts Lenny) 4’43”276
  6. BIELORUSSIA (Dzedzikava Anastasiya, Savenka Karalina, Karpovich Aliaksandra, Piatrouskaya Katsiaryna) 4’44”362
  7. UCRAINA (Alieksieieva Viktoriia, Kliachina Oksana Bondar Viktoriia, Biryukova Julia) 4’46”376

INSEGUIMENTO A SQUADRE UOMINI UNDER 23

QUALIFICAZIONI

  1. GRAN BRETAGNA (Bostock Matthew, Walls Matthew, Holt Joe, Hayter Ethan) 4’01”431
  2. BELGIO (De Vylder Lindsay, Weemaes Sasha, Thijssen Gerben, Ghys Robbe) 4’02”348
  3. FRANCIA (Costeplane Aurelien, Pijourlet Louis, Garel Adrien, Davy Clement) 4’04”423
  4. SVIZZERA (Bissegger Stefan, Selenati Nico, Ruegg Lukas, Froidevaux Robin) 4’04”556
  5. POLONIA (Czubak Dawid, Staniszewski Daniel, Rudyk Bartosz, Krawczyk Szymon) 4’05”164
  6. BIELORUSSIA (Akhramenka Yauheni, Tsishchanka Hardzei, Karaliok Yauheni, Bialiauski Kanstantsin) 4’08”447
  7. RUSSIA (Mosin Sergey, Sukhov Maxim, Rostovtsev Sergei, Prostokshin Andrey) 4’09”215
  8. ITALIA (Cima Imerio, Moro Stefano, Minali Riccardo, Dalla Valle Nicolas) 4’11”709
  9. UCRAINA (Gladysh Roman, Shevchuk Taras, Kreminskyi Vladyslav, Hryniv Vitaliy) 4’12”051