17 Dicembre Dic 2023 1830 5 months ago

CDM CX - A Namur piazzamenti per Casasola, Corvi e Viezzi

Per i tre italiani un quarto posto che lascia un po' di amaro in bocca ma che conferma anche l'ottimo livello raggiunto in quasi tutte le categorie. Lo junior friulano ancora leader di Coppa

Whats App Image 2023 12 17 At 18

La Coppa del Mondo di Ciclocross di Namur regala emozioni a livello assoluto e al ciclopratismo italiano che, pur non salendo sul podio, si conferma in continua crescita di risultati. Il Ct Daniele Pontoni stila il bilancio delle gare, alla luce dei tre quarti posti conquistati rispettivamente da Stefano Viezzi (juniores), Valentina Corvi (U23) e Sara Casasola (Elite): “Le medaglie fanno sempre piacere e concludere la giornata con tre piazzamenti lascia un po’ di amaro in bocca, ma vale la pena sottolineare l’ottima prestazione complessiva, con azzurri competitivi praticamente in tutte le categorie.

Peccato per Stefano Viezzi, secondo fino a pochi metri dal traguardo ma che non ha trovato i pedali nel momento di risalire in bici dopo un tratto a piedi, perdendo due posizioni. Siamo consapevoli che non si può sempre vincere, e Stefano quest’anno aveva centrato due successi nelle precedenti prove di Coppa, pertanto accettiamo tranquillamente il risultato. C’è la consapevolezza che il ragazzo è tra i più forti del circuito e il piazzamento di oggi gli permette di conservare la leadership in Coppa del Mondo.

Per quanto riguarda Valentina Corvi, voglio ricordare che solo qualche settimana fa gareggiava ancora con le juniores. Dopo il secondo posto di Vermiglio, questo quarto posto ci consegna un’atleta che non ha mostrato alcuna sofferenza nel passaggio di categoria. Complimenti anche a Sara Casasola, che ormai ci ha abituato a questi exploit, ‘lei sola contro le olandesi’.”

Tra le donne elite l’alfiere della Fas Airport Services – Guerciotti questa volta non riesce a salire sul podio, a Namur totalmente orange con la Alvarado, la Pieterse e la Brand. Sara parte bene e conduce per lunghi tratti in testa. Poi paga lo sforzo nel finale e viene superata dalle olandesi. Arriva staccata di 2’15”, precedendo un’altra olandese, la Van der Heijden.

Tra gli elite show di Thomas Pidcock, che anticipa la coppia olandese Ronhaar e Nieuwenhuis. Primo degli italiani Gioele Bertolini, 17° a 3’31.

Tra le donne U23 vince la lussemburghese Schreiber (sesta nella gara assoluta), davanti alle olandesi Bentveld e Van Anrooij. Quarta Valentina Corvi (18° nella gara open), autrice di una partenza in difficoltà e di un lento recupero nella corso della prova. Tra gli uomini vince il belga Verstrynge. Agostinacchio, primo degli italiani, è 15° a 1’58

C’era attesa per Stefano Viezzi, leader di Coppa del Mondo e vincitore delle prime due prove. Il friulano questa volta si lascia sorprendere dal francese Sparfel, che si avvantaggia nelle fasi finali su un gruppetto comprendente anche l’azzurro. A pochi metri dalla conclusione, al termine di un tratto a piedi, l'azzurro è ancora secondo ma non trova i pedali nel risalire in sella. E' un'incertezza che paga perdendo due posizioni. Adesso guida la classifica generale di Coppa del Mondo con 18 punti sul francese. Bravo anche Mattia Agostinacchio, juniores al primo anno, giunto decimo.

Nelle foto, in alto Stefano Viezzi veste la maglia di leader di Coppa; sotto: Sara Casasola (foto SprintCyclingAgency)