14 Luglio Lug 2018 1406 4 months ago

EUROPEI BRNO: Guazzini e sono 2... la strada è d'argento!

Sul difficile percorso di Zlin grande numero della russa Aigul Gareeva che va in fuga poco dopo il via e vince con oltre 6' sulle inseguitrici - L'azzurra coglie la seconda medaglia personale, la quarta per l'Italia

Guazzini Argentobrno

Brno (CZE) (14/07) - Archiviate le cronometro di Brno, i Campionati Europei Juniores e Under 23 si sono spostati, per le prove in linea, sul duro tracciato di Zlin. La Nazionale di Dino Salvoldi è partita con i favori del pronostico e ha mantenuto fede alle aspettative, cogliendo uno splendido argento con Vittoria Guazzini, già campionessa europea nella crono ed oggi costretta ad arrendersi ad una scatenata Aigul Gareeva.

La russa ha fatto un numero che difficilmente è dato ammirare in questa categoria. Ha lanciato il suo attacco ben prima della metà gara (circuito di 10 chilometri da ripetere 7 volte, con una difficile salita nella parte centrale) ed in breve ha conquistato oltre un minuto di vantaggio.

La sua azione ha provocato la reazione di un gruppetto, tra le quali anche la nostra Guazzini; gruppetto incapace però di chiudere il gap. Il resto della gara è stato un monologo dell’atleta dell’est che ha costantemente incrementato in tutti i passaggi successivi, fino a chiudere la prova con 6 minuti di vantaggio sulle più dirette concorrenti.

Vittoria Guazzini ha vinto la volata delle inseguitrici, mettendosi così al collo la seconda medaglia personale di questi Europei, la quarta per l’Italia. Sul terzo gradino del podio è salita la tedesca Hannah Ludwig. Buona la prova di Camilla Alessio, che ha concluso al decimo posto, ad oltre 7’ dalla vincitrice.

È stata una gara durissima - ha detto l’azzurra subito dopo l’arrivo -. Quella salita da ripetere sette volte è stato un ostacolo veramente impegnativo. Già prima della gara noi tutte in gruppo ci chiedevamo come sarebbe stata la gara. Devo fare i complimenti alla vincitrice, che è riuscita a fare il vuoto già prima di metà gara. Ha trovato il ritmo giusto ed è stata bravissima. io sono molto contenta, perché ho sofferto il percorso. Ad un certo punto mi sono anche staccata, poi le mie compagne mi hanno aiutato a recuperare e le ringrazio veramente. Mi sono concentrata sull’arrivo. Non sono una sprinter ma sapevo di potermi giocare le mie carte dopo un percorso simile. Adesso guardò con ottimismo i prossimi appuntamenti mondiali sia su strada che su pista.”

CORSA IN LINEA DONNE JUNIORES

1. Gareeva Aigul (Rus) in 2h28’30
2. Guazzini Vittoria (Ita) a 6’01
3. Ludwig Hannah (Ger)
4. Le Net Marie (Fra)
5. Wiel Jade (Fra)
6. Galimullina Iuliia (Rus)
7. Jandová Veronika (Cze)
8. Kulynych Olha (Ukr)
9. Sásková Tereza (Cze) a 6’03”
10. Alessio Camilla (Ita) a 7’34”
20. Collinelli Sofia (Ita) a 11’53
27. Vitillo Matilde a 14’52”
44. Zanardi Silvia a 21’44
Rit. Bariani Giorgia