3 Febbraio Feb 2020 1029 5 months ago

Mondiali pista paraciclismo - Dominio della Cina e Gran Bretagna

L'ultima giornata dei mondiali di Milton hanno visto ancora piazzamenti per gli Azzurri con il quinto posto di Tarlao nell'Omnium. L'Italia chiude a secco di medaglie ma con punti importanti ai fini della qualificazione per Tokyo2020.

ANDREA TARLAO

La Cina fa man bassa di medaglie e capeggia prepotentemente il ranking finale di questi Mondiali su Pista di Ciclismo Paralimpico. Gli asiatici salgono sul podio per 21 volte (con 9 ori 5 argenti e 7 bronzi) e si lasciano alle spalle Gran Bretagna, Australia, Francia e Spagna che tradizionalmente avevano sempre primeggiato su pista.

Nell’ultima giornata, grazie all’ottavo posto ottenuto nello scratch, Andrea Tarlao si classifica quinto nell’ Omnium della MC5, in base ai piazzamenti nell’inseguimento individuale, nei 200 lanciati e nello scratch stesso. In questa stessa speciale classifica finivano anche settima Eleonora Mele nella WC5, ottavo Fabio Anobile nella MC3 e nono Michele Pittacolo nella MC3.

Nella spettacolare competizione conclusiva della “Mixed Team Sprint” la staffetta della velocità su tre giri di pista, la nostra formazione, composta da Anobile, Mele e Tarlao, finiva settima in una gara dominata dai cinesi che per ben due volte (nelle qualificazioni ed in finale ) abbattevano il record mondiale stabilito ai giochi paralimpici di Rio de Janeiro dalla Gran Bretagna. In finale la Cina si imponeva sugli stessi inglesi fermando il cronometro sul tempo di 48.096.Terzi gli statunitensi che ottenevano il bronzo a spese della Malesia.

La nostra Nazionale non sale quindi sul podio ma con i buoni piazzamenti conseguiti, ottiene ugualmente punti qualificazione per i prossimi Giochi Paralimpici di Tokyo.

Archiviato questo importante evento su pista, il ciclismo Paralimpico ora rivolge le sue attenzione alle prove su strada con il primo grande appuntamento di Coppa del Mondo che si svolgerà nel nostro paese, a Castiglione della Pescaia (GR) dal 26 al 30 Maggio p.v.

Nella foto: Andrea Tarlao

MEDAGLIERE FINALE (prime 5 posizioni)