Giochi Paralimpici

Giochi paralimpici Rio 2016

Come funziona, invece, la selezione per gli atleti di paraciclismo? Innanzitutto va ricordato che le prove del paraciclismo comprendono varie tipologie di percorso. E queste, per sintesi, si possono raggruppare in:

PROVE SU STRADA

√ Gare in Linea;

√ Gare a cronometro individuali.

GARE SU PISTA

√ Chilometro da fermo;

√ Inseguimento individuale;

√ Velocità tandem;

√ Velocità a squadre (TS).

La partecipazione alle prove ciclistiche dei Giochi Paralimpici è regolamentata dai regolamenti dell’Unione Ciclistica Internazionale (UCI), e le classifiche di merito sono stilate a livello internazionale e si basano sul totale delle prestazioni degli Atleti, nelle gare su strada e su pista, nel periodo Gennaio 2014/Marzo 2016;

Ma quali sono, quindi, i criteri di selezione? Primo fra tutti il merito prestazionale degli atleti, ben rispecchiato dai ranking internazionali predisposti dall'UCI. Gli atleti, ai fini della convocazione, dovranno comunque aver dimostrato nel corso della stagione 2016 e nei due mesi antecedenti un rendimento di assoluta eccellenza, nel ruolo specifico che il Direttore Tecnico della specialità avrà individuato. Dovranno inoltre essere in regola con tutti i criteri etici imposti dalla FCI, dal CONI e dall'UCI.

Questi fungono da linee guida non vincolanti e la Federazione Ciclistica Italiana, su proposta del Commissario Tecnico, avrà in ogni caso il diritto di selezionare in modo assolutamente discrezionale ed insindacabile gli atleti che parteciperanno ai Giochi Paralimpici di Rio 2016.

Si allega il documento relativo ai criteri di selezione degli atleti, che dovrà essere sottoscritto da loro e dalle Società per presa visione e ritrasmesso al Settore Paralimpico Nazionale.