10 Settembre Set 2021 1705 6 days ago

Europei Strada - Ciabocco d'argento, fuori dal podio Barale

Prima medaglia nelle gare in linea con il secondo posto della marchigiana - Grande prova delle azzurre, in tre nella top ten finale con l'ottavo posto di Carlotta Cipressi

Bettiniphoto 0542448 1 2000Px

TRENTO - L'Italia sfiora l'oro, nella prova femminile Junior vinta dalla tedesca Linda Riedman, e lo fa con Elenonora Ciabocco, marchigiana al primo anno nella categoria che si deve inchinare all'avversaria superiore nello sprint. La prestazione di squadra è completata dal 4° posto di Francesca Barale e dall'8° di Carlotta Cipressi.

Ciabotto e Barale riescono a rendersi pericolose nel terzo giro, con una fuga eseguita magistralmente assieme a Linda Riedmann, Egamtine Rayer e Alena Ivanchenko. Le stesse cinque che si giocheranno poi le medaglie allo sprint. Carlotta Cipressi, Monica Castagna, Matilde Ceriello e Francesca Pellegrini arrivano al traguardo nel gruppetto inseguitore. In piazza del Duomo, con molto pubblico ad applaudire le azzurre, è gioia vera.

Il commento della vice campionessa europea: “Una gara impegnativa, ringrazio Francesca per aver svolto un grande lavoro per me. Abbiamo corso bene, siamo sempre state davanti provando anche a vincere in volata, ma più di così non potevamo fare”. L'azzurra aggiunge: “Spero di fare un grande finale di stagione. Questa medaglia è di buon auspicio anche per il prossimo anno dove sarò ancora Juniores”.

Encomiabile la generosità di Francesca Barale:Eravamo in 3 sull’ultima salita, poi è rientrata la mia compagna Eleonora. Allora l'obiettivo è stato portarla alla volata nella posizione migliore possibile. Non ci ho pensato un attimo nel mettermi a disposizione, perché sapevo che sarebbe stata la soluzione perfetta per una possibile vittoria. Come previsto siamo entrate in testa alla curva che dava sul rettilineo finale e ce la siamo giocata”.

Il CT Salvoldi, dopo l'arrivo, evidenzia il valore della prova dalle azzurre: “La corsa l’abbiamo fatta noi, avremmo vinto se non ci fosse stata un'individualità più forte. Nessun rammarico, anzi: c'è molta soddisfazione, le ragazze hanno gareggiato nel miglior modo possibile. Sono state bravissime”.


ORDINE D'ARRIVO
1. Linda Riedmann (Germania) in 1.53’09”
2. Eleonra Ciabocco (Italia)
3. Egamtine Rayer (Francia) a 1”
4. Francesca Barale (Italia)
5. Alena Ivanchenko (Russia)
6. Anniina Ahtosalo (Finlandia) a 1’10”
7. Noelle Rüetschi /Svizzera)
8. Carlotta Cipressi (Italia)