26 Agosto Ago 2017 0729 2 months ago

MONDIALE 4X: Storico bronzo di Giovanni Pozzoni

Per la prima volta in assoluto un azzurro sale sul podio mondiale - Il titolo iridato è andato allo svedese Felix Beckeman, argento al francese Quentin Derbier

Pozzoni Medaglie25agosto

Commezzadura (TN) (25/8) - Un bronzo che profuma di leggenda. Giovanni Pozzoni regala una giornata memorabile per tutto il movimento della MTB italiano: per la prima volta in assoluto un atleta azzurro sale sul podio di un Mondiale Four-Cross. Lo ha fatto ieri sera Pozzoni (Team Le Marmotte Loreto) con una prova maiuscola, incredibile, andata oltre ogni più rosea aspettativa. Un successo dalla carica emozionale ancora più elevata perché ottenuto in Italia, sulla pista di Commezzadura, in Val di Sole. Il titolo iridato è andato allo svedese Felix Beckeman, con il francese Quentin Derbier medaglia d'argento. Il campione italiano Giacomo Fantoni e Roberto Cristofoli sono invece usciti nei quarti di finale.

"È andata benissimo, non pensavo di poter arrivare fino a qui - ha commentato raggiante Pozzoni con la medaglia di bronzo al collo -. Sono davvero felicissimo di questo terzo posto, non credo che potesse andare meglio di così".

Due anni fa mancò le semifinali per un soffio. Quest'anno è riuscito nell'impresa di arrivare a giocarsi un posto sul podio che ha conquistato con grande caparbietà. Lo stesso Pozzoni - pluricampione italiano di specialità - nel 2013 aveva conquistato una medaglia d'argento al Campionato Europeo. Ma questo bronzo al Mondiale ha tutto un altro sapore e un significato speciale. Oggi arriva finalmente il risultato tanto ambito, e le lacrime faticano a farsi trattenere: dopo il traguardo Giovanni Pozzoni, 21enne lecchese di Brivio, è scoppiato in un pianto di gioia. Una soddisfazione grandissima che arriva a culmine di anni di sacrifici e che ripaga il grande lavoro svolto anche dalla sua società.

La competizione femminile è stata più tirata di quella maschile, partendo direttamente dalle semifinali. In finale sono entrate tutte le favorite, con l’argento conquistato dalla ceca Romana Labounkova e il bronzo dall’austriaca Helene Valerie Fruhwirth. La medaglia di legno è invece stata indossata dalla britannica Natasha Bradley. Per Caroline Buchanan si tratta della quinta medaglia d’oro vinta nel 4X, dopo i titoli conquistati nel 2009, 2010, 2013 e 2016.