20 Gennaio Gen 2019 1314 4 months ago

CDM CX: Dorigoni sul podio, lo junior Bergagna lo sfiora

A Pont Chateau azzurrini protagonisti anche con Toneatti, che fora a un giro e mezzo dal traguardo mentre era in fuga – Bravo il primo anno De Pretto, ottavo

Cdmcx Volatajrs

Pont Chateau (FRA) (20/1) – Medaglia di bronzo per l’under Jakob Dorigoni nell’ottava prova di Coppa del Mondo Ciclocross in corso oggi a Ponte Chateau, in Francia. L’azzurro campione d’Italia conferma la sua statura mondiale nella categoria salendo sul podio della gara francese insieme al britannico Thomas Pidcock, vincitore davanti al francese Antoine Benoist con 9” di vantaggio.

L’italiano è stato protagonista di un bel finale, recuperando molti secondi al britannico in fuga fin dai primi giri per terminare al terzo posto a 26”. Quarto il cecoslovacco Tomas Kopecky a 43”, dopo essere stato incollato alla ruota di Dorigoni fino al penultimo giro.

Con questa vittoria Pidkcock consolida il suo primato nella classifica di coppa portandosi a 240 punti, seguito da Iserbyt (200) e Benoist (190). Dorigoni è quarto con 175 punti.

In precedenza si era svolta la gara juniores. Arrivo in volata di quattro corridori, tra i quali l’azzurrino Tommaso Bergagna, vice campion italiano, che è rimasto però fuori dal podio. Splendida comunque la sua gara caratterizzata da un finale in crescendo.

Ha vinto il figlio d’arte Thibau Nys davanti all’altro belga Witse Meeussen, che conserva il primato in Coppa, e allo spagnolo Carlos Canal Blanco.

La bella prova dei giovani schierati dal CT Fausto Scotti è suffragata anche dall’ottavo posto del primo anno Davide De Pretto a 15” dal vincitore, dal 13° del campione italiano Samuele Leone a 21” e dal 20° di Luca Pescarmona a 1’05” seguito da uno sfortunatissimo Davide Toneatti. “A un giro e mezzo dal termine Toneatti ha forato la ruota posteriore mentre si trovava in testa alla corsa con una ventina di secondi di vantaggio – spiega Fausto Scotti -. Aveva attaccato staccando tutti i migliori e mentre filava in testa verso l’ultimo giro è stato fermato dalla foratura. Peccato! Ma il ragazzo c’è, come ci sono gli altri giovani che ho portato in questa trasferta, da Bergagna a De Pretto, Leone e Pescarmona. Tutti bravi e motivati. Nonostante la sfortuna di Davide sono soddisfatto. Anche Dorigoni ha fatto una bella gara tra gli under meritando un podio finale di grande prestigio.”

UOMINI JUNIORES

1. Thibau Nys (Bel) in 44’04”; 2. Witse Meeussen (Bel) a 1”; 3. Carlos Canal Blanco (Spa) a 1”; 4. Tommaso Bergagna (Ita) a 1”; 5. Luke Verburg (Ola) a 11”; 6. Florian Richard Andrade (Fra) a 14”; 7. Lennert Belmans (Bel) a 14”; 8. Davide De Pretto (Ita) a 15”; 9. Gonzalo Inguanzo Macho (Spa) a 15”; 10. Jelle Vermoote (Bel) a 21”; 13. Samuele Leone (Ita) a 21”; 20. Luca Pescarmona (Ita) a 1’05”; 21. Davide Toneatti (Ita) a 1’18”; 27. Emanuele Huez (Ita) a 1’28”.

UOMINI UNDER 23

1. Thomas Pidcock (Gbr) in 54’19”; 2. Antoine Benoist (Fra) a 9”; 3. Jakob Dorigoni (Ita) a 26”; 4. Tomas Kopecky (Cze) a 43”; 5. Eli Iserbyt (Bel) a 52”: 6. Sandy Dujardin (Fra) a 59”; 7. Matthieu Legrand (Fra) a 1’01”; 8. Eddy Fine (Fra) a 1’07”; 9. Lander Loocky (Bel) a 1’07”; 10. Maik Van der Heijden (Ola) a 1’08”