2 Agosto Ago 2017 1709 4 months ago

EUROPEI CRONO: Lancette scandinave Uomini Jrs e Donne U23, ma l'Italia c'è

Dopo l'exploit delle azzurrine tra le donne juniores, arrivano i successi del norvegese Leknessund e della danese Mathiesen - Nella Top Ten Antonio Puccio (10°) e Lisa Morzenti (8^)

Europeipodijrsdu23 1Agosto

Herning (DAN) (2/8) - Dopo i fuochi artificiali della gara donne juniores (qui), gli Europei strada hanno concluso il programma della prima giornata nel segno dei corridori scandinavi, che evidentemente si trovano a loro agio su questo tracciato completamene piatto e le cui uniche difficoltà sono derivate, oggi, dalle mutevoli condizioni del tempo.

Tra gli uomini juniores ha vinto il norvegese Andreas Leknessund, che ha chiuso i 31,5 chilometri del percorso in 39’16”23, mortificando di 14” le speranze di vittoria del beniamino locale, Julius Johansen. Bene, ben oltre le aspettative, il campione italiano Antonio Puppio, che con una prova all’altezza, ha chiuso al 10° posto: “Se mi avessero detto alla vigilia – ha commentato Rino De Candido visibilmente soddisfatto – di un simile piazzamento, avrei firmato subito. I nostri juniores non sono abituati a distanze di questo genere. La prova di Antonio, in grado di chiudere nei 10 e soprattutto con un distacco di poco più di un minuto dal primo, ci conforta, anche per il futuro.”.

Dopo un bronzo nella gara delle donne juniores e un argento (a pochi secondi dall’oro) nella prova maschile, lo spettro di una prima giornata piena di rimpianti per la formazione danese era concreto. Ci hanno pensato invece le due U23 Pernille Mathiesen e Cecilie Uttrup Ludwig a trasformarla in una giornata trionfale, dominando la prova conclusiva di oggi e catapultando la formazione di casa in testa al medagliere con 1 oro, 2 argenti e 1 bronzo. Segue, in questa speciale classifica, proprio l’Italia, grazie all’oro e all’argento di Pirrone e Paternoster, davanti a Norvegia, Belgio e Germania.

La gara donne U23 è stata incerta fino alla fine, consegnando la vittoria alla danese meno accreditata alla vigilia, avendo perso il titolo nazionale proprio per mano della connazionale, battuta invece oggi di 4”. Ad 11” è giunta la tedesca Lisa Klein, che permette con il suo piazzamento di “muovere” il medagliere anche allo squadrone tedesco.

Buona prova per Elisa Morzenti, campionessa continentale juniores uscente, che al primo anno nella categoria ha concluso all’ottavo posto, a 1’57" dalla vincitrice, come conferma anche Dino Salvoldi: "Un'ottima prestazione, un buon modo per iniziare nella nuova categoria. Sono veramente soddisfatto."

Domani si torna a gareggiare a cronometro, con la seconda tornata di gare.

Cominceranno le Donne Elite alle 9,30 (partenza ogni minuto). Elisa Longo Borghini partirà come quintultima, alle ore 9,57. Seguiranno gli Under 23, alle ore 12,15. Edoardo Affini prenderà il via alle 12,43, Paolo Baccio alle 13,06, come ultimo concorrente. Chiuderanno il programma gli Elite (46 chilometri di gara), con il via alle 15. Filippo Ganna inizierà la sua prova alle ore 15,21. (au)

Lisa Morzenti Al Via

UOMINI JUNIORES

1. Andreas Leknessund (Nor) in 39’16”23
2. Julius Johansen (Dan) a 14”
3. Sébastien Grignard (Bel) a 19”
4. Daan Hoole (Ol) a 33”
5. Søren Wærenskjold (Nor) a 37”
6. Nik Čemažar (Slo) a 46”
7. Filip Maciejuk (Pol) a 51”
8. Veljko Stojnić (Ser) a 55”
9. Loran Cassaert (Bel) a 1’10”
10. Antonio Puppio (Ita) a 1’18”

DONNE U23


1. Pernille Mathiesen (Dan) in 41’29
2. Cecile Uttrup Ludwig (Da) a 4”
3. Lisa Klein (Ger) a 11”
4. Clara Koppenburg (Ger) a 42”
5. Severine Eraud (Fra) a 1’36”
6. Agnieszka Skalniak (Pol) a 1’45”
7. Melissa Lowther (Gbr) a 1’50”
8. Lisa Morzenti (Ita) a 1’57”
9. Ksenia Tcymbaliuk (Rus) a 2’07
10. Juliette Labous (Fra) a 2’16