4 Agosto Ago 2017 1125 13 days ago

EUROPEI STRADA: Wiebes oro juniores, Paternoster bronzo, Fidanza quarta

Epilogo scontato in volata e successo dell'olandese che supera al fotofinish la danese Jorgensen e l'azzurra, ancora sul podio dopo l'argento nella crono - Grande prova di tutto il gruppo azzurro

Europeipodiodonnejuniores4agosto

Herning (DAN) (4/8) - Non è arrivato l’oro, ma un bronzo con Letizia Paternoster, condito anche dal quarto posto di Martina Fidanza, nella prova in linea delle donne juniores, ma la formazione di Dino Salvoldi conferma di essere sicuramente la più completa e forte del panorama internazionale. Se tra le élite, le olandesi dettano legge, nella categoria cadetta questo ruolo spetta a noi che, grazie al bronzo di oggi, saliamo sul podio in entrambe le gare, completando così un palmares perfetto: tra crono e strada, infatti, cogliamo 1 oro, 1 argento e 1 bronzo.

La prova in linea di oggi, com’era nelle attese della vigilia, si è conclusa allo sprint, con Letizia Paternoster che non riesce a contenere il ritorno dell’olandese Wiebes (nuova campionessa europea) e della danese Jorgensen.

Dino Salvoldi, consapevole della bontà della corsa delle sue ragazze, non ne fa un dramma: “Il rammarico è solo di aver sbagliato gli ultimi 200 m.: invece di stare a destra vicino alle transenne come preparato, le ragazze si sono spostate verso il centro e son state infilate all'interno. Per il resto corsa perfetta di tutte.”

Europei Azzurrejuniores4agosto

In effetti il gruppo azzurro ha corso costantemente nelle prime posizioni, evitando le insidie di un percorso reso scivoloso dalla pioggia. Ha provato anche a “fare la gara” per evitare un arrivo in volata, con Elena Pirrone a metà corsa. E’ stata fuori una decina di chilometri, ma non ha mai avuto il via libera del gruppo. Nelle fasi finali, poi, la stessa Pirrone ha contenuto il tentativo di alcune fuggitive e all’ultimo chilometro il trenino azzurro si è presentato quasi compatto, ad eccezione di Elena Pirrone, che aveva già dato il meglio, e Vittoria Guazzini, coinvolta in una caduta a 5 chilometri dall’arrivo.

La volata è vinta dalla Wiebes; sulla fettuccia Letizia Paternoster (che sale su un podio continentale ormai ininterrottamente da un mese, tra strada e pista, in ogni gara a cui ha preso parte) viene superata anche dalla danese.

Il quarto posto di Martina Fidanza premia un gruppo che non ha ancora finito di stupire per qualità e continuità di rendimento. (au)

CORSA IN LINEA DONNE JUNIORES

  1. Wiebes Lorena (Ola) Km. 60,3 in 1h32’21”
  2. Jørgensen Emma Cecilie Norsgaard (Dan)
  3. Paternoster Letizia (Ita)
  4. Fidanza Martina (Ita)
  5. Lundmark Clara (Sve)
  6. Paret Maeva (Fra)
  7. Martins Maria (Por)
  8. Bossuyt Shari (Bel)
  9. Rodriguez Revert Sofia (Spa)
  10. Perinović Maja (Cro)

Le altre azzurre: 26. Consonni Chiara; 44. Scarsi Gloria a 24”; 46. Pirrone Elena a 45”; 62. Guazzini Vittoria a 1’00”