28 Settembre Set 2019 1738 21 days ago

Yorkshire 2019: Capolavoro Van Vleuten, quinta Longo Borghini

L'olandese vince in solitaria dopo una fuga di oltre 100 km - Argento per l'altra orange Van der Breggen, bronzo per l'australiana Spratt - Nella Top Ten anche Marta Bastianelli, che termina in settima posizione

Arrivo Van Vleuten

Harrogate (28/09) - Capolavoro della Van Vleuten, che trionfa nella prova femminile elite al Campionato del Mondo strada nello Yorkshire. L'olandese sbaraglia la concorrenza con una fuga a più di cento chilometri dal traguardo, conquistando la maglia iridata in solitaria. Bis orange sul podio con l'argento della Van der Breggen, mentre il bronzo finisce al collo dell'australiana Spratt. Migliore azzurra all'arrivo Elisa Longo Borghini, per tutto il corso della gara nel gruppetto inseguitore. Nella Top ten anche Marta Bastianelli, che si piazza in settima posizione.

LA GARA - Una prova, quella delle donne elite, partita a ritmo moderato, con le olandesi però pronte ad innalzarlo già al primo strappetto. Per poi partire con un vero e proprio forcing in pieno stile orange: sull'unica vera salita del tracciato la Van Vleuten comincia la sua cavalcata in solitaria, a più di 100 km dalla linea del traguardo. Otto le donne nel gruppetto inseguitore: le azzurre Soraya Paladin ed Elisa Longo Borghini, la campionessa del mondo crono Dygert, l'altra olandese Van der Breggen e ancora Deignan, Spratt, Ludwig e Koppenburg. All'interno del circuito partono i primi scatti delle inseguitrici, che provano a riprendere la Van Vleuten, con la Dygert che insegue in solitaria e si lascia alle spalle Longo Borghini, Spratt e Van der Breggen. La statunitense esaurisce le energie e rimbalza indietro, mentre Spratt e Van der Breggen hanno la meglio sull'azzurra, che alla fine taglierà il traguardo in quinta posizione a 4’48”. Testa a testa finale per i due gradini più bassi del podio: la Van der Breggen stacca l'australiana Spratt e regala la doppietta agli orange.

La Nazionale resta quindi a quota 4 medaglie: gli ori di Antonio Tiberi e Samuele Battistella, l’argento di Alessio Martinelli ed il bronzo di Filippo Ganna. Domani la prova finale di questi mondiali, quella dei professionisti: partenza alle 8.40 locali per 280 km di corsa.

ORDINE D’ARRIVO

  1. Van Vleuten (NED) 4h06’5″
  2. Van der Breggen (NED) +2’15”
  3. Spratt (AUS) +2’28”
  4. Dygert (USA) +3’24”
  5. Longo Borghini (ITA) +4’45”
  6. Vos (NED) +5’20”
  7. Bastianelli (ITA)
  8. Moolman (RSA)
  9. Brennauer (GER)
  10. Rivera (USA)