22 Agosto Ago 2019 1747 24 days ago

EUROPEAN YOUTH MTB: Italia scatenata nell'XCE

Ancora una doppietta grazie alla medaglia d'oro di Filippo Agostinacchio e l'argento di Nils Laner, primo e secondo nella prova Eliminator Under 17

Agosti Oro

Pila (22/08) - Italia ancora grande protagonista a Pila, sede dei Campionati Europei Giovanili di MTB: dopo aver vinto ben 3 medaglie nella prima giornata di gare, oggi gli azzurri si scatenano e conquistano un'altra splendida doppietta. Filippo Agostinacchio e Nils Laner conquistano infatti primo e secondo gradino del podio XCE Under 17, regalando alla selezione azzurra le medaglie numero 4 e 5. Ma non basta: otto gli italiani nei migliori 32, di cui quattro poi sono andati ad occupare tutti i posti disponibili per una finale tutta tricolore.

Il format fa il suo ingresso proprio in questa edizione: spettacolare la formula, rapida, coinvolgente, che ha entusiasmato i tanti spettatori che, questa mattina, si sono presentati nella stazione a monte del capoluogo valdostano. Sin dal primo metro di gara l'azzurro Filippo Agostinacchio fa intuire di voler far grandi cose, imponendosi in tutte le batterie, dagli ottavi alla semifinale.

Non resta di certo a guardare l'altro azzurro Nils Laner, che assieme agli altri due italiani Marco Betteo (Xco Project) e Giorgio Coli (Focus XCItaly team) conquistano il diritto di concorrere per il titolo continentale giovanile. In finale non c'è storia: FIlippo Agostinacchio si piazza immediatamente al comando, mantenendo un buon margine di vantaggio. All'ultima curva, l'azzurro si allunga e taglia per primo il traguardo. Alle sue spalle conquista l'argento l'azzurro Nils Laner, bronzo per Marco Betteo e quarta posizione per il campione italiano Giorgio Coli.

La finale femminile Under 17 parte non nel migliore dei modi, con tre atlete su quattro a terra dopo un brutto contatto. L'unica non coinvolta è la tedesca Sina Van Thiel, che percorre l'intero tracciato in piena solitudine. Alle sue spalle arriveranno le austriache Katharina Sadnik e Fiona Klien.

UNDER 15 - In mattinata spazio alla categoria Under 15, con Carla Hahn e Max Greensill incoronati re e regina continentale di specialità. Al maschile, gli ottavi di finale premiano il tricolore, con ben cinque atleti italiani (ma con indosso la maglia del proprio club) che accedono ai quarti. Finale con tanto di suspence e fotofinish per decretare il vincitore: il britannico Max Greensill beffa sul filo di lana il danese Sune Kirk, lanciando letteralmente in avanti la sua bici, sganciando anche i piedi dai pedali mettendo sua ruota – ben sollevata dal terreno – davanti a quella dello scandinavo, già intento a festeggiare la vittoria con tanto di braccia alzate. Gradino basso del podio per l’altoatesino Niclas Pallweber e quarta piazza a Mattia Settin. Ventisettesima piazza per l'unico in maglia azzurra in gara, Pietro Genesini.

Al femminile, le italiane Francesca Crosa e Anna Pellegrino non superano i quarti di finale. Fanno strada invece le tedesche, con due rappresentanti in finale: Carla Hahn prende subito la testa della corsa e la mantiene fino sulla linea del traguardo. Oro a Carla Hahn quindi, davanti alla slovacca Terèzia Ciriakova e alla norvegese Lisa Kristine Jorde.

Domani ci si ferma per un giorno di riposo, in vista del gran finale di sabato. Nella giornata conclusiva in programma il Cross country olimpico. Alle 10, il via degli Under 15 uomini; alle 12, Under 15 Donne; alle 14, Under 17 Donne e gran finale, dalle 16, con gli Under 17 uomini.

IL COMMENTO DEL CT CELESTINO - "Ennesima soddisfazione grazie a queste due medaglie decisamente inaspettate" racconta il CT Mirko Celestino al termine delle gare. E aggiunge: "L'XCE è una disciplina particolare e di contatto. I nostri atleti non erano così esperti, avendo partecipato a poche competizioni del genere. Per questo non pensavo che riuscissero a dimostrare così tanto carattere anche oggi. Fortunatamente hanno superato le mie aspettative. Sono contento per Filippo Agostinacchio, che dopo la 'delusione' dell'argento rimediato ieri nel Team Relay a pochi km dall'arrivo, oggi si è riscattato. Bravissimo anche Nils Laner, che si è preso un bell'argento: questo è un ragazzo che merita, un esempio per tutti. Poche parole, ma tanti fatti, che poi sono quelli che contano. Ora testa all Cross Country, dove a questo punto mi aspetto ottimi risultati".

IL MEDAGLIERE
Italia - 2 oro, 2 argento, 1 bronzo

(foto: Pila Bike Planet)