26 Settembre Set 2020 0921 26 days ago

Il giorno dopo: tutta l'Italia esulta per Filippo Ganna

L'impresa storica del campione piemontese e l'ottimo avvio dei Mondiali di Imola sono stati ricordati anche dal premier Giuseppe Conte, dal presidente del CONI Giovanni Malagò e dal presidente Di Rocco.

Il giorno dopo il Ciclismo si scopre al centro dell'Italia e l'Italia si scopre al centro del mondo. Filippo Ganna ha entusiasmato il nostro Paese alla prese, come tutto il pianeta, con una difficile contingenza storica.

I giornali di oggi esaltano l'impresa del campione piemontese. Le prime pagine di tutti i quotidiani sportivi ricordano l'oro di Filippo. Gazzetta dello Sport: "Top Ganna"; Corriere dello Sport: "Ganna, crono da leggenda, un sogno"; TuttoSport: "Top Ganna nella storia". Anche diversi nazionali hanno aperto dedicando spazio al successo dell'azzurro.

Già ieri, in occasione della serata “Serata Mondiale. Storie e racconti del ciclismo italiano” in onore dei campioni del mondo, le massime Istituzioni avevano omaggiato il successo di Ganna. Nel video messaggio, il premier Giuseppe Conte ha ricordato tra l'altro l'importanza del nostro sport e il ruolo della Federazione e della Regione Emilia Romagna nel riportare in Italia un evento che ha reso lustro al Paese. "Amiamo il ciclismo - ha detto tra le altre cose - perché è sinonimo di tenacia, eroismo e fatica; è in grado di regalarci imprese eccezionali, che sono parte integrante della memoria collettiva... Voglio congraturlarmi con la Federazione, la Regione Emilia Romagna, gli Enti locali per aver portato in Italia un mondiale nonostante il poco tempo a disposizione... In un momento di difficoltà per tutti, l’UCI ha scelto Imola e la nostra nazione, in grado di dare garanzie di sicurezza. Concordo con il Presidente Di Rocco quando ha parlato di un riconoscimento per tutti. Pertanto ringrazio lui, il governatore Bonaccini e tutti coloro che hanno reso possibile questo."

Quindi con un post su twitter: "Filippo Ganna riscrive la storia del ci­clismo italiano divenendo il primo azzurro a vincere la maglia iridata a cronometro. Il mondiale di Imola si tinge ancor di più di verde, bianco e rosso. Bravo Filippo e compli­menti alla Federciclismo".

E sempre nella stessa occasione, al cospetto del presidente dell'UCI Lappartient, del presidente Di Rocco, del presidente dell'Emilia Romagna Bonaccini e di ben 12 campioni del mondo (Moser, Baldini, Saronni, Argentin, Fondriest, Bettini, Ballan, Bugno, Cappellotto, Bastianelli, Bronzini e Guderzo videocollegata), il presidente del CONI Giovanni Malagò ha ricordato che si tratta del primo mondiale vinto dallo sport italiano dopo il lockdown ed anche il primo in una specialità olimpica. Su twitter aveva in precedenza scritto: "Un immenso Filippo Ganna scrive la storia agli Campionati del Mondo di Imola, diventando il 1° azzurro di sempre a conquistare l'oro mondiale nella cronometro. Complimenti a Filippo e alla Federciclismo: che emozione speciale vincere il titolo iridato in Italia!". Seguito poi da un altro tweet: "Onorato di aver celebrato il miracolo organizzativo della Federciclismo e il 1° oro azzurro agli #UCIWorldChampionships di Imola2020 insieme ad alcune delle stelle olimpiche e mondiali della storia tricolore. E ora le prove in linea: forza #nazionaleciclismo!"

Complimenti sono giunti, sempre tramite social, anche dal Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora: "Grandissimo Filippo Ganna! Complimenti al giovane ciclista azzurro che conquista l'oro ai Mondiali di ciclismo nella cronometro su strada disputata oggi a Imola. Entra nella storia come il primo italiano nella specialità!".

Il Presidente Di Rocco, nel ringraziare per gli innumerevoli attestati, ha commentato: “E’ stata una grande gioia poter assistere al successo di Filippo qui ad Imola, davanti al nostro pubblico. Una vittoria che premia il lavoro di tutto il gruppo a cominciare da Davide Cassani, con il quale abbiamo costruito un progetto di lunga durata.
Voglio complimentarmi con l’Organizzazione. Già in questi primi due giorni di gara è stato possibile apprezzare l’ottimo livello organizzativo. Abbiamo ricevuto apprezzamento da parte di tutti i Team presenti per l’efficienza, le norme di sicurezza e le attenzioni ricevute.
Infine non posso che gioire per il grande entusiasmo registrato da parte di un pubblico presente lungo le strade numeroso, composto e corretto. Il Mondiale continua: godiamoci i prossimi appuntamenti consapevoli che l’Italia, attraverso il ciclismo, ha dato una bella immagine di se stessa nel Mondo.”