23 Agosto Ago 2017 1518 one month ago

MONDIALI PISTA JRS: Il quartetto rosa demolisce il precedente record del mondo

Eccezionale prestazione di Vittoria Guazzini, Chiara Consonni, Letizia Paternoster, Martina Fidanza nelle qualificazioni in 4'23"229, precedente record 4'29"234

Quartetto Jrs

Montichiari (BS) (23/8) – Apartura col botto dei Mondiali su pista a Montichiari. Fantastico record del quartetto rosa formato da Vittoria Guazzini, Chiara Consonni, Letizia Paternoster, Martina Fidanza nelle qualificazioni . Con il tempo di 4'23"229 hanno demolito il precedente record fissato dall’Italia sempre a Montichiari in 2’29”334. Ben sei secondi e 5 millesimi meglio.

Lo aveva detto alla vigilia in CT Salvoldi che “siamo consapevoli di aver fatto tutto e bene” ed anche che “le aspettative sul quartetto ci sono e sono alte”. Eppure questo è un progresso straordinario per le #RocketGirls del CT Salvoldi: di oltre sette secondi rispetto ai recenti Europei di Anadia in così poco tempo, la dice lunga sulla determinazione delle azzurrine e sulla loro volontà di migliorarsi.

Qualche brivido ero corso dopo la prestazione della Nuova Zelanda, che ha sfiorato il precedente record delle italiane con il tempo di 4’292267, segnale eloquente di quanto le varie nazioni si stiano impegnando nella specialità olimpica.

“Nonostante le difficoltà siamo riusciti in questi anni a dare continuità al lavoro – dice il CT Salvoldi – Ed ormai sappiamo il valore che abbiamo prima di ogni gara anche se le preoccupazioni ci sono sempre perché date dalla loro giovane età e dall’imprevisto che è sempre in agguato. Questo successo è arrivato dopo un gran lavoro perché niente in pista è improvvisato. Le ragazze poi riescono a dare qualcosa in più di quello che le viene chiesto. Perché? Perché siamo l’Italia e non vogliamo essere meno di ciò che siamo”.

Una vigilia fatta dalla consapevolezza del proprio valore ma anche di una buona e sana agitazione. “In allenamento abbiamo visto che il tempo era ottimo – dice Salvoldi – e quindi ogni azzurra lo aveva nelle gambe. Erano agitate proprio perché sentivano una responsabilità. Dopo la gara è stata come una liberazione ed è arrivata la gioia e la soddisfazione”.

Non meno ragguardevole il 4’32”600 del Canada. Anche la Francia evidenzia progressi con il quarto tempo di 4’35”629. Saranno proprio le transalpine ad affrontare l’Italia nel primo turno valido per il pass alla finale oro-argento, mentre l’altra batteria valida per il passaggio alla finalissima vedrà la Nuova Zelanda contro il Canada.

Saranno proprio le transalpine ad affrontare l’Italia nel primo turno valido per il pass alla finale oro-argento, mentre l’altra batteria valida per il passaggio alla finalissima vedrà la Nuova Zelanda contro il Canada.

INSEGUIMENTO SQUADRE DONNE

QUALIFICAZIONI

  1. ITALIA (Guazzini Vittoria Consonni Chiara Paternoster Letizia Fidanza Martina) 4’23”229
  2. NUOVA ZELANDA (Shearman Emily Smith Kate Shields Nicole Andrews Ellesse) 4’29”267
  3. CANADA (Jussaume Laurie, Attwell Erin, J Coles-Lyster Maggie, Van Yzendoorn Ali) 4’32”600
  4. FRANCIA (Fortin Valentine, Le Net Marie, Copponi Clara, Da Cruz Laura) 4’35”629
  5. AUSTRALIA (Haines Jade Martin-Wallace Alexandra Plouffe Maeve Culling Alice) 4’37”500
  1. RUSSIA (Stepanova Aleksandra Novolodskaya Mariia Malkova Daria Lukashenko Anastasia) 4’39”384
  2. POLONIA (Jaskulska Marta Trzebinska Aleksandra Majewska Oliwia Polak Wiktoria) 4’41”155
  3. COLOMBIA (Rojas Zapata Lina Mabel Castillo Murillo Laura Sofia Atehortua Hoyos Daniela Hernandez Gomez Lina Marcela) 4’45”337
  4. GERMANIA (Reissner Lena, Charlotte Teutenberg, Lea Lin Klimsa, Paulina Maxima Bauernfeind Ricarda) 4’47”210
  5. GIAPPONE (Matsumoto Shino Matsui Yuka Yamaguchi Ibuki Ikegami Akari) 4’49”639
  6. STATI UNITI (Steiner Mckenzie, Taylor Sawyer, Reeves Claire, Beatty Alijah) 5’11”879